Befana 2013: archiviata

Calza-della-befana
Befana 2013: archiviata.
Quest’anno mi sono svegliata con un mal di testa condominiale. Sarà stata la serata di sabato o una mancanza di zuccheri preventiva, ma stamattina avevo questa emicrania fortissima che appena ho tentato di prendere un analgesico mi si è sciolto in mano ribellandosi.
Fortunatamente avevo preparato il set la sera prima con il sonno che mi usciva dalle orecchie, la palpebra a saracinesca e le gambe pesanti. Ma siamo mamme, oltre al cuscino c’è di più.
Prima di andare a letto, i due bassetti hanno preparato un tovagliolo con un night break per la befana. “Sarà stanca e dovrà rifocillarsi”, avevano detto.

befana

Francesco, oltre alla lettera che, dal due gennaio, era strategicamente posizionata nella calza e che si è smaterializzata come un messaggio della CIA, ha deciso di volergli fare un indovinello. Così per fare serata insieme all’aperitivo a base di latte e biscotti.

lettera-per-la-befana

Dopo che loro due sono andati a letto ho nascosto due calze dietro al parascintille del caminetto. Bastardissima me.
La mattina si è svegliata prima Second che, con l’aplomb e lo stile di Wanna Marchi, ha svegliato il fratello.
“Scendiamo in cucina. Vediamo se la Befana ci ha portato qualcosa. Svegliati Francy!” a volume: informazione alla cittadinanza.
Si sono catapultati dalle scale con l’aspettativa che montava in maniera inversamente proporzionale a ogni gradino che scendevano.
La faccia che avevano quando hanno trovato le calze vuote era impagabile. Io e Lui ci siamo scompisciati.
Non erano delusi, avevano capito che, come ogni anno dovevano sudarsele. Quest’anno, però, non c’erano neanche gli indizi scritti come nella caccia al tesoro dell’altro anno.
Hanno rivoltato le stanze come dei calzini senza immaginare che ce le avevano di fronte.
Se c’è accorta Second che ha visto dei colori attraverso il parascintille.
Hanno urlato e svuotato tutto sul tavolo.

caramelle-befana

First e Second avevano chiesto anche altre cose oltre alla calza. Uno voleva Harry Potter e la camera dei segreti e l’altra dei colori e dei libri da colorare.
Ho pensato, però, che visto che erano stati accontentati da Babbo Natale, per non dargli l’impressione che basta chiedere per ottenere, abbiamo deciso di fargli recapitare solo le caramelle e niente altro.
Li accontenterò presto ma non quando lo hanno chiesto. Un meccanismo un po’ complicato. Pensate sia pazza o anche per voi è sensato?

Com’è stata la Befana che è passata da casa vostra?

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: Maternità, My life

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. MAMMOLINA
    MAMMOLINA 7 gennaio, 2013, 11:07

    ciao! anche da noi tante calze cariche cariche di zuccheri!!!niente giochi. Il patto è stato chiaro: la Befana ti porterà un giocattolo se le lascerai in cambio il tuo ciuccio ( la Birby ha quasi 4 anni!!!) il ciuccio è restato in bocca e quindi per coerenza “solo caramelle”! Un saluto e buon anno

    Reply this comment
  2. Diario magica avventura di Federicasole
    Diario magica avventura di Federicasole 7 gennaio, 2013, 11:17

    Anche la nostra Befana è stata generosa e poi l’abbiamo incontrata a tu per tu e immortalata!:-)

    Reply this comment
  3. mammapiky
    mammapiky 7 gennaio, 2013, 11:21

    Per me è sensato però sono io che non lo sono, quindi tutti i buoni propositi, sono finiti nel camino e quello che è stato chiesto. è stato recapitato!!!

