Enuresi notturna: ce la siamo un po’ tirata

Ciao sono l’enuresi notturna e sono una scassacazzi senza eguali.

enuresi notturna

Si è presentata così, senza se e senza ma. E l’ho subito pensato: me la sono un po’ tirata addosso.
Sto parlando di Swami.
A due anni via il pannolino. Di giorno, che la notte doveva intervenire Mosè ad aprire le acque e Noè a salvarci dalle inondazioni.
A quattro pensiamo che il fatto che si bagni di notte (ancora col pannolino) dipendesse da due cose: 1. me incapace e 2. me incapace. Ah, c’era anche una terza cosa, il fatto che ogni sera, prima di addormentarsi, bevesse circa 350 ml di latte.
Allora via il latte. Via i liquidi dopo cena.  Continue richieste di pipì prima di andare a letto. Fatta anche la danza della pipì per farla uscire quando proprio “Mamma, non mi viene!”.

Dopo tutta l’estate sono a ennemila lavatrici e molti molti risvegli. Ah sì, anche molte ore di sonno arretrato.
Ma mica solo questo, ha un sonno talmente pesante che dopo aver fatto pipì non si sveglia. Rimane lì, bagnata e dormiente.
Quindi in questo periodo in cui ho effettuato tremila prove, è ritornata dal lettino al lettone.
Pessimismo e fastidio.Dopo tutto quello che avevo fatto per abituarla a dormire nella sua camera. Vabè. Il fatto è che solo così avrei potuto controllare se e quando sarebbe scappata la pipì senza alzarmi. Sono pigra, lo so. Pigra e snaturata.
Solo che così, anziché cambiare solo lei dovevamo cambiarci in tre. Oltre a lenzuola e coprimaterasso.
Per non parlare delle infinite sessioni di vaporterapia che ha subito il mio materasso. Ormai da rottamare, s’intende no?

La pediatra mi ha sconsigliato di svegliarla di notte per farle fare la pipì; il risultato sarebbe un sonno discontinuo per lei e il ricovero coatto per me che dovrei puntare la sveglia ogni due/tre ore.
Ho letto su internet tutto quello che c’è da sapere sull’enuresi notturna: è un disturbo che hanno il 30% dei bambini della sua età, non è preoccupante, prima dei sei anni circa passerà… e bla bla bla. Prima dei sei anni. Fra. Due. Anni. Internatemi. Però portatemi lo spritz periodicamente.
Alla fine ho deciso: compriamo i pannolini mutandina.

Mia mamma continua a farmi pressioni: “Eh ma invece di andare avanti andiamo indietro? Ma che ti costa far due lavatrici?”
“No, mamma, non capisci. Non sono le due lavatrici il problema. È che mi corico profumata di acqua per il corpo al pompelmo e mi rialzo che manco te lo sto a dire. E poi arriva l’inverno, lei dorme scoperta. Bagnerebbe anche il piumone e buonanotte ai suonatori. Anche no. Grazie.”
“Fai come ti pare. Io non glielo metterei il pannolino.”
“Io sì.”

Ditemi solo che passa presto. Che non è vero che passa intorno ai sei anni.
E soprattutto, avete consigli?
Abbiate pietà.

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: My life
Tags: IO CRESCO, SECOND

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. Lucia
    Lucia 30 settembre, 2013, 16:08

    Ascolta qui è durata tantissimo perchè abbiamo tolto il pannolino la notte quando era ancora troppo presto, cioè quando al risveglio pesava ancora un quintale. Lui non era pronto ma secondo me non devi tornare alla mutandina pannolino, perchè la disorienteresti e basta. Ormai lo hai tolto. Ho provato tutte le tecniche, tutte le strategie. Col tempo gli episodi si sono diradati, ma a volte tornavano numerosi, quando era molto stanco o agitato per qualcosa. Purtroppo ci vuole pazienza. Tanta. Non si scappa. Io avevo messo un telo col lato gommato sul materasso e un altro sul lenzuolo di sotto così, se ero fortunata che non bagnava lenzuolo e coperta o piumone, tiravo via solo il telo

    Reply this comment
    • bismama
      bismama 30 settembre, 2013, 22:23

      Io non vorrei metterlo ma il problema è che se la riportassi in camera sua e di notte facesse la pipì, la ritroverei congelata la mattina dopo. Dorme scoperta e si prenderebbe un accidente. Lo so che è la soluzione più semplice, ma ora come ora non ne vedo altre. Magari con le “mutandine speciali” si sentirà sicura, si sbloccherà e non la farà più. Chi lo sa?

