Ipotesi di scelte

C’ho messo un po’ a capire che l’idea (solo l’idea eh) di una seconda gravidanza forse avrebbe potuto coesistere insieme alle altre di natura non mammesca. É stato First che, a quattro anni, ci ha chiesto un fratellino barra sorellina con una lettera alla cicogna e un elenco di motivazioni che avrebbero fatto convertire anche un medico non obiettore di  coscienza.
“Mamma io detto e tu scrivi. Poi la spediamo alla cicogna.”
Avevo paura, ero terrorizzata da una nuvola di pensieri che mi azzerava il respiro. Ma ogni motivazione che davo al nano per rafforzare un “no” naufrago nel suo mare di richieste, era abbastanza stupida. Non riuscivo a trovare nulla da dire che non suonasse egoista. Nulla che non fosse egoista.
E Lui aveva i miei stessi pensieri e i miei stessi dubbi.
Ma che male c’è a essere egoisti? Nessuno. Almeno finché non superi il muro di cinta che ti separa dalla libertà altrui.
A noi genitori succede spesso di apparire egoisti o di fare gli egoisti per una buona causa. Ma la decisione di dare o meno un fratellino è quella che cambierà per sempre la vita di quel bambino.
É come un’ombra che cambia a seconda di come è posizionato il sole. Non puoi staccartene a meno di vivere per sempre nel buio.
Quindi abbiamo deciso, con un po’ di incoscienza (perché nel 21esimo secolo se non sei incosciente almeno un po’ un figlio non lo fai) di aprire i cantieri per la seconda volta. Quella che, certamente, sarebbe stata anche l’ultima.
Per questo ormai ho il mio personal controller del ciclo e nemmeno sto lì  contare, dire, fare e pensare, come invece facevo quando ero alla ricerca di due linee sul test.
L’altra mattina, una notifica strana appare sul cellulare.
Un. Giorno. Di. Ritardo.
Cazzo.
Ma come un giorno di ritardo. Io non ho mai ritardi e il Persona ha funzionato perfettamente come gli altri mesi.
Cazzo. Cazzo.
Lui, zen per convinzione: “No ma stiamo calmi eh. Aspettiamo.”
E aspettare ho aspettato. E infatti i giorni di ritardo, lunedì, erano tre.
Cazzissimo.
E in quei tre giorni ho immaginato come sarebbe stato se.
Ho pensato a quello che avrei fatto e, per la prima volta l’opzione IVG è apparsa tra le altre (e io sono una di quelle che teoricamente va contro l’aborto. Fate voi quanto fossi sconvolta al’idea) .
Ed ero terrorizzata di essere messa davanti a una scelta così, ma soprattutto ero terrorizzata da quella che, al momento, mi sembrava la scelta più logica, più facile e più giusta da fare. Mi vedevo già con il peso di un rimorso col quale convivere. Mi vedevo già bruciata dal senso di colpa per una cosa che non credo giusta ma che ho fatto comunque. Ero già proiettata in un futuro tragico e ingestibile. E mi vedevo lì, come se qualcuno avesse riavvolto indietro la mia vita e me ne facesse vedere dei pezzetti random.
E ho deciso: dovevo sapere.
Ho comprato un test.
“Un pacco di Nurofen, si quello doppio… e un tst d grvdz…”
“Cosa?”
“Un test di gravidanza
La farmacista si protende, guarda la fede, alza il sopracciglio e mi dà il test.
“Si ma il Nurofen in gravidanza meglio di no!”
Ma se faccio un test è per sapere, mica c’ho il led in fronte SONO INCINTA: IL NUROFEN NO!
Da quanto non ne compravo uno? Quattro anni, all’incirca. Una vita fa.
Millemila azioni fa. Milioni di cambiamenti nel mezzo.
Ho fatto il test e in quei tre minuti ho avuto per diverse volte la sensazione di essere sul punto di svenire.
Quando fai un test e speri che sia positivo sei eccitata e commossa.
Quando fai un test e speri che sia negativo ti venderesti un orecchio perché non appaia la seconda linea. Sei in iperventilazione e hai il colon incazzato. Per questo tutte lo fanno nel bagno, non per la storia della pipì ma per l’attesa caratterizzata dagli attacchi di dissenteria.
Tre minuti.
Negativo.
Il giorno successivo è arrivato il ciclo e già non ci pensavo più.
Perché, veramente, non ci voglio proprio pensare. Né a quanto mi sono sentita stronza né a cosa sarebbe successo se le linee fossero state due.

