Ballerina, non rinunciare mai ai tuoi sogni – la recensione del film in dvd

Swami ha visto Ballerina al cinema appena uscito ma, ahimé, io non ho potuto accompagnarla e ci è andata con un’amica e la sua mamma. Quando è tornata a casa era così entusiasta di questo film e così carica per i suoi allenamenti, che appena è uscito in dvd, ho voluto regalarglielo.

Ballerina: la recensione del film

Visto che prima non lo avevo fatto, ho visto Ballerina insieme a lei, che pratica (da quando aveva cinque anni) pattinaggio artistico a rotelle, che per alcuni versi (sport singolo, che esige allenamento continuo e stancante, coordinazione, musicalità etc…) è molto simile alla danza.

Il sottotitolo originale di Ballerina è never give up on your dreams, non rinunciare mai ai tuoi sogni, Ballerina infatti è un film dedicato ai grandi sognatoria chi ancora crede che avere passione e cuore possa fare la differenza nelle grandi sfide della vita. Basti pensare ai diversi personaggi che, nel film, lottano per diversi motivi, anche solo la sopravvivenza.
È un film per adulti e bambini, per chi facilmente tende a mollare la presa ma che, invece, avrebbe bisogno di incoraggiamento e di pensieri positivi.

Ballerina: la trama

Ballerina è la storia di una bambina, Félicie, orfana, che vive in un orfanotrofio in Bretagna e che ama oltre ogni modo danzare, come sua mamma.
Il suo sogno è quello di raggiungere Parigi dove c’è la scuola di danza dell’Opéra, studiare e cercare di diventare una grande ballerina.
Con l’aiuto del suo amico Victor, aspirante inventore che vede nella Parigi del 1879, quella di Gustave Eiffel, di Haussman e della Statua della Speranza (oggi la statua della Libertà) tante opportunità di far avverare il suo sogno, Félicie raggiunge Parigi prima e, grazie a una giornata che appare inizialmente sfortunata, anche l’Opéra, vista finora solo in cartolina.

Qui comincia l’avventura di una piccola donna che pur di seguire la musica e la passione per le scarpette da ballo, è disposta a fare qualunque cosa per studiare all’Opéra e ballare a fianco di una famosa Etoile.

Ballerina: la recensione del film

Cosa penso io del film Ballerina

In due parole: l’ho adorato.
Non il solito film d’animazione per bambini, non è un cartone animato, è qualcosa di più.
È una terapia, è un film che ti costringe a guardarti dentro e a prendere le distanze dai piagnistei, un racconto che è quasi uno schiaffo che ti sveglia dal torpore e che ti scuote le emozioni iniettandoti autostima e voglia di fare.

Ok, lo so, da un certo punto di vista, Ballerina è un film semplice, prevedibile nella progressione narrativa e nello sviluppo delle dinamiche tra i vari personaggi, ma riesce a divertire, raccontare più storie in una, far ridere e piangere.
Fa emozionare.
Sicuramente incantare con così poco non era facile e solo per questo il film merita molto.

Ballerina: la recensione del film

Cosa pensa Swami del film Ballerina

Ballerina mi ha insegnato che se hai un sogno hai quanto di più prezioso tu possa avere.
Hai un motivo per combattere, per superare le cadute, per smettere di piangere quando l’allenamento fa male, per sognare a occhi aperti, per sentirmi eccitata ogni volta che indosso i pattini a rotelle o ogni volta che si avvicina l’ora dell’allenamento, per pensare e escogitare un modo di migliorare sempre di più… insomma, non è vero quello che diceva la Suora direttrice dell’orfanotrofio a Félicie (Tatata… ahahaha), non è vero che non si deve credere nei sogni perché la vita è difficile. In fondo è vero, per Felicie la vita è stata difficile perché non aveva la mamma e il papà ma lei non si è mai arresa, non ha mai abbandonato i suoi sogni.
La vita secondo me è bella, soprattutto quando ci abbracciamo e ci diamo i bacetti ma senza sogni sarebbe più triste.
Io sogno sempre di diventare una campionessa da grande e quando mi alleno mi impegno per quello. Perché penso che Rebecca Tarlazzi sarà caduta molte volte ma si è sempre rialzata e quindi voglio fare anche io così!
Se non sognassi che cosa farei?
Quindi ha avuto ragione Félicie a non smettere di sognare e a combattere per diventare una grande ballerina e alla fine ce l’ha fatta!”
La trascrizione esatta di quello che pensa Swami. 8 anni.
E beh… come darle torto?

Seguire la passione nella scelta dello sport da far fare ai bambini

Fèlicie, a un certo punto della storia, conosce Camille, personaggio centrale che, in qualche modo, la aiuterà a entrare alla scuola di danza dell’Opéra.
Fèlicie e Camille hanno una cosa in comune: entrambe ballano e vorrebbero diventare delle grandi ètoile.
Camille si allena da quando era piccola, ha padronanza della tecnica e tutti gli strumenti per allenarsi quotidianamente.
Fèlicie, invece, non sa ballare ma ha la passione che le brucia dentro e una fame implacabile di imparare.
Quando Swami ha cominciato ad avvicinarsi allo sport, aveva circa 4 anni, abbiamo provato diverse discipline: nuoto, danza e pattinaggio. Le prime due le ha scartate subito. Quando invece ha indossato i pattini per la prima volta, sebbene a ruote chiuse e facendo solo la marcia (si impara così a pattinare) è stato amore a prima vista. Aspettava con ansia le lezioni di pattinaggio e indossava i pattini in casa anche per guardare la tv.
Dopo 3 anni, innumerevoli gocce di sudore versate, tantissime cadute e lividi, molte gare, qualche podio e tante medaglie di partecipazione, è ancora così. Non riesce a stare lontana dai suoi pattini, è come toglierle l’ossigeno.
Quello che vi consiglio quindi, è di far avvicinare i bambini allo sport tramite la tv, internet, i libri e capire qual è lo sport che li coinvolge emotivamente in maniera profonda, trovare quello che solletica la passione. Lo capirete subito qual è, non sarà difficile.

Il messaggio che arriva ai bambini

Sognare, non arrendersi mai rende più sopportabili le delusioni che, al contrario, si trasformano in opportunità di miglioramento: questo è il messaggio di Ballerina.
Potrà capitare (sarà successo a tutti) di incontrare persone come la madre superiore dell’orfanotrofio che vorranno far credere che la vita è spietata e che i sogni non si realizzano mai, o come Camille che vi tratteranno come nullità, ma il segreto è è quello di continuare a sognare, impegnarsi, rialzarsi dalle cadute e vincere. Non medaglie o coppe, ma vincere le proprie paure, superare i propri limiti e assecondare le proprie passioni cavalcandole insieme alle emozioni che regalano.

Spero di avervi incuriosito e che presto possiate vedere questo film.
Intanto potete acquistare il dvd o il blu-ray di Ballerina qui.

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: Lifestyle

Commenta con Facebook...

commenti

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*