Di mamma in mamma: io c’ero!

Avete presente Di mamma in mamma (red! edizioni)?
Si proprio il libro scritto da Costanza Cristianini che ha raccolto le testimonianze delle mamme di Mammacheclub e i cui diritti d’autore sono destinati alla Fondazione Pangea Onlus.
È uscito in libreria il 26 Maggio.
Io, come al solito, sono quella che viaggia con le bustine di tempismo nel taschino.
Una dopo i pasti per due volte al giorno.
Ho i miei tempi, però, vi garantisco che a volte metto su un casino in – tipo… che ne so – undici giorni.
[Sorriso ebete a led luminosi]

E qua, ve lo dico, sto lottando contro me stessa per mantenere un certo decoro e anche il silenzio.
Ma – argh! – non posso ancora dire nulla di una cosa carinissima che vi sto preparando.

Non dovrete aspettare molto eh. Unico indizio: riguarda il MomCamp.
Comunque. Divagare è il male. Si perde il filo e i concetti cadono nel cervelletto. Poi tocca ripescarli con le calamitine, come nei giochini dei pescetti e delle canne da pesca! Aehm…dicevo.

Per un insieme di motivi, che per comodità chiameremo affettuosamente sfiga, sono riuscita ad avere tra le mani il libro solo poche settimane fa.

DSCN3650

E niente, quello che cerco di dirvi da quindici righe, è che tra le dieci blogger che hanno scritto le introduzioni ai capitoli, ci sono anch’io.
Eccone la prova inconfutabile!

DSCN3652

A me è toccato il primo capitolo. Tema: il test di gravidanza.
Una roba che se avete letto il mio libro conoscete un po’ tutte le mie paranoie al riguardo e anche tutte quelle dei miei medici. Che detta così sembro una che è appena uscita da una clinica psichiatrica.
Ma potrebbe anche essere.

DSCN3655

In ogni caso, il libro nasce con un bellissimo fine: raccogliere tante voci di mamme in un unico coro che arrivi forte alle orecchie di quelle donne che si trovano per la prima volta con un pargolo in una mano e un pacco di inadeguatezza nell’altra.
Sostenere, psicologicamente e praticamente, quelle donne che si sentono aliene perché vorrebbero dormire o dare la camomilla endovena al pupo.
Per dire loro, semplicemente: “È tutto ok. Tutto passa”. Come diceva mia nonna. Melenso, ma efficace in tutte le situazioni!
Se deciderete di acquistarlo, le donne aiutate dalla Fondazione Pangea Onlus, vi ringrazieranno silenziosamente.
Sempre di più. Sempre più donne per le donne.
Oh yes!

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: Libri e letture, My life

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. mafalda1980
    mafalda1980 13 settembre, 2011, 14:01

    Se è scritto con lo stesso spirito che pervade il tuo blog, lo leggerò con gioia!
    P.S. il tuo libro l’ho comprato ma devo ancora leggerlo… avrei bisogno di giornate più lunghe. O che mia figlia dormisse un po’ di più.

    Reply this comment
  2. veru
    veru 13 settembre, 2011, 14:48

    Ah vedi? non lo sapevo, me lo faccio prendere e mandare!!

    Reply this comment
  3. bismama 2.0
    bismama 2.0 13 settembre, 2011, 15:03

    @mafalda1980: grazie 😀
    @veru: eh si… surprise! ^_^

    Reply this comment
  4. Anonymous
    Anonymous 13 settembre, 2011, 17:21

    Ti conosciamo un po’ ormai e se spingiamo un po’ dirai tutto, dai dai
    melin

    Reply this comment
  5. luviluvi
    luviluvi 15 settembre, 2011, 14:59

    Io l’ho scoperto:=P

    Reply this comment
  6. Murasaki
    Murasaki 15 settembre, 2011, 17:29

    Non dirmi che sarai anche tu al MomCamp… uffi uffi uffi… quasi quasi rimando il viaggio di nozze!!
    ;-P

    Reply this comment

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*