Voi, invece, ci pensate all’eventualità di un altro figlio che potrebbe piombare nella vostra vita senza preavviso? In fondo nessun contraccettivo è affidabile al 100%.
Almeno, questo è quello che dice il mio ginecologo. L’unico vero metodo sicuro al 100% resta un bel fiocchetto alle tube e olè!

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: My life, Pensieri e parole

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. Anonymous
    Anonymous 29 maggio, 2012, 12:42

    Ahivoglia se ci penso! Ne ho già tre!! E ogni volta penso che il 99% di affidabilità non è poi una percentuale così alta se rapportata al rischio. Il dilemma è… chirurgo lui o chirurgo lei?

    Reply this comment
  2. serenamanontroppo
    serenamanontroppo 29 maggio, 2012, 13:03

    beh, io lo vorrei un secondo figlio/a, è un desiderio nato lentamente, maturato con il tempo…ma niente, il tempo passa e non succede e data la situazione non so se riusciremo mai ad averlo. Insomma siamo nel loop in cui il desiderio è inversamente proporzionale alla possibilità che si realizzi, ma succede anche questo.

    Reply this comment
  3. cily75
    cily75 29 maggio, 2012, 13:04

    cara bis…io di nani ne ho due, voluti e arrivati alla velocità della luce con un marito che ora è un ex. e per la seconda, cuoredimamma, io non mi sentivo affatto pronta, ma è stato un secondo di “cavolo non siamo stati attenti”…diciamo che era proprio destino. Ora ho un compagno anche, nani free. Il che lascia quella cosa sospesa. E per millemila motivi è DAVVERO DAVVERO totalmente impensabile un TERZO figlio. E ultimamente ho un ciclo che fa come cazzo gli pare e due test di gravidanza rubati nel lab analisi del policlinico pronti nell’armadietto in bagno, tra un oki e un buscopan, che non si sa mai. E io non ho dubbi, sarebbe un’IVG, perchè davvero non c’è altra possibilità in questo momento e in questa vita. Che altro dire? E mia figlia dice in giro che ho una bimba nella pancia….anzi, quasi quasi ci scrivo un post va…;) baci

    Reply this comment
  4. Claudia Pierantoni
    Claudia Pierantoni 29 maggio, 2012, 13:22

    oh, ma anche l’astinenza è un metodo piuttosto valido, eh. non che la consigli, ma visto che sono obbligata non ho manco da sperare. e invece io un altro lo vorrei tanto, uff.

    Reply this comment
  5. VickyV
    VickyV 29 maggio, 2012, 13:24

    forse sono l’unica voce fuori dal coro non so ma io penso igv MAI!!!
    penso di non poter io scegliere chi abbia o non abbia diritto di vivere
    penso che ogni figlio sia un dono e come tale va accettato, cosí com’é
    penso che ci possano essere mille motivi per “non é il momento”, ma che quel battito che cresce dentro é l’UNICO VERO motivo perché quel non sparisca
    penso che per quanto possa essere difficile crescere un figlio, l peso del rimorso lo sia ancora di più
    questo é quello che penso
    igv no

    Reply this comment
    • bismama 2.0
      bismama 2.0 29 maggio, 2012, 15:12

      Sai che in linea teorica la penso esattamente come te? Solo che poi, la pratica, è tutt’altra cosa. Nel senso che in questo caso specifico avremmo (io e Lui, s’intende) preso una decisione che avrebbe condizionato la vita dell’intera famiglia, non solo la nostra. L’IVG, invece, forse, (e ripeto forse) avrei dovuto gestirla (per sempre, è ovvio) da sola e quindi non avrebbe apportato grossi cambiamenti. So solo che sono stati attimi di terrore.

