Coppetta mestruale: quello che c’è da sapere

Le mie amiche continuavano a parlarmene come se si trattasse della rivoluzione del secolo che rende libera ogni donna.
Sto parlando della coppetta mestruale in silicone, e di cosa sennò?

Coppetta Mestruale: tutto quello che dovresti sapere
Ho sentito parlare talmente bene di questo oggetto che, alla fine, seppur con qualche dubbio legato a luoghi comuni sulla coppetta mestruale, ho deciso di documentarmi prima e di provare poi.
E niente, sono diventata un’esperta in materia. Ho letto talmente tanto materiale, cercato informazioni e pareri che adesso ne so davvero molto. Per questo ho deciso di scrivere questo post; per raccontarvi la mia esperienza, scambiarci consigli e racchiudere in un solo articolo, tutte le informazioni raccolte.

Innanzitutto, se siete come me, scettiche, partiamo dal principio e cioè da tutti quei luoghi comuni e quelle convinzioni sbagliate che vi hanno tenute, fino a ora, lontane dalla coppetta mestruale.

Perché usare la coppetta mestruale?

Prima di provare la coppetta mestruale non l’avevo mai considerata per quella che è: la vera alternativa agli agli assorbenti usa-e-getta, ai salvaslip e ai tamponi.
Possiamo guardare questo prodotto da tutte le angolazioni possibili: dal punto di vista ecologico, economico e salutistico e, alla fine, vince sempre a mani basse.

Perché fino a ora non usavo la coppetta mestruale: le scuse

Non è igienica: per quel che penso, la coppetta è molto più igienica di un qualsiasi assorbente. In realtà la coppetta viene sterilizzata sia prima che alla fine di ogni ciclo mestruale. Inoltre, volendo si può sterilizzare anche tra un cambio e l’altro o si possono avere più coppette sterilizzate e pronte all’uso. Mentre gli assorbenti sono comunque riposti in delle bustine non sigillate che potrebbero non essere sterili.

Sono sempre fuori casa: la coppetta, al contrario di quanto si pensi, potrebbe essere adatta più a chi passa molto tempo fuori casa che alle altre categorie di donne.
Soprattutto durante lo sport, la presenza della coppetta mestruale non si avverte per nulla e, dopo aver fatto qualche prova, non ci sono perdite di nessun genere.
L’unico problema potrebbe essere abituarsi a cambiare o svuotare la coppetta in un bagno che non sia quello di casa, per questo munitevi di salviettine intime, una bottiglietta d’acqua e un gel disinfettante per le mani.

Ho paura di non saperla usare correttamente: Questo era il motivo che mi ha fatta tentennare di più. Pensavo di non essere capace, di non saperla inserire o piegare correttamente. Ma poi ho pensato: “mica ci vorrà una laurea in ingegneria!”. Ho provato a usarla prima nei weekend, quando ero in casa, e ho scoperto, con mia sorpresa, che utilizzarla è davvero facilissimo!

Benefici e vantaggi della coppetta mestruale: la mia esperienza

Non parlo in generale, ma di quelli che sono stati, per me, i maggiori vantaggi e benefici della coppetta mestruale.

Innanzitutto la garanzia di grande libertà.
La presenza della coppetta non si nota dall’esterno, ci si sente libere di fare qualsiasi movimento oltre che durante i viaggi. Non ho la paura di dover togliere il tampone dopo un tot di ore perché, a differenza dei tamponi interni, fino a ora, la coppetta mestruale, non ha provocato nessun caso riconosciuto di Sindrome da Shock Tossico (TSS).

Ci vuole sicuramente un po’ di pratica ma dopo il primo ciclo la strada è tutta in discesa.

La coppetta evita la formazione di arrossamenti e irritazioni che spesso invece si presentano con gli assorbenti esterni che entrano a contatto con la pelle delicata delle parti intime. Soprattutto in estate con il sudore.
Inoltre gli assorbenti esterni possono contenere profumazioni sintetiche e altre sostanze in grado di causare irritazioni; i tamponi, invece, possono contenere tracce di cloro o di altre sostanze indesiderate.
Quindi da questo punto di vista la coppetta mestruale garantisce una maggiore sicurezza grazie all’utilizzo di materiali approvati a livello medico.

In ultimo il risparmio. C’è una piccola spesa da sostenere inizialmente per l’acquisto di una o più coppette, ma viene ammortizzata tranquillamente in un paio di cicli.
Facendo due conti si possono risparmiare da 40 a 80 euro all’anno sull’acquisto degli assorbenti e di altri prodotti pensati per il ciclo mestruale.

 

Scegliere la coppetta mestruale

Da questo punto di vista è difficile aiutarvi perché la scelta della coppetta mestruale è una questione molto personale.
Bisogna tenere conto di più parametri: l’età, il fatto di avere già partorito oppure no (in particolare con un parto naturale), la tonicità del vostro pavimento pelvico, l’intensità del flusso mestruale, le dimensioni della coppetta stessa ma anche della sua capienza e flessibilità.

Alcune mie amiche hanno acquistato due o tre coppette per trovare quella giusta, adatta alle loro esigenze personali. Io, sono stata fortunata, perché dopo un po’ di ricerche ho trovato subito quella adatta a me.

Esistono diverse taglie a seconda dei modelli disponibili e delle case produttrici.
Per ogni modello vengono commercializzate almeno due taglie: una taglia S o taglia 1, più piccola e meno capiente, e una taglia L o taglia 2, di dimensioni più grandi e più capiente.

 

Tenete conto non solo del flusso nella scelta ma anche e soprattutto delle dimensioni del canale vaginale, variate in base ai parti e all’età.

In ultimo, come già detto, le coppette si differenziano tra loro anche per la flessibilità.

Ci sono coppette più morbide e flessibili e altre che invece risultano più rigide. Chi utilizza per la prima volta una coppetta mestruale probabilmente si troverà meglio a fare pratica con un modello morbido e flessibile.

 

Come si usa la coppetta mestruale

Utilizzare una coppetta è semplicissimo. Le regole da seguire sono tre:

  • Sterilizzare la coppetta mestruale per 5 minuti: farla bollire in acqua bollente prima di iniziare ad utilizzarla con il nuovo ciclo e poi sterilizzarla di nuovo alla fine del ciclo
  • Risciacquare bene la coppetta mestruale ogni volta che la si svuota e prima di inserirla di nuovo. Ricordate che la vagina non è un ambiente sterile e per questo basterà risciacquare bene la coppetta semplicemente con dell’acqua (o se vi fa sentire più tranquille, con acqua e detergente intimo o acqua e Amuchina) prima di reinserirla
  • Imparare a inserire e a rimuovere la coppetta mestruale nel modo che risulta più comodo per voi

Dove acquistare la coppetta mestruale

Qui su Amazon potrete trovare tantissime coppette mestruali di diverse tipologie, da acquistare. Io vi consiglio di acquistare anche il porta coppetta.

E voi la usate già oppure siete ancora nel limbo della perplessità?

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: Beauty, Lifestyle

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. Anonimo
    Anonimo 26 settembre, 2016, 20:16

    Io l’adoro, proprio un mese fa ho dedicato sul mio blog un post alla coppetta. Da quando ho iniziato ad usarla non potrei più vivere senza 🙂 Mi ha cambiato la vita.

    Reply this comment

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*