Lozione antizanzare home made

Ho cercato in lungo e in largo una lozione antizanzare home made fino a che i Quaggers non mi hanno dato un suggerimento che ho subito deciso di testare.

Lozione antizanzare home made

Ok, non siamo proprio nel campo del beauty home made, ma pensate all’effetto dei ponfi da punture di zanzara: quanto sono antiestetici? E quanto vi fanno impazzire se non potete grattarvi perché diventerebbero ancora più visibili e gonfi?
Quindi sì, proteggersi dalle zanzare è anche un trattamento di bellezza.
Qui nel Salento, un po’ a causa della flora locale, un po’ per il tasso di umidità che a volte sfiora vette inesplorate da voi umani, ci sono decine di zanzare assetate che fanno i party a base di Bloody Mary.
Uscire senza lozione antizanzare è impossibile, soprattutto di sera e al mare. Ma avete mai letto l’INCI degli antizanzare in commercio? Fanno rabbrividire.
Se poi dobbiamo usarli sui bambini, ci rabbrividiscono anche le orecchie.

Quindi armata di spruzzino e ingredienti naturali, ho creato la mia lozione antizanzare home made.

Lozione antizanzare home made: cosa serve e come si prepara

– una bottiglia con dosatore spray
– acqua
– qualche foglia di amamelide
– lavanda o citronella per i più piccoli.

Si comincia preparando l’infuso di amamelide. A me non piace molto il suo odore, così ho preparato un decotto leggero. Per preparare l’infuso, mettete qualche foglia di amamelide nell’acqua e lasciatela bollire per qualche minuto. Filtrate e mettete a raffreddare.
Create una miscela che contenga il 50% di acqua e il 50% di infuso di amamelide.
Aggiungeteci 15 gocce di olio essenziale di lavanda o citronella.
Versate il tutto nella bottiglia con dosatore spray e agitate.
Prima di uscire spruzzate bene su braccia, gambe e collo.
Per me ha funzionato. E anche per i bambini, preda abituale delle zanzare tigre.

L'alternativa_
E se non volete spruzzarvi addosso una lozione antizanzare (anche se naturale)?
Ok, potete evitarlo ma dopo, il fastidio e il prurito provocati dalla puntura delle zanzare ci sarà.
Ho testato Bite Away®.

bite away

Cos’è Bite Away®?

Bite Away è il frutto della tecnologia tedesca che ha creato questo dispositivo elettronico maneggevole e di facile utilizzo. Si basa sull’applicazione di calore per 3 o 6 secondi – viene raggiunta una temperatura tra 50°C e 53°C – sulla parte interessata dalla puntura degli insetti (si usa anche per l’ustione da medusa).

La tecnologia di Bite Away® interviene sul pomfo. Il calore controllato del microchip viene emanato attraverso una piccola piastra in ceramica e mantiene costante il rapporto tempo-temperatura garantendo così una buona tollerabilità dell’applicazione.

Applicando Bite Away® nell’arco di pochi minuti dopo la puntura il prurito e il gonfiore vengono ridotti fino a scomparire.
L’unico neo? Il calore emanato è veramente molto e alcuni bambini, specie i più piccoli, potrebbero non tollerarlo anche se per soli 3 secondi. In ogni caso l’ho trovato pratico e molto più naturale degli unguenti in commercio.

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: Beauty
Tags: BEAUTY CORPO

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*