      Reply this comment
    • VickyV
      VickyV 29 maggio, 2012, 19:26

      penso che i cambiamenti li avrebbe portati eccome, non credo saresti stata più la stessa donna con un peso cosí
      ma é solo un mio parere
      sono contenta per te comunque che non hai dovuto scegliere.
      (io vorrei tanto un terzo, ma si fà desiderare)

      Reply this comment
    • Anonymous
      Anonymous 30 maggio, 2012, 04:07

      La nascita di un altro figlio condiziona sempre tutta la famiglia, ma non puoi sapere a priori che sara’ in peggio. Diamo a tutti una possibilita’….IVA mai, ma avrei smaltito come te, perché l’idea di ricominciare con pappe e nanne mi ucciderebbe!!! Fiuuuuuu

      Reply this comment
  6. sonoalmondo
    sonoalmondo 29 maggio, 2012, 13:25

    Io con tre sarei anche a posto.. Sto leggendo il tuo libro in questi giorni, ma sono all’inizio, alla prima ecografia, quella di quattro settimane e 1 giorno! Rido da sola..

    Reply this comment
  7. Kiara
    Kiara 29 maggio, 2012, 13:41

    un bel fiocco alle tube e ti togli il pensiero. punto.
    e se ti vengono pensieri insulsi del tipo “psicologicamente non so se lo accetterei”, pensa al panico dell’ultimo test.
    fra un terzo figlio, un ivg e le tube chiuse cosa preferisci?

    Reply this comment
  8. Marlene
    Marlene 29 maggio, 2012, 13:44

    ecco ora puoi capire come mi sono sentita davanti al test positivo a 20anni, con l’università e tutto il resto. Per fortuna la seconda volta l’ho presa con più filosofia, e la convinzione che, ora BASTA!

    Reply this comment
  9. psicomelina
    psicomelina 29 maggio, 2012, 13:44

    In realtà l’unico vero metodo sicuro al 100% resta.. l’astinenza. 😀

    Io e mio marito usiamo i metodi naturali (il sintotermico), che se usato correttamente ha un 99.7% di efficacia.

    Certo, tra un figlio e l’altro il desiderio di ampliare la tribù è pari alla probabilità di vincere il superenalotto… molto vicino allo zero!

    Se dovesse arrivare (ho 26 anni, e sono incinta del second@), una IVG non penso risolverebbe i problemi, ma ne creerebbe mille altri!!!! (E parlo perché ho collaborato con un’associazione che offre supporto psicologico alle donne che hanno abortito, o stanno maturando la decisione per ‘risolvere tutti i problemi’).

    Ma è un argomento talmente complesso che bisognerebbe aprire un blog solo per quest’ambito!!! 😉

    Certo, pensare alle ipotesi di scelta così, a freddo non conviene. Bisogna sempre tornare al contesto in cui vengono fatte. Se c’è una buona possibilità economica, psicologica e una rete sociale… perché no? = )

    Reply this comment
    • bismama 2.0
      bismama 2.0 29 maggio, 2012, 15:15

      Infatti, concordo. Decidere a caldo potrebbe essere errato. Nel caso in cui le linee fossero state due avrei sicuramente preso tempo e deciso con calma…

      Reply this comment
  10. francesca
    francesca 29 maggio, 2012, 13:50

    io ho voluto il secondo un anno fa, poi quand ho visto il test positivo l’attacco di panico si e’ impossessato di me! Per un mese ho vissuto nel terrore piu’ completo, non sapevo come avrei fatto ad affrontare (egoisticamente certo)la fatica di un altro figlio…e poi cosi, alla fine del terzo mese,all’ecografia di routine, il cuore non batteva piu’…non dimentichero’ mai quel momento. Avevo pensato anch’io all’IVG, ma quando e’ successo mi ha scavato un vuoto dentro…ora , dopo un anno, un bimbo lo vorrei..ma come si fa a non avere paura?io vivo all’estero, senza parenti o aiuti, e dopo il primo figlio ho avuto una lunga depressione post-partum…voi lo fareste?

