Gita scolastica: come lo vesto e come preparo lo zainetto?

Swami ha cominciato quest’anno la scuola elementare e, senza che ce ne accorgessimo, in men che non si dica è arrivata la prima gita scolastica.
Di solito il periodo della gita scolastica, o uscita didattica come la chiamano le maestre, coincide con l’arrivo della primavera e con l’avvicinarsi della fine della scuola. Una sorta di premio produzione per l’impegno.

bambini-in-gita-scolastica
A noi invece è toccata la prima gita scolastica a dicembre, meta il Villaggio di Babbo Natale, seguita da un’altra a teatro, una al cinema e l’ultima all’aperto in un agriturismo/fattoria.

A parte la botta d’ansia, il dubbio amletico che serpeggiava fra le mamme era unanime: come lo vesto?
Così grazie un po’ all’aiuto della scuola e un po’ al confronto con le altre mamme, ho stilato la lista delle cose che i bambini dovrebbero indossare e di quelle che dovrebbero portarsi dietro in occasione di una gita scolastica.

Come preparare lo zainetto per una gita scolastica

Gita scolastica zainetto

Lo zainetto dovrà essere molto leggero per consentire ai bambini di portarlo senza stancarsi.
Basta l’essenziale: una borraccia con dell’acqua, un succo di frutta, una bento box con della frutta già lavata e tagliata a pezzi, delle gallette (i miei adorano quelle di riso e mais) che tendono ad assorbire i liquidi in modo da evitare che si sentano male durante il viaggio e dei fazzolettini di carta.
Le maestre di Swami sono categoriche: niente patatine

Come vestire i bambini per una gita scolastica

Ovviamente, nel domandarsi come vestire i bambini per una gita scolastica, vale sempre la regola della primavera: vestiteli a lasagna e componete in questo modo gli strati di abiti comodi.

Gita-scolastica-come-vestire-i-bambini

Leggings per le femminucce e pantaloni ginnici per i maschietti: dovranno sedersi, accovacciarsi, stendersi sull’erbetta, saltare e correre. Di certo non saranno comodi con vestitini o jeans.

Lo strato superiore sarà composto da: t-shirt a manica corta e in cotone, una giacca con zip o bottoncini e una giacca a vento leggerissima ma con cappuccio. La giacca a vento potrà poi anche essere arrotolata e messa nello zainetto se non dovesse far freddo.
In ultimo, non dovrà mai mancare un cappellino con visiera per riparare la testa del bambino dal sole soprattutto nelle ore calde.
Se state pensando all’ombrello, secondo me, non serve perché comunque saranno in compagnia di adulti responsabili che non li terrebbero sotto la pioggia battente e in caso di pioggerellina avrebbero comunque il cappuccio della giacca a vento.

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: Maternità, Scuola

Commenta con Facebook...

commenti

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*