Pulizia del viso home made con ingredienti naturali

Ok, parliamo di pulizia del viso.
Il mondo ci prende in giro. Tutti a credere che le magliette a scacchi o a righe larghe orizzontali, il cibo di MacDonalds, le borse di Guess, i capelli rasta e la cellulite siano le vere piaghe sociali del millennio. Lasciamo un attimo da parte la cellulite che, si sa, il modo per combatterla è fare molto sport e mangiare sano – in due parole: non vivere – ma l’unico modo per sconfiggerla del tutto è usare Photoshop. La vera piaga sociale sono i punti neri.

Ok, li aborro. Ma non è possibile che io incontri nel mio cammino tutti gli individui con un’ampia predisposizione al nutrimento dei punti neri fino a farli diventare delle dimensioni dei satelliti di Giove. Non ce la posso fare.

Hanno una costellazione sulla faccia. E mi scappa sempre da allungare gentilmente il bigliettino da visita della mia estetista con su scritto “Hai dei punti neri che sembrano i pulsanti di un citofono. Quale devo schiacciare per la mia amica Sonia?”.
Poi mi astengo. Ma non è colpa mia. Li odio. I punti neri, non i portatori sani. Anzi no, odio pure i portatori sani perché non ricorrono alla pulizia del viso con la frequenza necessaria.

Quindi per evitare attacchi verbali da parte mia (che voi direte: ma chissenefrega dei tuoi attacchi verbali. E c’avete pure ragione!) e la conseguente spremitura di rito, vi spiego passo passo come faccio la mia pulizia del viso settimanale.

Pulizia del viso home made

Fase uno. Vapore
Prendete una pentola e riempitela d’acqua. Fate bollire l’acqua per qualche minuto.
Spegnete il fuoco e avvicinate il viso alla pentola (senza scottarvi) poi copritevi la testa con un asciugamano. Meno vapore esce fuori, meglio è.
Rimanete lì  per almeno 5 minuti e non asciugatevi il viso se scende giù qualche gocciolina. I pori si dilateranno al massimo con il vapore.
Quando avrete finito, luce e specchio alla mano e ovatta sulle dite, spremete qualche punto nero che si trova nella categoria satelliti minori. Capita.

Fase due. Scrub
pulizia-del-viso-home-made

Mescolate un po’ di bicarbonato con qualche goccia d’acqua. Più o meno tre /cinque gocce per ogni cucchiaio di bicarbonato. Deve venire fuori una crema molto densa che non coli. Strofinate il viso soprattutto nella zona T (fronte, mento e naso) dove di solito tendono ad accumularsi i punti neri e lasciatelo agire per 10/15 minuti.

Fase tre. Fresh
Pulizia del viso fai da te

Usare il dentifricio alla menta per effettuare una pulizia del viso casalinga e combattere brufoli e punti neri

Il dentifricio alla menta è considerato uno dei rimedi migliori contro brufoli e punti neri. Secca e asciuga il sebo. Io lo uso spesso quando un brufolo spunta prima di una giornata importante. Spesso al centro della fronte, così da trasformarti in un unicorno rosa.
Una punta di dentifricio la sera prima di addormentarti e la mattina dopo il brufolo s’è asciugato.
Comunque, mettetene un po’ sul naso e lasciatelo agire per un paio di minuti. Poi eliminatelo con un panno umido e acqua tiepida (non calda).

Fase quattro. Idratazione
Qui scegliete voi. Io spesso quando faccio lo scrub pesante uso il burro di karitè non raffinato, ma dopo la pulizia del viso, con i pori ancora aperti no. In questi casi uso del gel di aloe vera. O preso direttamente dalla pianta oppure quello in tubo che si trova in erboristeria. Fenomenale. Fa passare rossore e idrata.

Guardatevi allo specchio. Non vi hanno photshoppato la faccia, siete voi.
Non vi sentite molto meglio dopo questa pulizia del viso fai da te?

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: Beauty

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. Sara
    Sara 22 gennaio, 2014, 16:19

    Qualche tempo fa ho trovato sul web una ricetta di una maschera per il viso al bicarbonato e mi ha lasciato la pelle liscissima, proverò quello che hai scritto. L’ebook era molto carino.
    Bel post

    Reply this comment
  2. Anonimo
    Anonimo 21 marzo, 2016, 14:54

    nell’acqua aggiungo sempre foglie di salvia…Effetto uao! 🙂

    Reply this comment
    • Serena
      Serena Author 25 marzo, 2016, 10:05

      Oh! Grazie per la dritta… ci proverò perché l’effetto uao! mi garba assai 😀 😀 😀

      Reply this comment

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*