    Reply this comment
    • bismama 2.0
      bismama 2.0 29 maggio, 2012, 15:17

      Secondo me, invece, quando lo vuoi ma cominci a valutare i pro e i contro, sembra vincano sempre i contro. È una scelta troppo personale, è ovvio, ma secondo me un pizzico di incoscienza nella decisione ci vuole.

      Reply this comment
    • francesca
      francesca 31 maggio, 2012, 14:43

      lo penso anch’io!

      Reply this comment
  11. Slela
    Slela 29 maggio, 2012, 13:54

    C’è anche la vasectomia, sto facendo opera di convincimento, ma ancora non ci sono riuscita…

    Reply this comment
  12. Brunhilde
    Brunhilde 29 maggio, 2012, 13:56

    A proposito del Persona il mio ginecologo italiano me lo sconsigliò con la seguente motivazione: “Gli spermatozooi possono sopravvivere anche 10-15 giorni in attesa di un ovulo da fecondare”, il che non è proprio il massimo, quando pensi “Benissimo, via libera!”, e invece no, perché quelli se ne stanno in agguato ed hanno pure pazienza.
    Allo stato attuale Siegmund basta ed avanza, visto che qua posso contare soltanto sull’aiuto di Siegfried e non ho suoceri, nonni, zii od asili su cui contare. Non mi lamento, eh!, perché lo considero un privilegio enorme potermi permettere di dedicare tutto il mio tempo al piccoletto, però in questa situazione stiamo bene in tre. Se dovesse accadere qualcosa d’imprevisto, pazienza. Abbiamo tanti di quei vestiti carini, che Siegmund crescendo ha portato pochissimo..
    Però una cosa te la voglio dire: tu sei più giovane di me, mi par di capire (ho 37 anni), perciò in Italia nessuno dovrebbe ammorbarti con la storia che, se proprio vuoi, più aspetti e peggio è. Non sono cose da poco.

    Reply this comment
    • bismama 2.0
      bismama 2.0 29 maggio, 2012, 15:18

      In realtà la vita di uno spermatozoo (o di molti) dipende da tanti fattori, anche dall’età di Lui. E di solito essi vivono per circa 5/7 gg. E infatti persona da rossi circa 7/9gg. In quei giorni, al max, usi un altro metodo barriera 😉

      Reply this comment
    • biancamora
      biancamora 30 maggio, 2012, 09:10

      Ehm… Io sono rimasta incinta usando Persona. Mi aveva individuato l’ovulazione correttamente ed invece ho avuto una seconda ovulazione il 24esimo giorno del ciclo e… Ecco che è arrivata la mia prima figlia!
      E non avevo mai mai mai avuto un ciclo più lungo di 31 giorni.
      Quando il test si è positivizzato è stato un colpo. Io lo avevo fatto per stare tranquilla e non pensarci più… ed invece…

      Reply this comment
  13. mafalda
    mafalda 29 maggio, 2012, 14:14

    Noi volevamo un solo figlio, per vari motivi. È arrivata subito, appena ho interrotto la pillola. Vista la facilità con cui sono rimasta incinta adesso andiamo di preservativo, almeno finché non smetterò di allattare e potrò ricominciare la pillola… Se rimanessi incinta non so che farei, spero di non dovermi mai porre il problema.