      Reply this comment
      • Cosmic
        Cosmic 1 ottobre, 2013, 09:48

        il mio sono 2 inverni che dorme scoperto e bagnato e non si ammala poi tanto (mediamente meno dei suoi compagni) casomai a volte ha la pelle irritata…

        Reply this comment
      • Viola
        Viola 1 ottobre, 2013, 10:19

        …ma se queste mutandine speciali fossero mutandine nuove che comprate insieme alle quali magari cucire un fiocchetto speciale insieme?? così, giusto per provare prima di tornare al pannolino…. io sono per i vecchi rimedi della nonna… loro il pannolino neanche ce lo avano…

        Reply this comment
  2. Anonimo
    Anonimo 30 settembre, 2013, 16:46

    La frase di tua madre è anche un mio must. Però, però, forse anch’io proverei col panno mutandina, la vita è già tanto complicata… O altrimenti traverse a gò gò, ma rimane sempre il fatto che lei continuerà a dormire nel bagnato (tranquilla anche il mio nel lago di pipì riposa che è una meraviglia).
    Noi il panno notturno l’abbiamo eliminato da poco (4 anni e mezzo), credo che ognuno abbia i suoi tempi, magari sarà lei stessa a dirti che non le serve più

    Reply this comment
    • bismama
      bismama 30 settembre, 2013, 22:24

      4 anni e mezzo. Ah forse mi consola.

      Reply this comment
    • Cosmic
      Cosmic 1 ottobre, 2013, 09:52

      non ho nulla contro le mutandine pannolino in assoluto, anzi ho fatto l’errore di togliere il pannolino di notte troppo presto, secondo me quello che può essere controproducente è rimetterlo dopo averlo tolto. soprattutto se è il bambino che ti dice chiaramente ch enon lo vuole (come è successo a me).

      Reply this comment
  3. yenibelqis
    yenibelqis 30 settembre, 2013, 17:06

    Noi siamo andati avanti a lungo con i pannolini mutandina. E per a lungo intendo proprio a lungo. Ai 6 anni ne siamo quasi fuori. Però bisogna insistere sempre perché faccia pipì per bene prima di andare a letto e occasionalmente c’è ancora qualche piccolo incidente. Lo so, non sono incoraggiante. Io le “mutandine speciali” le ho usate senza troppe remore. Ma i risvegli a metà della notte non ero proprio disposta a farli.

    Reply this comment
  4. slela
    slela 30 settembre, 2013, 17:15

    Due gemelli di 4 anni, uno spannolinato anche di notte, con saltuari (rari) incidenti. L’altro ancora col pannolino. Dopo due settimane, bagnava continuamente il letto, ho lasciato perdere, riproverò più avanti. Rimesso il pannolino senza tanti se e ma.
    Ah, e ho comprato alcuni teli impermeabili, così quando capitano questi “incidenti”, raccolgo tutto a sacco, materasso salvo, e in 5 minuti tutti tornano a dormire.
    Ovviamente teli, lenzuola e pigiamini di ricambio già pronti accanto al letto.

    Reply this comment
    • bismama
      bismama 30 settembre, 2013, 22:28

      Non ho dormito per i primi due anni in cui la allattavo senza sosta (gravidanza più i suoi primi 14 mesi). Basta risvegli notturni 😀

      Reply this comment
  5. La solita mamma
    La solita mamma 30 settembre, 2013, 17:17

    Non lo so se vuoi la mia storia, perché non so se la voglio io. Il mio pediatra mi ha fatto portare mio figlio da uno specialista, che oltre a togliere i liquidi, mi ha dato dei farmaci, Ci ho provato per sei mesi (tappandomi naso, bocca e orecchie per non vedere cosa c’era in quel bugiardino). Poi ho deciso che visto che non c’erano risultati di sospendere (inimicandomi a vita il pediatra credo!). Sono passata all’omeopatia: siamo al terzo rimedio omeopatico (e tanti tanti soldi spesi!) e i risultati non si vedono. Ora mi si consiglia lo psicologo per tutta la famiglia. Sai che c’è?
    Basta!
    Mio figlio ha quasi sette anni e prima o poi smetterà di fare pipì a letto. In un mondo perfetto le mamme non possono essere stanche di notte (mi è stato detto anche questo: che è colpa mia se mio figlio non si sveglia di notte, perché io non riesco a svegliarmi con lui, e quindi non gli voglio abbastanza bene!)
    Non lo so Serena: per quel che vale, siamo sulla stessa barca.
    Fatti forza. Facciamoci forza perché evidentemente succede.
    Un abbraccio

