Bambini con l’influenza e genitori al lavoro: a chi lasciare i figli?

Febbraio è quel mese in cui ci sentiamo vicinissimi alla primavera ma i bambini con l’influenza e i mali di stagione ci ricordano che siamo ancora in inverno.
Quando mi confronto con altre mamme sulla questione bambini con l’influenza e vita lavorativa, spesso mi viene detto: “ah ma tu sei fortunata, fai la freelance e quindi puoi tenere a casa i bambini”.

bambini-con-l'influenza-babysitter
In realtà non è esattamente così. È vero faccio la freelance e posso anche lavorare da casa ma il mio lavoro ha comunque delle scadenze, degli appuntamenti che coinvolgono anche altre persone e, per questo, quasi impossibili da spostare e, soprattutto, se non lavoro non ho ferie né giorni di malattia pagati. Per questo, lavorare da casa con i bambini ammalati, non è esattamente così semplice.
Ma qual è la soluzione?

Bambini con l’influenza e genitori al lavoro: la soluzione è la babysitter

Capita che per cause di forza maggiore, i genitori, anche contro la propria volontà, facciano rientrare i figli a scuola anche se non sono completamente guariti dall’influenza: quasi sempre hanno già goduto di ogni giorno di ferie e di ogni permesso possibile, i nonni sono lontani e non possono permettersi una tata a tempo pieno.
Forse il problema è proprio il pensare che avere una babysitter sia come sottoscrivere un contratto prematrimoniale o come avere una dipendente. Diciamo che non è sempre esattamente così.
Io e Lui, inizialmente, abbiamo avuto la babysitter che teneva i bambini tutti i pomeriggi.
Poi, diventati più grandi e più autosufficienti, abbiamo deciso di gestire i nostri impegni lavorativi diversamente e chiamare la babysitter quando i bambini hanno l’influenza oppure quando dobbiamo uscire, abbiamo una trasferta di lavoro o di piacere.

I vantaggi sono molti; i primi che mi vengono in mente? Non è una spesa fissa mensile, si evita di litigare con i nonni sulla dubbia bontà di quel medicinale che “quando eri piccola tu ti curavo con latte e miele e passava tutto” e i bambini con l’influenza, non devono essere sballottolati da una casa all’altra ma rimangono nella comodità della propria casa, guarendo prima tra l’altro.

Quindi sfatiamo il mito che una babysitter sia per sempre (quelli sono i diamanti) e magari provate a ricorrere alla babysitter quando avete i bambini con l’influenza. Se non doveste trovare sempre la stessa, esistono portali come Sitter Italia (tra i più seri e accreditati del settore) dove trovare persone qualificate che si prenderanno cura dei vostri bambini.

Post in collaborazione con Sitter Italia

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: Maternità, Sponsored Post

Commenta con Facebook...

commenti

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*