    Reply this comment
  14. Insight
    Insight 29 maggio, 2012, 14:35

    Il nostro terzo arrivò dopo una notte di passione senza freni. Quando il mio amore mi mostrò il test confesso che l’idea dell’IVG passò in testa anche a me. I maledetti soldi erano il problema. Sapevo benissimo anche però che lei non l’avrebbe mai e poi mai presa in consderazione, a costo di rinunciare a me. Durò solo qualche ora poi il team si arricchì ufficialmente e convintamente del 5° componente.
    Ognuno misura la vita col proprio metro, ci sono poche decisioni più personali di questa.
    Prendilo come un aneddoto senza nessun altro intento.

    Nota a margine, ma il captcha è proprio necessario?

    Reply this comment
  15. Anonymous
    Anonymous 29 maggio, 2012, 15:35

    E se fosse stato positivo come te la saresti vista col senso di colpa per l’ivg? è soffocante, credici.

    Reply this comment
  16. mammasuperabile
    mammasuperabile 29 maggio, 2012, 16:03

    io aspetto che il primogenito vada all’asilo sia per la mia salute mentale e fisica sia per dare la giusta attenzione al nuovo arrivato ma se scappa lo prensiamo al volo!
    cmq la legatura dell etube non è come un diamante: per sempre (circa una donna su 200 rimane incinta dopo la legatura delle tube)

    Reply this comment
  17. Mamma Cì - mammastudia.blogspot.com
    Mamma Cì - mammastudia.blogspot.com 29 maggio, 2012, 16:23

    bè….io ho scritto un post l’altra settimana dove ragionavo sul quando fare il secondo…sicchè….

    Reply this comment
  18. Robin
    Robin 29 maggio, 2012, 16:44

    Io devo ancora pensare al primo veramente 😉
    Ma tempo fa mi è capitato di fare il test pregando per un no e mi sono ritrovata perfettamente nella tua descrizione!!

    Reply this comment
  19. Anonymous
    Anonymous 29 maggio, 2012, 17:05

    Credo che chi considera l’ivg come una soluzione davvero non sa cosa sia l’aborto. Ma soprattutto non sa del buco nero che ingoia chi ci prova… è devastante

    Reply this comment
  20. Elisewin
    Elisewin 29 maggio, 2012, 17:42

    Ti capisco benissimo, anch’io ho avuto un giorno di ritardo qualche tempo fa e credevo di morire!
    Complimenti per il blog, domani andrò a comprare il tuo libro!

    Reply this comment
  21. La Bottega di Alex
    La Bottega di Alex 29 maggio, 2012, 17:58

    Il mio ometto ha cominciato a chiedere un fratellino e solo fratellino a 2 anni, anche noi egoisti, reduci da nottate in bianco e io che passavo da un contratto a tempo determinato a l’altro dopo che mi avevno licenziata con l’arrivo del primo figlio dopo 7 anni di servizio. Il mutuo, il bambino piccolo …. no no …. anche noi egoisti poi alla fne ci siamo detti “o adesso o mai più” io vengo da una famiglia numerosa e i miei non navigano nell’oro ma il calore familiare è una cosa unica, al compimento del terzo anno di vita di Cris, al primo mese senza anticoncezionali sono rimasta incinta (proprio come fu per il primo detto e fatto). GRavidanza pessima rispetto alla prima e poi arriva lui lo scriccioilno, lo guardavo lo accudivo ma pensavo solo a CRis non riuscivo a dare amore al secondo figlio come avevo fatto con il rpimo, un paio di mesi e la crisi è passata e sono riuscita a dividere il mio immenso amore in due. Cris contentissimo di avere un fratello, si cercano e si dividono tutto. Il lavoro in casa si è duplicato e quando finalmente stavo riappropiandomi della mia vita sono riapparsi i pannolini e le nottate. Ma ad oggi quando siamo tutti insieme sul divano o quando torno da lavoro e corrono ad abbracciarmi non riesco a pensare alla mia vita senza nessuno di loro, senza il trmabusto e la caciara che fanno insieme, senza i loro abbracci e i loro baci e soprattutto i loro “mamma ti voglio tanto bene”.