    Reply this comment
  6. Anna
    Anna 30 settembre, 2013, 17:31

    Ciao Serena, io non ho consigli da darti e credo che tu le abbia provate tutte, mi sento di dirti di fare come ti senti, magari, dico magari con la mutandina pannolino non si bagna piu’ e tutto si risolve…sono un’ottimista lo so! Segui quello che e’ il tuo istinto anche perche’ non dormire o megli svegliarsi continuamente non aiuta nessuno, si diventa solo nervosissimi ( lo sai che se si osserva l’elettroencefalogramma di una persona che ha il sonno interrotto e’ molto simile a quello di un serial killer???No per farti capire che so esattamente come ti senti, la mia Michela prima dei tre anni non ha mai e dico mai dormito una notte di fila, ero uno straccio e circondata da mamme che avevano bambini che dormivano come angioletti!!!Arg!!!) Sto divagando…forza cara bismama e fai come credi!!! Un abbraccio
    Anna

    Reply this comment
  7. Trasparelena
    Trasparelena 30 settembre, 2013, 17:50

    io il pannolino di notte a una che non si sveglia nemmeno quando la cambi non l’avrei levato.
    quindi rimetterlo mi pare proprio il minimo
    e come dice la santapediatra nessuno va all’università con il pannolino, stai serena

    Reply this comment
    • bismama
      bismama 30 settembre, 2013, 22:29

      L’ho levato perché di giorno non gli scappa mai. Pensavo fosse il latte che beveva prima di dormire. Mi sbagliavo.

      Reply this comment
  8. Moky
    Moky 30 settembre, 2013, 18:29

    Io consigli non ne ho, ma secondo me fai bene a metterle il pannolino. Non deve essere bello svegliarsi tutte bagnate e deve essere anche mortificante.

    Reply this comment
  9. carpina
    carpina 30 settembre, 2013, 21:39

    Oh mannaggia! Immagino cosa passi e come ti senti! Consigli sul ritorno al pannolino non ne ho.. tendenzialmente la penserei come tua madre (ah! e se non ce l’hai: asciugatrice, subito, please! Un must x una mamma che lavora!!!), peró, ecco, calandomi per benino nella situazione, che non ho vissuto personalmente coi miei pupi… mi sa che correrei a comprarli, i pannolini mutandina e di corsa! Insieme ai teli cerati sia x il suo letto che x il vostro! (Min. 2 x letto).
    In fondo di giorno è brava e la fa in bagno, giusto?
    Quindi alla fine non è che la confondi la piccina: quando dorme non la sente, that’s all.
    Poi magari le chiami ‘mutandine speciali’ anzichè pannolini..

    Per il resto fidati del pediatra, oltre che di google 😉 e se non c’è da preoccuparsi, non ti preoccupare!

    Reply this comment
  10. Giuliana
    Giuliana 30 settembre, 2013, 22:41

    Incubo! Se ci ripenso a tutte le notti perse (perchè ho provato a caricare la sveglia, a metà notte), alle lavatrici quotidiane, ai soldi spesi in pannolini mutandina (si scopriva la notte, era spesso soggetta a riniti)…ho provato praticamente di tutto: dai fiori di Bach, all’omeopatia, ai farmaci.
    L’ereditarietà ha la sua importanza, e pure lo stress emotivo, perchè i bambini affetti da questo disturbo si contengono molto durante il giorno, mentre la notte lasciano andare ogni inibizione.
    Ti posso consigliare assolutamente la mutandina, e molta, molta pazienza.

    Reply this comment
    • bismama
      bismama 1 ottobre, 2013, 20:54

      Tra noi due genitori non c’è nessuno che ne “soffriva”. O magari doveva andare così e amen.

      Reply this comment
  11. firmatocarla
    firmatocarla 30 settembre, 2013, 23:24

    Il mio terzo ha 4 anni e mezzo, ancora a periodi allaga il letto (telomunito, se no divento pazza). Non sono tornata al pannolino, ma solo perché ci succede a periodi. La mutandina speciale per la notte può aiutare lei a non sentirsi “in difetto”, così pian piano crescerà e (si spera 😉 ) l’allagamento avrà anche fine, come già detto da Trasparelena più su…e tanta tanta pazienza…

