Come arredare la cameretta di un adolescente appassionato di videogiochi

Ok, sono nella fase in cui faccio delle ricerche simili al titolo e cioè come arredare la cameretta di un adolescente appassionato di videogiochi. L’adolescente in questione, ovviamente, è mio figlio, Francesco, 13 anni e mezzo, amante di console e giochi vari!
Ovviamente prima di prendere coscienza del fatto che lui sia cambiato, cresciuto, così come lo sono la sua voce, il suo corpo e i suoi comportamenti, io da mamma chioccia, ci ho messo mesi. Ora però sono tornati a galla tutti i ricordi della me adolescente, della voglia di avere i miei spazi dove coltivare le mie passioni e sognare pretendendo privacy.
La cameretta di un adolescente quindi, dovrà cambiare, insieme a lui (/lei).
Ma come arredare il suo spazio? Come creargli una camera che risponda alle sue necessita’?

Come arredare la cameretta di un adolescente che ama i videogiochi

Ho cominciato cercando di usare le app per arredare la cameretta ma ora non si tratta di come sfruttare gli spazi, bensì di come adattarli ai suoi gusti e a ciò che gli piace.

Ho cominciato, così, insieme a lui, a scegliere ciò che dovrà costruire quell’universo in continuo work in progress, dove vivrà emozioni, dove vorrà rifugiarsi quando non tutto andrà come voleva, dove sopporterà le prime pene d’amore o farà le sue telefonate romantiche e anche dove, perché no, farà crescere le sue passioni, i videogiochi e la tecnologia, in questo caso.
Ho evitato di imporre modelli e ho capito che chiedere di fare ordine o mettere le mani tra le sue cose è controproducente. Prima o poi imparerà ma, in fondo l’universo è nato dal caos.

In base a queste considerazioni e alle sue necessità di privacy e crescita divertiamoci un po’ ad arredare la cameretta di un adolescente!

Come arredare la cameretta di un adolescente appassionato di videogiochi

Rispetto alla cameretta attuale ovviamente l’angolo gioco si trasforma in un angolo relax dove potrà guardare la tv o giocare alla Playstation, si ingrandisce quello dello studio, dove potrà studiare, leggere, imparare ma anche coltivare la passione per la tecnologia grazie al pc e quella per i videogiochi, magari costruendone e progettandone uno proprio, chi lo sa?

Vediamoli uno ad uno.

Angolo del riposo notturno

Come arredare la cameretta di un adolescente che ama i videogiochi

I prodotti che ho selezionato per l’angolo del riposo, li trovate qui:
Letto: Maison du Monde – Panca: Negozio del giunco – Comodino: Maison du Monde – Armadio: Maison du Monde

Il letto precedente era a una piazza e mezza e abbiamo deciso di mantenere la stessa dimensione ma di posizionarlo in un punto diverso della stanza, quello più buio, lontano dalla porta d’ingresso e dalla finestra.
L’alternativa al letto a una piazza e mezzo poteva essere un secondo letto a scomparsa per ospitare gli amici ma avremmo perso in estetica. Per ora il letto alla francese andrà benissimo e successivamente pensiamo di inserire una poltrona letto per ospitare qualche amico.

L’armadio sarà a quattro ante (gli adolescenti amano seguire la moda) e avrà uno specchio interno dove potersi guardare a figura intera. Eh sì, i cambi di outfit prima di un’uscita non hanno sesso.
Per aiutarlo a tenere in ordine, una scarpiera dietro alla porta d’ingresso (odio le scarpiere in vista) e una cesta dove raccogliere i panni sporchi.
La panca ai piedi del letto mi piace molto anche per evitare di sedersi sul letto per mettere le scarpe, per esempio.

Angolo dello studio

Come arredare la cameretta di un adolescente che ama i videogiochi

I prodotti che ho selezionato per l’angolo studio, li trovate qui: GamePad da scrivania: Amazon – Scrivania: Maison du Monde – Poggiapiedi: Amazon – Sedia da scrivania: Sediaufficio

Per l’angolo studio c’è bisogno di una scrivania un po’ più grande che possa ospitare un pc e tutto il resto. Eventualmente, ci sarebbe bisogno anche di una libreria, tra scuole medie e superiori, i libri di testo sono molti. Noi non l’abbiamo ancora scelta ma Francesco vorrebbe una soluzione che tenesse separati i libri da leggere dai testi scolastici. Ci stiamo lavorando su.
Alla scrivania, andrebbe abbinata anche una cassettiera che contenga oltre al materiale scolastico, anche tutti i suoi oggetti personali o quello che gli serve per giocare con i videogiochi per esempio.
Sulla scelta della sedia non ho accettato compromessi. Lui voleva una di design, io una sedia comoda ed ergonomica, dotata di braccioli e ruote, dal momento che le ore di studio e di permanenza seduti, in questa fase scolastica, solitamente aumentano. Alla fine scegliere la migliore sedia da gaming si è rivelata la soluzione: lui sa che è una sedia da gaming e questo lo porterà a usarla più spesso… anche per studiare e non solo per giocare ovviamente. Inoltre le sedie da gaming cono ergonomiche al massimo perché tengono conto delle diverse posizioni errate assunte durante il gioco e tendono a correggerle. Molto interessante questo articolo di Repubblica su come evitare le posizioni scorrette quando si è alla scrivania.

L’angolo studio ora è posizionato in quella che è la parte più buia della stanza e verrà, invece, spostato nella zona più illuminata (luce laterale preferibilmente proveniente da sinistra).

Angolo del relax e del tempo libero

Come arredare la cameretta di un adolescente che ama i videogiochi

I prodotti che ho selezionato per l’angolo relax, li trovate qui: Tappeto: Amazon – Pouff a sacco verde acido: Amazon – Pouff rettangolare XL: Amazon – PortaTv a rotelle: Maison du Monde

Questo è l’angolo che lui ha amato di più nell’operazione arredare la cameretta di un adolescente appassionato di videogiochi. L’angolo dove socializzare con gli amici, guardare un film spaparanzati sul pouff oppure dove giocare alla Playstation.

Come arredare la cameretta di un adolescente che ama i videogiochi

I wall Stickers che ho selezionato li trovate qui: Door Stickers Gamer: Aliexpress – Wall Stickers Eat Sleep Game: Aliexpress – Wall Stickers JoyPad Black&White: Amazon – Wall Stickers Gamer Action: Amazon – Wall Stickers Game zone Loading: Aliexpress

Alla fine, abbiamo deciso di ritinteggiare le pareti, una delle quattro avrà forse della carta da parati ma non sono ancora certa perché penso siano poco pratiche per chi è allergico agli acari, ma sicuramente personalizzeremo tutto con i wall stickers. Per ora ne abbiamo ordinati alcuni, una volta posizionati vedremo se sarà necessario integrare con degli altri.

Visto che modularità e flessibilità sono i temi cardine su cui giocare, abbiamo scelto dei mobili che potranno essere adattati anche in altri contesti e anche se la stanza dovesse subire nuovi cambiamenti.
Addio cameretta da bambino, dopo tutti questi cambiamenti, avremo presto la cameretta di un adolescente.

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: Casa

Commenta con Facebook...

commenti

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*