    Reply this comment
    • bismama 2.0
      bismama 2.0 29 maggio, 2012, 19:47

      Esatto. Più o meno come è andata per me. Quando First aveva 4 anni mi stavo riprendendo in mano tutto e arriva lo Tsunami! ^_^ però non tornerei indietro

      Reply this comment
  22. MammainblueJeans
    MammainblueJeans 29 maggio, 2012, 19:46

    leggi qui e dintorni: http://mammainbluejeans.blogspot.it/2012/05/la-terza-volta.html

    la tua reazione nessuno la può capire meglio di me…

    Reply this comment
  23. Laura
    Laura 29 maggio, 2012, 21:57

    Io il secondo lo vorrei ma non arriva causa ovaio policistico che non curo xchè non smetto di allattare la Pupa xchè la paura che possa rimanere figlia unica non mi fa trovare la forza d’impormi!

    Reply this comment
  24. silvia
    silvia 30 maggio, 2012, 08:38

    Il Primo è arrivato con fatica, dopo un anno di tentativi e frustrazioni. Il Secondo…prima botta senza precauzioni e ZAC! Quando l’ho scoperto ho pianto, anche che se lo desideravo, anche se lo avevamo preventivato.
    Adesso il grande ha 3 anni, il piccolo 1, sono fantastici, ma insieme terribili. Arrivo a sfera sfinita, urlo un po’ troppo spesso per i miei gusti e litigo pure con mio marito.
    Un terzo figlio adesso sarebbe un disastro, non ci voglio nemmeno pensare!
    Eppure. Eppure non sto prendendo la pillola per paura che mi sballi il ciclo, usiamo il preservativo. Eppure mi sorprendo imbambolata davanti alle tutine taglia 0 (magari rosa, la femmina mi manca…).
    Ma no, un terzo figlio sarebbe un disatro.

    Reply this comment
  25. Twins(bi)mamma
    Twins(bi)mamma 30 maggio, 2012, 12:24

    me lo chiedo anche io a volte…soddisfatta dei miei gemelli…non cerco la femmina, ce l’ho, non cerco il maschio..ce l’ho…forse come sarebbe stato con un figlio unico, ma ormai con 2 twins non sarebbe completamente unico. La mia vita già pienissima e incastrata con mille impegni…forse dopo una vincita al superenalotto e qualche altro cambiamento…è brutto “ragionare” ma si deve….

    Reply this comment
    • Mary
      Mary 30 maggio, 2012, 14:39

      secondo me non è per niente brutto “ragionare”, anzi. stiamo parlando di figli, non roba da poco, non lasciare le cose al caso secondo me è un atto di responsabilità

      Reply this comment
  26. sorairo
    sorairo 30 maggio, 2012, 17:27

    Io l’ho scampata una volta, ma credo che alla fine, a costo di avere problemi avrei detto no mille volte. già stavo malissimo all’idea di decidere lo scorso anno. Per fortuna non è successo. So che un altro se poi il problema è lavoro con annessi soldi e casa, lo fa mettere alla prima opzione di scelta. Però non sarei riuscita a tenere il peso sulla coscienza. Anche quello incide sulla famiglia.

    Reply this comment
  27. Luisa
    Luisa 30 maggio, 2012, 21:24

    Mi è successo il mese scorso, una settimana di ritardo!Panico totale, non può essere, ci dicevamo, ma allora cos’è? Non ho mai avuto ritardi, a parte due volte…quando poi ho partorito i miei due figli. Un terzo figlio, ora proprio no,non ce la faccio, ma igv mai. Come faremo, con quali forze, proprio ora? Piangerò per metá della gravidanza per la disperazione e piangerò per l’altra metà per il rimorso di aver pianto nella prima metà. Ma igv mai. Abbiamo scelto di non prendere precauzioni “serie” durante i rapporti e non ci può rimettere lui per la nostra “incoscenza”. Alla fine ho fatto il test ed era negativo, il giorno dopo mi è venuto il ciclo….Tutto risolto? Mah, insomma! Ormai pensavo di essere incinta ed avevo già iniziato ad accoglierlo.