    Reply this comment
  12. Cosmic
    Cosmic 1 ottobre, 2013, 09:46

    il mio grande ha 5 anni e ancora spesso la fa. il pediatra mi ha detto di dargli tempo, che a quell’età può capitare e ancora è presto per preoccuparsi. io sinceramente non mi faccio troppi problemi, all’inizio ci alzavamo per cambiarlo e cambiargli le lenzuola… poi lo abbiamo lasciato dormire bagnato e pazienza, anzi forse arriverà il giorno che il bagnato gli darà fastidio e si sveglierà per andare in bagno. gli mettiamo sotto uno di quei teli usa e getta e spesso riesce a salvare il lenzuolo sotto. anche il salvamaterasso è usa e getta, le lenzuola si lavano, ma tanto x una famiglia di 4 persone una lavatrice al giorno è d’obbligo con o senza lenzuola. secondo me devi rilassarti, ci facciamo troppi problemi (te lo dico perchè all’inizio anche io me ne facevo), certo dormire nel lettone è da pazzi, fai tripla fatica perchè le lenzuola sono più grandi, oltre al fatto che dormite tutti male. anche rimettere il pannolino può essere umiliante e peggiorare la situazione, oppure le impedisce di avvertire la sensazione di bagnato e quindi rendersi conto che deve alzarsi ed andare in bagno. anche svegliarla di notte oltre ad essere stancante per voi, dicono che non favorisce il fatto che si abitui a trattenerla e sentire lo stimolo. ti capisco benissimo perchè dover cambiare le lenzuola quasi ogni mattina prima di andare al lavoro, come se non avessi niente altro da fare la mattina, è davvero pesante… ma secondo me tutte le altre “tattiche” lo sono ancora di più. e speriamo che passi presto… se devo dirtelo sinceramente sono un po’ stufa anch’io!

    Reply this comment
  13. Sara Stellegemelle
    Sara Stellegemelle 1 ottobre, 2013, 10:22

    anche noi ancora con il pannolino di notte.
    e non ho nessuna intenzione di cominciare a toglierlo perchè vedo che la mattina, altro che un quintale!
    Lo so già io che non funzionerebbe, e di risvegli non ce ne ho proprio voglia!
    non mi preoccupa che a sei anni potrebbero portare ancora il pannolino di notte…preferisco dormire io!
    quando sarà il momento lo toglieremo.
    senza tanti problemi, ansie e … lavatrici!

    Reply this comment
  14. BarbaraSpeedy
    BarbaraSpeedy 1 ottobre, 2013, 10:22

    Io li ho avuti tutti e due con l’enuresi notturna, sia il maschio che la femmina (pare che sia ereditaria nel nostro caso l’hanno presa dal papà) ed è passata totalmente intorno agli otto anni, tra l’altro non c’erano ancora i pannolini mutandina così belli come adesso e quindi ti lascio immaginare il delirio…le abbiamo provate tutte meno i farmaci (quelli proprio no!) ma l’unica cosa che funziona secondo me…è di lasciarli crescere…vai tranquilla con i pannolini mutandina e non ti fare delle paranoie, non è colpa tua, non è colpa sua e dormite tranquilli… 🙂 casomai quando vuoi provare a togliere il pannolino ci sono dei teli assorbenti usa e getta che si usano per i nonnini incontinenti…almeno salvi lenzuola e materasso anche se la spesa c’è sempre..

    Reply this comment
  15. Benedetta
    Benedetta 1 ottobre, 2013, 10:40

    Perchè non provi ad utilizzare le traversine usa e getta invece dei pannetti mutandina? Io sposterei il suo lettino nella tua camera da letto (si capisco che non sia proprio pratico) così da poterla controllare di facilmente e comodamente.

    Reply this comment
    • bismama
      bismama 1 ottobre, 2013, 20:48

      Lei dorme ormai al lettino da grandi. Non più in culla e quindi sarebbe non proprio il massimo, anche dal lato privacy. Ok, ora dorme con noi ma è stata una roba momentanea. Con le traversine bagnerebbe comunque il pigiama e tutto il resto. Considerando poi che io la copro e lei si scopre dormendo sul piumone bagnerebbe anche quello. Non ci voglio manco pensare.

