Htc One Max contro Samsung Galaxy Note 3: guerra tra phablet

Due anni fa, sono passata da un BlackBerry a un Samsung Galaxy Note. Ed è stato subito amore.

Prima di passare dal Samsung Galaxy Note al Note 3, ho testato diversi smartphone tra cui iPhoneNokia Lumia e Sony Xperia. Anche se le caratteristiche tecniche sono perfette, trovo il loro schermo inferiore ai 5.7 pollici scomodissimo. Sarà abitudine, ma disabituarsi alle comodità è troppo dura.

Il Note è stato uno dei primissimi phablet che hanno consentito a Samsung di dominare fin da subito questa fetta particolare di mercato.

Attualmente però, l’unico concorrente che può dare del filo da torcere a Samsung Galaxy Note 3 è HTC One Max.

samsung galaxy note 3

Questi due dispositivi, per quanto simili nel prezzo, sono però molto diversi. Ho testato per circa dieci giorni l’HTC One Max e l’ho messo a fianco al Note 3 per un confronto.

Ho confrontato il design, le dimensioni, il display le prestazioni del processore (ci sono alcuni giochi che di solito mettono alla prova i processori come poche altre app, e sono spesso un buon modo per valutare in maniera veloce) e la batteria.

htc one max contro samsung galaxy note 3_2

htc note design

Entrambi gli smartphone hanno un design apparentemente curato fin nei dettagli.

La scocca in alluminio dell‘Htc One Max è molto bella oltre che pratica; dà una sensazione di maggiore resistenza e l’apertura a scatto del vano schede (SIM e SD) è  a mio avviso una genialata.

Il Note 3 ha la scocca posteriore che sembra di pelle ma che pelle non è. A vederlo da lontano fa un bell’effetto ma toccandolo con mano si scopre la beffa: plastica con finte impunture. Questo non mi è piaciuto.

Credo che dal punto di vista del design, l’HTC One Max sia lo smartphone dal design più curato.

Nonostante tutto, pensare troppo al design può nuocere alla praticità. Nel caso del lettore di impronte digitali, posto proprio sotto alla fotocamera, è stato posizionato in un punto abbastanza scomodo da raggiungere e utilizzare.

htc one max contro samsung galaxy note 3_1

htc note dimensioni

Fino a che non ho tenuto in mano l’Htc One Max, non pensavo avrei trovato un altro smartphone capace di fare sembrare piccolo il Note 3. E invece sì; l’Htc One Max ha uno schermo più grande e di conseguenza le sue dimensioni sono diverse rispetto al concorrente.

Htc e Samsung hanno deciso di sfruttare al massimo le loro potenzialità per offrire una cover quanto più ottimizzata possibile; così si va a risparmiare qualche millimetro prezioso, che fa pendere l’ago della bilancia in proprio favore, quando si parla di usabilità e livello di portabilità.

Galaxy Note 3 ha dimensioni pari a 151.2 x 79.2 x 8.3 mm in un peso di soli 168 gr, mentre HTC One Max misura 164.5 x 82.5 x 10.3 mm in un peso di 217 grammi.

Gli 0,2 pollici di differenza dello schermo (nonostante HTC offra un display leggermente più grande) non giustificano un tale lo scarto dimensionale tra i due.

Il Note 3 alla fine risulta, in modo piuttosto evidente, più compatto ed ottimizzato.

htc note processore

Entrambi i dispositivi montano un processore Qualcomm Snapdragon, il Galaxy Note 3 però implementa il modello 2.3 GHz Krait 400 contro il 1.7 GHz Krait 300. Un abisso in termini di prestazioni. Il Note 3 dal punto di vista del processore risulta più performante e più veloce.

htc note memoria

Ho sempre sottovalutato la storia della memoria perché non ho mai usato lo smartphone come device da archiviazione; per quello ho alcuni hard disk esterni. E quindi pensavo di poterlo usare solo per lavorare scaricando ogni giorno foto, video, documenti etc. Sbagliavo.

Ogni giorno nel Google Play Store vengono introdotte centinaia di applicazioni, che richiedono ovviamente una quantità di spazio non indifferente per essere archiviate. Se a questo aggiungiamo anche lo spazio da dedicare ad altri servizi riguardanti musica, video e libri la questione è da rivalutare.

Qui è una questione semplicemente matematica.

L’HTC One Max propone le due versioni da 16 o 32GB di memoria interna, con possibilità di espansione per altri 64GB grazie allo slot per microSD.

Il Note 3 invece lancia 3 versioni standard 16/32/64GB con possibilità di espandere la memoria interna di altri 64GB tramite microSD.

Fate due conti: HTC One Max offre al massimo 96GB mentre il Note 3 arriva fino a 128GB di memoria disponibile per l’archiviazione dati.

Se avete bisogno di molta memoria uno scarto di 32GB può essere deciviso.

htc one max contro samsung galaxy note 3

htc note il display

Il display di generose dimensioni è la discriminante che porta un utente a scegliere un phablet al posto di uno smartphone tradizionale.