    Reply this comment
  28. Luisa
    Luisa 30 maggio, 2012, 23:49

    Incoscienza,ovviamente! Scrivendo dal tablet mi è sfuggita una i. 😉

    Reply this comment
  29. Anonymous
    Anonymous 31 maggio, 2012, 04:40

    carissime, la mia prima ora ha 7 anni e l’ho avuta grazie all’inseminazione artificiale quano ancora in Italia si poteva.. io e lei il secondo lo vorremmo, il papà più realista ha grande grandissima paura, ma sotto sotto non è contrario. Purtroppo la crisi, il lavoro, i genitori anziani han fatto si che non rtentassi la fortuna ma cavolo se lo vorrei il secondo. Un anno fa è accaduto il miracolo e per un nanosecondo mi sono sentita al settimo cielo, purtroppo dopo 20gg non c’era più…beh mi sono detta pazienza, ma nn passa giorno che non desideri di nuovo di essere mamma. sono realizzata, sono felice, la crisi travolge la mia attività e mi dico che non importa.. ma il secondo lo vorrei. E’ bello poter avere quel che si vuole quando si vuole, ma è altrettanto bello poter scegliere. Beh, voi che potete, scegliete bene e senza rimpianti, la vita è breve, Sara Mamma di Viola

    Reply this comment
  30. Bimbo cercasi
    Bimbo cercasi 31 maggio, 2012, 11:03

    Io invece il secondo/a ce l’ho già in cantiere e la piccola già presente avrà 14 mesi alla sua nascita. Incosciente? Forse, ma contenta!

    Reply this comment
  31. mammapiky
    mammapiky 31 maggio, 2012, 15:32

    Il mio Cestino avrà 2 anni tra pochi giorni e sto, anzi stiamo,pensando che sarebbe bellissimo fare il bis…si sarà ancora più difficile di quanto non lo sia già, saremo ancora più stanchi e a volte anche più inc….i ma sono sicura che saremo ancora più felici!!!!
    Un abbraccio

    Reply this comment
  32. Rosella mittiga
    Rosella mittiga 12 giugno, 2012, 16:22

    Io ho avuto difficolta con la prima percio nn ci pensavo e’ arrivata la seconda il giorno del test ho pianto disperata al telefono con la mia migliore amica se il primo e’ impegnativo il secondo e’ catastrofico ma si puo fare basta prenderla con il sorriso .

    Reply this comment
  33. Moonlitgirl
    Moonlitgirl 3 luglio, 2012, 18:35

    Dopo ben sette anni ho appena fatto il secondo…..beh lo rifarei subito e ne rifarei un altro ancora e ancora e ancora…..non ricordavo quanto siano meravigliosi quei momenti, magici in cui metti al mondo un figlio….
    Tutti mi dicevano se ero sicura di voler ricominciare con pappe, pannolini, nottate in bianco…..si ero pronta….e non mene pento. Quando ho saputo di essere incinta certo che, nonostante lo avessimo cercato, c’erano paura, ansia….quelle non mancano mai…paura di aver preso la decisione sbagliata, di come avrebbe reagito il fratellino ( e il mio ex….)……ma lo rifarei altre mille volte!!!!

    Reply this comment
  34. Marty
    Marty 30 luglio, 2013, 09:13

    ma che bel, caro vecchio post! ci sono capitata pr caso stamattina. sai quanto mi rincuora leggerlo? no perché pensavo diessere l’unica mamma stronza ad aver pensato ad un possibile aborto IVG nel caso in cui… Non sono una matta, sono solo una (ipotetica) egoista 🙂

    Reply this comment

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*