      Reply this comment
  16. fabry
    fabry 1 ottobre, 2013, 12:46

    io gli metterei il pannolino mutandina e la lascerei dormire nel suo letto in camera sua. Poi la mattina la lavi e via. Lei dorme, tu dormi, limiti i danni e poi è vero che nessuno va all’università con il pannolino.

    p.s. posso fare una provocazione? hai raccontato i tuoi problemi perchè qualche post fa ti hanno detto che sembri troppo felice? dai, sto scherzando 😀

    Reply this comment
    • bismama
      bismama 1 ottobre, 2013, 20:45

      Ahahahahah! 😀 No, solo perché un altro paio di notti così e non saprò più a chi dare i resti. 😉

      Reply this comment
  17. Maddalena
    Maddalena 1 ottobre, 2013, 12:47

    Ho sofferto un po’ leggendo il tuo post… questa temo sia una di quella classiche tematiche in cui ognuno ha la sua teoria e una sua storia. Ma, senti, quante volte anche noi adulti dobbiamo ritornare sui nostri passi, tornare indietro, per imparare o capire qualcosa? Perché per un bambino non può essere così? Dopotutto un bambino è “solo” un mini essere umano… piccolo dettaglio che spesso purtroppo ci si dimentica, e via di regole e teoremi stressanti. Io vedo questo con la mia pisquana: dobbiamo trovare il nostro equilibrio, si accettano consigli, sì, ma il nostro equilibrio è solo il nostro. Ok accetta buoni consigli, ma poi fai quello che ti senti e quello che tu capisci sia meglio per tua figlia. Lo sai tu cosa è meglio per lei, e per voi. Una mutanda assorbente per la notte, che sarà mai… l’importante è che vi tranquillizzate e riposate prima di approntare nuove strategie…

    P.S. i pediatri certe volte danno pessimi consigli…

    Reply this comment
  18. silvia guardache
    silvia guardache 1 ottobre, 2013, 14:08

    non ho consigl e magari te li hanno già dati. ma un trucco “ripsarmia fatica” notturna sì: è fare il letto due volte, salvapipì, lenzuolo, salvapipì e lenzuolo, di nuovo. Così alle tre del mattino, quando vorresti morire piuttosto che rifare un letto, devi solo togliere uno strato e sotto è già fatto.

    io di notte l’ho svegliata. complice lui che si svegliatva per mangiare, approfittavo e la portavo in bagno.

    ma le ho tolto tutto quando ho iniziato trovare il pannolino asicutto. quindi io dico sì alla mutanda pannolino. quando per una settimana lo troverai asciutto, via tutto. sarà quando avrà sei anni? pace. avrai dormito.

    Reply this comment
    • Parmin
      Parmin 1 ottobre, 2013, 20:44

      Eccone un’altra del movimento “mamme felici e contente anche se i bambini hanno il pannolino a 18 anni”

      Reply this comment
  19. Laura
    Laura 1 ottobre, 2013, 14:16

    Ciao, io ti leggo da molto ma non commento mai.. questa volta però mi sono sentita troppo coinvolta! Il mio ha 4 anni fatti a luglio, pannolino di giorno tolto da un anno e mezzo, ad agosto ho fatto la bella lavanderina per 3 settimane poi mi sono arresa ai pannolini/mutandina e magia magia ha smesso di farla e la mattina lo trovo asciutto!!!!! Lui era andato in ansia perchè di notte si bagnava e prima di andare a letto voleva fare la pipì 10 volte e non voleva più bere durante la giornata!!! al diavolo le dicerie, io ti consiglio pannolini/mutandina finchè non si sente pronta lei. Comunque anche il mio si bagnava e la mattina mi diceva “stanotte ho sudato! quindi vuoleva dire che proprio non si rendeva conto di farla… Ciao. LauraB

    Reply this comment
    • bismama
      bismama 1 ottobre, 2013, 20:50

      Sai che anche secondo me lei va in ansia per questa cosa? La mattina si sveglia e mi chiede “Ma oggi ho fatto la pipì al letto?”. Magari con le mutandine si tranquillizzerà e smetterà. Speriamo.

      Reply this comment
  20. Parmin
    Parmin 1 ottobre, 2013, 20:41

    Ma solo a scrivere che non ti va di alzarti per portarla in bagno e non ti va di perdere il sonno non ti senti egoista? Se te lo stai chiedendo io mi sono già risposta

    Reply this comment
  21. Anonimo
    Anonimo 3 ottobre, 2013, 11:57

    Pannolini mutandina, benedetti loro e chi li ha inventati! Mio figlio ha cominciato a fare pipì a letto a 7 anni (SETTE ANNI, avete capito bene) per una serie di gravi problemi che in quel periodo abbiamo avuto in famiglia…io non ci ho pensato due volte a ricorrere ai pannolini mutandina, anche perchè dovevo passare le notti in ospedale ad assistere una persona malata e mio figlio dormiva da mia madre…insomma, poi passa, sicuramente, però a mio avviso l’umiliazione di trovare il letto bagnato e lo stress di alzarsi più volte ogni notte non valgono proprio la pena, secondo me i danni sono di gran lunga maggiori degli (eventuali!) benefici…io mi inventavo ogni sera e ogni mattina una favola diversa per rendere un gioco speciale indossare il pannolino mutandina e buttarlo via impregnato di pipì, così mio figlio si concentrava sulla favola e non pensava ai guai (che quando sono piccoli i guai non li meritano proprio, di qualsiasi genere siano!)