Il Galaxy Note 3 monta un 5.7 pollici full HD Super AMOLED, con una densità di 386 pixel per inch; l’HTC One Max invece propone un 5.9 pollici sempre full HD ma basato sulla tecnologia Super LCD3 panel con una densità di pixel pari a 373 ppi.

Sono entrambi ottimi ma occorre fare una scelta in base alle proprie esigenze. Infatti sebbene il Super AMOLED montato sul Note 3 sia insuperabile per brillantezza e contrasto, la fedeltà dei colori e la visibilità all’esterno non risulta perfetta.

Entrambi i phablet hanno un’ottima diagonale, ma la maggiore fedeltà dell’HTC One Max è visibile anche agli occhi di un utente meno esperto.

htc note so

Entrambi i phablet presentano un’interfaccia personalizzata,  di conseguenza si notano importanti differenze a livello di stile, praticità, spessore grafico e performance.

Samsung Galaxy Note 3 monta la piattaforma TouchWiz Nature UX, che presenta una buona personalizzazione grafica e delle varie funzioni.

Per quanto riguarda le prestazioni, essendo basata su Android 4.3 Jelly Bean, il confronto con altri modelli che montano versioni precedenti dell’OS mobile Google è difficoltoso.

Sense 5.5 UI è l’interfaccia montata su HTC One Max. Dal punto di vista grafico è interessante e esteticamente apprezzabile, ma ha ancora dei piccoli bug nella personalizzazione delle impostazioni, nonché nelle prestazioni (pur essendo molto alte).

Trovo la Sense molto interessante riguardo ai contenuti proposti in home in base agli interessi ma devo dire che Galaxy Note 3 grazie al nuovo Android 4.3 riesce a ottimizzare in maniera quasi perfetto le varie gesture disponibili.

htc note batteria

Ho testato l’Htc One Max per un giorno usandolo allo stesso modo del Note 3. Ripetendo esattamente le stesse operazioni per confrontare la tenuta della batteria.

Note 3 monta una 3.200 mAh Litio che permette di sopravvivere 2 giorni, con un uso moderato; HTC One Max invece propone una 3.300 mAh che promette le stesse performance. Riguardo alla durata sono in perfetta parità.

Una differenza è che Htc non permette la sostituzione della batteria in autonomia (ma sì in assistenza) mentre il Note 3 ha la batteria amovibile e quindi se ne possono avere anche altre di scorta.

htc note camera

Da un lato abbiamo Samsung Galaxy Note 3 che implementa una 13 MP con Autofocus, flash LED, Dual Shot, registrazione simultanea di video HD e scatto di foto, geo-tagging, touch focus, rilevamento di volto e sorriso, stabilizzazione dell’immagine, funzione panorama, e HDR. Importante sottolineare che Note 3 è capace di girare video in 4K a 30fps oltre che video in slow motion a 1080p in 60fps.

All’altro capo del ring HTC One Max che monta una 4 MP UltraPixel camera con autofocus, flash LED, 1/3” sensor size, registrazione simultanea di video HD e scatto di foto, geo-tagging, rilevamento di volto e sorriso, e usa inoltre una modalità Dual capture che registra le variazioni di frame di foto in foto. La camera del One Max registra video a 1080p con 30fps e supporta inoltre video a 720p con 60fps.

Le foto sono entrambe bellissime e con alta fedeltà dei colori ma il Note 3 permette una maggiore personalizzazione dello scatto.

Note a margine

A favore dell’Htc One Max:

a. Dual Stereo Speakers: le doppie casse anteriori consentono di ottenere un audio potente e pulito;
b. Lettore di impronte digitali: il migliore che ho provato che riconosce (quasi sempre) al primo colpo l’impronta;
c. Schermo più grande di 0,2 pixel.

A favore del Samsung Galaxy Note 3:

a. possibilità di ridurre la diagonale dello schermo per ottimizzarne l’uso con una mano sola;
b. il pennino che consente di prendere appunti velocemente ma anche di disegnare nuove finestre sullo schermo;
c. memoria ram maggiore di 1GB (3GB contro 2GB dell’Htc One Max).

Tutti i dati tecnici utilizzati per questo confronto provengono dalle schede tecniche ufficiali;  i risultati dei test sono a cura di bismama.com.

Allora, vi è venuta voglia di comprare un phablet? Io non potrei più farne a meno.

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: Tech
Tags: HI TECH, TESTER

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. soliloquisilvia
    soliloquisilvia 17 marzo, 2014, 10:31

    ci sto pensando seriamente, sai? L’unica cosa che mi frena è andare a correre con un phablet… (e no, non ho un ipod o simili e non voglio altri device in giro per casa! 😉 )
    Tu come fai?

    Reply this comment
    • Serena
      Serena Author 20 aprile, 2015, 22:43

      Rispondo solo ora perché non mi ero accorta del commento, mea culpa… comunque corro con la fascia da braccio e non ho alcun problema 😀

      Reply this comment

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*