    Reply this comment
  4. mammamanager
    mammamanager 7 gennaio, 2013, 11:54

    io un gioco l’ho messo (anche per diminuire il numero di dolcetti), ma a mia scelta

    Reply this comment
  5. momincoffeebreak
    momincoffeebreak 7 gennaio, 2013, 16:22

    se ti è possibile, vieni a leggere il mio ultimo post. un abbraccio

    Reply this comment
  6. Mamma Cì - mammastudia.blogspot.com
    Mamma Cì - mammastudia.blogspot.com 7 gennaio, 2013, 18:58

    hai fatto bene..anche io sono per il fargli capire che non è che basta chiedere e si ottiene tutto… anche se è difficile farlo capire ai parenti.. mi hanno riempito casa di giocattoli e io non so più dove metterli.. (potrebbero regalare anche le pile che fanno sempre comodo…)
    Ti va di passare dal mio blog? ho scritto un post su come togliere il ciuccio e sto cercando di raccogliere i racconti delle mamme che ci sono già passate! aspetto il tuo! a presto
    ciao

    Reply this comment
  7. Ambra Zavatta
    Ambra Zavatta 7 gennaio, 2013, 20:30

    La mia befana e’ stata un tripudio di dolci ,dolcetti e carbone insieme alle mie numerosissime nipotine. Da oggi dieta!!
    Baci
    Ambra

    circusinfashion.blogspot.it

    Reply this comment
  8. A Tea For U
    A Tea For U 7 gennaio, 2013, 23:20

    Ciao mi chiamo Alessandra e ho sorriso leggendo questo post in cui mi sono riconosciuta sia per la poca voglia di alzarmi dal letto nonostante le urla dei bambini sia per il loro approccio alla scoperta delle calze, che per noi è stata buffa con Pietro, 7 anni e mezzo, che si è avvicinato al camino con una mazza da baseball, mentre la sorella si rannicchiava nel letto. Dopo aver constatato che non ha lasciato bucce di mandarini e ciocchi di legno per terra, come l’anno scorso, e che aveva mangiato latte e biscotti, sono passati ad aprire i pacchetti nel lettone. Bello, che dire!

    Reply this comment
  9. A Tea For U
    A Tea For U 7 gennaio, 2013, 23:24

    Questo commento è stato eliminato dall’autore.

    Reply this comment
  10. sorairo
    sorairo 8 gennaio, 2013, 00:26

    Io forse glieli avrei dati, contagiata dalla suocera che fino a scorso anno (Sto anno finanze basse e la calza solo al nipotino; meglio di noi che finanze così basse e oltre pandorino, cioccolatino e qualche clementina nullaltro ma si accontenta di poco)faceva maxi calze con dolci, frutta e regalino.
    Però condivido. I regali man mano. Già mi riesce difficile accettare di fargli aprire tutti insieme quelli di tutti( parenti ed amici) perchè nessuno vuole darmi retta quando dico che andrebbero aperti poco per volta. Ma che almeno il concetto di “sudatelo” voglio che passi. Per cui è l’ideale che i figli non si aspettino di aprire bocca ed avere…Già c’è Babbo Natale e comunque con la premessa dell’esser bravi. Un pò come la Befana. Ma visto che il 90& del lavoro lo fa B Natale…Facciamo lavorare meno la Befana!

    Reply this comment
  11. Ska
    Ska 8 gennaio, 2013, 19:43

    Sensatissimo!!

    Reply this comment
  12. Anonymous
    Anonymous 9 gennaio, 2013, 21:46

    Come ti dicevo noi siamo 2 genitori sciagurati, io siciliana la befana la considero poco…lui romano ha dimenticato la magia befanesca che viveva da piccolo…ma tant’e’, la nostra piccola al pensiero della befana ha avuto un piccolo attacco di panico…per cui piccola calza piena di caramelle fatta trovare dalla nonna previdente…peccato che Chiara non apprezzi caramelle e dolci in genere…vedremo l’anno prossimo…ciao…Susanna

    Reply this comment
  13. Onyekachukwu
    Onyekachukwu 11 febbraio, 2016, 22:39

    Certo! Ho degli amici che festeggiano Santa Lucia e che menotto le calze per i bambini in quel giorno.Quello che volevo dire infatti e che, semmai, la Madonna porta , o dona un giorno di festivita’ e che ha regalato il Gesu’ Bambino . Tutto li’!

    Reply this comment

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*