Una Coca Cola bollente: interroga Vicker

Ricordate il macho che, nello spot della Coca Cola Diet degli anni 90, la sorseggiava facendo sognare le impiegate di un ufficio non ben identificato? Ok, ok, sorvoliamo l’aspetto sessista e tutte le polemiche su lavoro, femminismo etc… ma se il tizio in questione non fosse stato di loro gusto, avesse avuto la pancetta flaccida, nessun muscolo degno di nota e se a quei tempi ci fosse stato Vicker, le signore avrebbero avuto una seconda opportunità. Non credete?

Ah sì, è vero, la domanda è cos’è Vicker? Ve lo racconto qui.

Vicker: l’app per piccoli impegni e lavoratori saltuari

L’hommo peloso della Coca Cola è uno degli operai che lavorano alla ristrutturazione del palazzo in cui le donzelle lavorano. O quello di fronte?
Ok, facciamo finta che la situazione sia questa: l’aria condizionata non va, è estate e fa caldissimo e il proprietario della baracca non ha alcuna intenzione di provvedere a breve.
Le donzelle sono così infastidite e accaldate che pensano di fare una colletta per riparare da sole l’aria condizionata, sono in tante e con una manciata di euro a cranio se la caveranno. Ma il problema è: dove trovare una persona che possa fare al caso loro?

La riposta ce la dà Vicker!

Vicker è un’innovativa app mobile gratuita, disponibile sia per iOs che per Android, e che fornisce la possibilità di trovare piccoli lavori saltuari ai professionisti artigiani e non, e, a chi ha bisogno di fare piccoli lavoretti di manutenzione, riparazione, doposcuola etc, di trovare una rete di persone motivate e disponibili.
Vicker è quello che gli esperti di marketing definiscono da tempo il nuovo modo di fare economia, la sharing economy italiana. Niente proprietà, niente prodotti, solo una condivisione di servizi.
Vicker è il frutto di un’idea nata a Roma nella mente di due giovani imprenditori vicentini, Matteo Cracco e Luca Menti che hanno pensato che la loro idea potrà essere una soluzione che faciliterà il contatto tra le esigenze dei cittadini e i servizi che possono offrire artigiani e professionisti.

Vicker

Come funziona Vicker

Sono una persona che ha bisogno di far riparare la lavatrice o ridipingere la staccionata del giardino. Mi basterà creare un’inserzione su Vicker, decidere il prezzo che sono disposta a pagare per quel lavoro e incrocerà i miei dati con quelli dei profili, dei feedback e del videocurriculum dei lavoratori. Il pagamento? Sicuro e tracciabile grazie a Paypal.

Come funziona Vicker

 

Ma Vicker potrebbe incrementare il lavoro in nero?

La risposta è no per i seguenti motivi:

1. esiste una cifra minima al di sotto della quale non si potrà scendere per pagare i servizi, e questa cifra è € 20;
2. l’iscrizione al database di Vicker come lavoratore avviene dopo un’accurata registrazione che prevede il controllo dei documenti d’identità ed il codice fiscale;
3. i lavoratori dovranno rilasciare apposita documentazione fiscale perché si possa, successivamente, procedere con il pagamento.

Attualmente Vicker è attiva solo a Roma ma siamo in attesa che venga attivata su tutto il territorio nazionale.

 

Facilitati la vita e comincia anche tu a ritrovare il tempo per te usando Vicker:

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: Casa, Tech

Commenta con Facebook...

commenti

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*