Shopping on line con la personal shopper

Quando andate in giro per negozi a fare shopping, lo fate da sole o di solito vi fate accompagnare da un’amica, vostra sorella, zia, mamma, babysitter, vicina di pianerottolo? Io, lo sapete, amo fare shopping on line: niente ressa, niente orari e tanta calma per scegliere e fare abbinamenti, ma quando vado per negozi lo faccio con delle amiche o con mia sorella. Ho bisogno del parere di un’altra persona, meglio se con gusti diversi dai miei, che mi dica con sincerità «con quel tubino sembri un dirigibile».
Ma on line? Puoi farti aiutare da un’amica a scegliere ma se non è un’esperta che può immaginare quel vestito indossato da te non potrà aiutarti se non a scegliere il colore che va più alla moda quest’anno. Il fatto che quel colore faccia risultare il tuo viso fosforescente è solo un dettaglio del quale verrai a conoscenza solo dopo aver ricevuto e indossato il capo.
E quindi fino a poco tempo fa ho seriamente sottovalutato la figura della personal shopper. Ho capito che ne avevo bisogno quando ho dovuto svuotare l’armadio e ci ho trovato quattro-tubini-quattro neri (molto simili tra loro) che se li avessi messi per quattro giorni di seguito mi avrebbero preso per un cartonato abbinato ai mobili dell’ufficio. Per non parlare delle maglie nere, a manica corta, a manica lunga, a pipistrello, dolcevita, scollo a cuore e a barca. Non potevano mancare pantaloni neri, leggings… fatemi pensare… ah sì, neri pure quelli e le gonne di sfumature dal grigio scuso al nero.  In pratica il guardaroba di una prefica siciliana.
Il giorno in cui ho messo gli abiti sul letto per il cambio di stagione è stato IL momento in cui ho capito: o consultavo una personal shopper o mi sarei vestita come mortisia per il resto della mia vita. Che poi il nero mi piace moltissimo, non è solo un’esigenza di semplicità che consente di evitare l’abbinamento di colori da fine turno al semaforo, ma non posso vestirmi in continuazione come una gattara incompresa. Voi capite.
E così io e Anna Turcato ci siamo messe al lavoro. Io ho imparato a capire quant’è brava e quanta passione mette nel suo lavoro e lei ha imparato a capire i miei gusti e le mie forme.
Le mie richieste:

richieste personal shopper
Volevo qualcosa di colorato, pratico, da poter comprare on line (ovviamente) e spregiudicatamente cheap!

Le sue risposte:

How to: the sand pants
How to: the ceremony
How to floral

Con i consigli:
Floreale: Ultima tendenza moda, non può mancare un capo floreale in un guardaroba di una donna giovane, fresca e attiva come te. Il pantalone può essere tipo jeans o più morbido. Se gonna propongo una pencil skirt per esaltare le forme mediterranee. Sopra un top basico (bianco o nero) e accessori luminosi giocati sui colori della stampa floreale.

Cerimonia: questo è il periodo delle cerimonie. Ti propongo un abito semplice che esalta le forme e nasconde i difetti. Stampa a righe bianco e nero (altro trend di stagione). Illuminalo con il corallo, colore che si sposa particolarmente bene con il tuo incarnato. Questo tipo di abito è bon-ton con le scarpe basse tipo ballerine ma si presta anche al tacco alto e sandalo fetish, diventando veramente cool. Orecchini a bottone dalla forma divertente. E mi raccomando attenzione al dettaglio make-up con smalto in nuance perfettamente steso su mani e piedi.

Pantaloni: se li preferisci beige colorali con toni aranciati, maglie lunghe e morbide sopra a cui abbinare un giacchino piccolo e infiancato per ristabilire le proporzioni, visto che sei minuta e piccolina. Accessori dorati perfetti per i tuoi colori. Orecchini lunghi estivi da indossare sia con i capelli sciolti che con la coda stretta (che mi sembra tu porti spesso).
Se osi il colorato su di te mi piace il fuxia. Visto che ami le maximaglie o le camicie voluminose perfetta la versione ultra skinny e la giacca aderente sopra, anche in questo caso per ristabilire le proporzioni. Non avere timore di osare i colori, sia tono su tono che in contrasto (ti propongo un po’ di soluzioni). Se l’outfit è molto colorato consiglio però accessori in toni neutri.

Questa storia degli outfit costruiti su misura per me mi ha talmente entusiasmata che ora, ogni volta che apro l’armadio penso: «chissà se Anna approverebbe». E niente, la vorrei sul comodino fra i libri e l’abat jour, in formato tascabile. Poi so che posso averla su Skype dietro appuntamento ogni volta che ho bisogno della sua consulenza (e senza dover vendere un rene, come invece credevo), e mi consolo.

Ho già cominciato il restyling dell’armadio comprando un paio di ballerine e una borsa colorate più le maglie di Zara, che non vedo l’ora arrivino. E mi sento molto meno prefica e molto più leggera.
E voi come fate shopping on line? Vi piacerebbe avere una personal shopper pronta a consigliarvi?

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: Lifestyle, Shopping

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. silvia
    silvia 12 maggio, 2014, 13:29

    Ma…le ballerine e la borsa sono quelle che ti ho visto martedì scorso a Milano? 😉
    Comunque io non ho il coraggio di svuotare l’armadio perché altro che Morticia… qui ho avuto il periodo nero seguito dal periodo solo blu …
    Gli outfit che ti ha suggerito Anna sono meravigliosi! *__* mi sa che ci penserò anch’io ai suoi servigi, intanto la seguo su tutti i suoi canali social e mi piace un sacco!

    Reply this comment
    • Serena
      Serena Author 12 maggio, 2014, 14:26

      Sì, proprio quelle 🙂 carine vero?
      Io l’ho svuotato ma lo risvuoterò a giorni per il colpo finale!

      Reply this comment

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*