Compiti per le vacanze: libro o schede didattiche?

La fine della scuola è ormai vicina e nei diari dei miei figli cominciano a essere presenti le schede contenenti il percorso didattico da fare durante l’estate, che tradotto è: hanno assegnato una scheda di compiti per le vacanze così!

Compiti per le vacanze: libro o schede didattiche?

Da qualche anno, l’argomento è caldissimo e si sono create correnti di pensiero molto distanti: c’è chi sostiene che tenere il cervello a riposo per tre mesi non favorisca la trasformazione delle conoscenze in competenze e chi, al contrario, crede che la pausa estiva sia necessaria e rigenerante. Io, come al solito, credo che la verità sia nel mezzo. Un’ora o due di lettura o esercizi non credo uccida nessuno, soprattutto se c’è elasticità da parte dei genitori.

Lo scorso anno Swami era all’ultimo anno di Scuola dell’Infanzia e Francesco all’ultimo anno di Scuola Primaria e arrivati alle porte dell’estate, dovevamo decidere se acquistare o meno il libro delle vacanze (a questo link ne trovate tantissimi). Swami era ancora troppo piccola per scegliere mentre Francesco, che sarebbe stato al suo ottavo libro (sì ne ha usato uno anche durante gli anni della Scuola dell’Infanzia), dopo averci pensato su, ha scelto le schede didattiche. Secondo lui più dinamiche e meno monotone.

Abbiamo fatto una selezione di siti, creato un calendario didattico che ha rispettato e usato un raccoglitore per conservare le schede didattiche nel caso in cui, a scuola, avessero chiesto le prove che i compiti per le vacanze fossero stati svolti.

Dove scaricare le schede didattiche per i compiti per le vacanze

Dopo una lunga ricerca, attraversando il web in lungo e in largo, abbiamo trovato i nostri siti preferiti dai quali scaricare le schede didattiche per i compiti per le vacanze ma che, poi, abbiamo usate anche durante l’anno.

Cose per crescere
: in questo sito abbiamo trovato una grafica davvero molto carina. Si possono trovare le schede didattiche suddivise per classe, a partire dalla scuola dell’infanzia per arrivare alla quinta elementare.
Inoltre, se non volete usare le schede sfuse, potete stampare direttamente i quaderni didattici o il diario delle vacanze nel quale far raccontare al bambino cosa è accaduto durante le giornate lontano dai banchi di scuola.

Lannaronca: chi non conosce questo sito? Dai, su, che lo avete consultato almeno una volta! Cosa mi piace? Che è immediato e, per questo, facilmente utilizzabile anche da un bambino e ha tantissime schede didattiche ben catalogate. Cosa non mi piace? Dal mio punto di vista dovrebbe essere aggiornato più spesso e, soprattutto, dovrebbe abbandonare in autostrada la grafica anni 90.

Maestra Mary: il sito di Maestra Mary è il giusto compromesso tra l’usabilità e la grafica carina e adatta ai bambini. A me piace molto e devo dire che anche Swami apprezza. Le sezioni sono molte e oltre alle schede didattiche suddivise per materie e per classe, troverete anche molto molto altro materiale utile per intrattenere i bambini in estate.

Questi siti sono molto completi ma si rivolgono principalmente a bambini che frequentano la scuola primaria, per trovare le schede didattiche da utilizzare come compiti per le vacanze per la scuola secondaria, sono molto interessanti i siti di Didada con presentazioni in PowerPoint che riassumono alcuni argomenti come l’analisi logica per esempio e A Tutta Scuola, essenziale nella grafica ma davvero completo nei contenuti.

Distribuire le materie: il calendario dei compiti per le vacanze

Stabilite prima quali giorni della settimana dovranno essere dedicati ai compiti per le vacanze e quante ore. Noi inizialmente avevamo fissato insieme un impegno di due ore al giorno, una al mattino e una al pomeriggio. Alla fine ci siamo accorti, insieme, che è meglio dedicare due ore tutte insieme al mattino che spezzettarle.
Francesco e Swami studiano ogni mattina per due ore dal lunedì al venerdì, salvo deroghe ed eccezioni. Saranno pure vacanze no?
I giorni che vanno dal lunedì al venerdì sono suddivisi per materie; ovviamente le materie nelle quali i bambini eccellono sono quelle alle quali viene dedicato il giusto tempo, mentre per quelle in cui c’è da recuperare, si fa più spazio.

Voi come siete messe a compiti per le vacanze? E cosa sceglierete?

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: Maternità, Scuola

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*