    Reply this comment
  22. Clara
    Clara 4 ottobre, 2013, 11:13

    scusa, mi permetto un commento fuori tema: da un po di tempo quando accedo a questo blog compare una mascherina tipo plug-in sociale con il like di facebook, se prima non si chiude quella non si può accedere al blog. Se ti leggo dal pc tutto ok anche se un po fastidioso, ma dal telefono è tragico. Ho rinunciato a leggerti da mobile per questo.

    Reply this comment
  23. Anonimo
    Anonimo 4 ottobre, 2013, 13:42

    Ciao! Mi sento molto coinvolta da questo post perchè noi abbiamo da poco superato il problema e lo stato d’animo che descrivi è esattamente lo stesso provato da me. Noi avevamo tolto il pannolino di notte con una decisione “d’ufficio” a tre anni circa e la notte era un disastro: puntavamo la sveglia ogni due ore e andavamo a fargliela fare in bagno con estremo disagio nostro e suo per via dei continui risvegli. E comunque non imparava….Poi la pediatra del nido ci ha consigliato un rimedio omeopatico: tintura madre di Cupressus sempervirens. Io non ho mai creduto all’omeopatia ma ero stufa e ho provato. Dopo un po’ ha smesso di farla di notte. Non voglio dire che sia merito delle goccino…però sta di fatto che tutti i tentativi fatti in 6 mesi non avevano portato risultati e con questo abbiamo risolto. Tra l’altro al mare, forse per il cambio di orari e abitudini serali, o per la stanchezza accumulata durante il giorno che lo faceva crollare come un sasso, il problema si era ripresentato. Così al ritorno a casa gli ho riproposto per un po’ le goccine e ora siamo nuovamente a regime con intere notti di sonno filato.
    Riguardo al problema lavatrici io avevo risolto così: letto a strati. Sopra il materasso mettevo una tela cerata (le traverse usa e getta che vendono nei supermercati), poi il lenzuolo di sotto e poi nuovamente una tela cerata e un lenzuolino un po’ più piccolo a coprire. Così all’occorrenza tiravo via lenzuolino e tela cerata bagnata e sotto il letto era come nuovo. un cambio di pigiama veloce e al mattino avevo solo un lenzuolino da lavare. Tutto al buio e cercando di svegliarsi il meno possibile. Senza contare che si possono fare più strati se l’inconveniente succede più volte per notte.
    In bocca al lupo! Forza che poi passa!

    Reply this comment
  24. Angela
    Angela 14 novembre, 2013, 12:56

    di commenti ne hai ricevuti abbastanza, il mio è molto semplice:
    ognuno ha i suoi tempi, rispetta i tempi della tua bambina, sono sicura che tra qualche tempo deciderà da sola di non dormire più con il pannolino, assecondala e vedrai che avrà imparato a trattenere la pipì.
    E’ la natura.
    ps se ti può interessare, una bimba che aveva lo stesso problema della tua ha dormito con un amichetto e visto che lui era senza pannolino, si è fatta coraggio ed ha imparato.

    Reply this comment
  25. Serenella
    Serenella 12 settembre, 2014, 18:45

    Come ti capisco, ci sono passata e so che ci sono momenti in cui ti prende lo sconforto, sembra che non passi mai.
    Non ho mai considerato i farmaci, nè gli allarmi notturni, ci manca solo di svegliare tutti quanti ogni volta 🙂 Ho pensato a lungo di rimettere il pannolino alla mia bimba, ma non mi sembrava il caso, temevo si sentisse a disagio.
    Poi per caso ho scoperto la mutandina assorbente DryNites e devo dire che mi trovo molto bene, e anche a Rossella piace, è come una mutandina e lei quando le capita di bagnare il letto non si sente più in imbarazzo come prima…noi usiamo la taglia 4-7 anni. Ti consiglio di darci uno sguardo, ed eventualmente richiederne una prova che è gratis!
    https://www.drynites.it/secure/campione_gratuito.aspx

    Reply this comment

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*