Sicurezza in internet per i bambini

Francesco ha quasi 10 anni e da un po’ ormai naviga in rete usando il mio pc e il suo tablet.
Prevalentemente gioca ma comincia anche a guardare video su Youtube e ascoltare musica.
Recentemente ho avuto a che fare con un incidente. Cercavo su Youtube dei video dei Teletubbies (maledetti!) per creare una playlist da usare nei momenti di bisogno per intrattenere Swami.
Dietro a un video intitolato “Balla con i Teletubbies” si nascondeva ben altro. Appena è partita la musica, ho capito che non era il video giusto e che dei Teletubbies c’era ben poco.
E se lo avessero cercato i bambini?

Houston we have a problem.
I nostri pc e tablet non sono abbastanza sicuri per consentire un uso tranquillo ai bambini. Occorre soluzione.

Sicurezza in internet per i bambini: qualche dato

Cercando in rete, ho anche trovato qualche dato abbastanza sconvolgente. Ok, riguarda i bambini americani, ma ormai il gap ormai credo sia quasi inesistente.

3


Dell’infografica ho riportato solo alcuni dati, altri erano veramente troppo scioccanti.
Ok, è abbastanza spaventoso e inquietante che ci sia tanto materiale inappropriato a portata di click, ma sta a noi fare in modo che questi contenuti non entrino nei pc e device che usiamo e facciamo usare anche ai bambini. Come? Con qualche semplice accorgimento.

Sicurezza in internet per i bambini: proteggi i tuoi dispositivi

Il primo passo per creare un ambiente tecnologico a prova di bambino è installare un ativirus e un anti malware.
Un anti malware gratuito che per ora reputo il migliore è Malwarebytes.
Di antivirus ce ne sono molti, ma i più efficienti e gratuiti sono Sophos { anti-virus per Mac } e AVG  {Antivirus antivirus per PC } .
Ora abbiamo il computer protetto da antivirus e malware. Ma c’è ancora altro da fare.

Rendi sicuri i motori di ricerca
Google e YouTube sono comunemente utilizzati da entrambi i bambini e genitori .
Google viene utilizzato per cercare informazioni o immagini mentre Youtube è comunque un motore di ricerca per i video.
Per entrambi, ma soprattutto per Youtube, dobbiamo assicurarci di prendere le dovute precauzioni.

La procedura è semplice e veloce, per entrambi. Ormai sono parenti stretti.
Vai su Google.com e crea un account se non ne hai già uno. Se hai un account di posta gmail, usa quello.

Nella pagina di Google, sotto all’icona di G+, trovi la rotellina per l’accesso alle impostazioni. Seleziona Impostazioni di ricerca.
In Filtri SafeSearch , selezionare la casella “Filtra i risultati espliciti”.
Poi clicca su Blocca SafeSearch, inserisci la password dell’account Google e accedi. Clicca sul pulsante Blocca SafeSearch per confermare. Ora i contenuti espliciti sono esclusi dai tuoi risultati di ricerca.
Sai che il tuo  SafeSearch è attivo per la presenza dei palloncini  sul lato destro dell’intestazione.

 

Filtro di sicurezza di YouTube per contenuti espliciti

Fai il login o creare un account gratuito su YouTube tramite l’account Google. Vai alla pagina del tuo profilo.
Fare clic su Gestisci sottoscrizioni nell’angolo in basso a sinistra.
Passa alla modalità di sicurezza su On e salva. Done!

Web Browser Kid Friendly
Se i bambini sono comunque ancora piccoli, tipo sotto i dieci anni, secondo me p meglio utilizzare un browser adatto a loro.
Uno dei browser web per bambini che preferisco è KidZui.
Si tratta di un browser web appositamente progettato per i bambini che amano giocare e guardare video.
Contiene contenuti filtrati ed estremamente sicuri. Così possiamo stare tranquilli.

Un altro strumento utile è K9 Web Protection.
Si tratta di un filtro che protegge i bambini da contenuti non adatti e aiuta i genitori a monitorare l’attività Internet sul computer di casa. Esiste anche per smartphone sia Android che per iOS.

Io ho installato sia i web browser per bambini che i filtri SafeSearch per star tranquilla. E voi proteggete in qualche modo i device che usano anche i vostri figli?

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: Tech

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. uesciva
    uesciva 6 febbraio, 2014, 10:34

    aaah, argomento che mi angustia e interessa tantissimo, utilissimo il tuo post! Ne ho parlato anche io, da un’altra angolatura, che mi angustia altrettanto… tu di questo che dici?
    http://www.uesciva.com/rischi-educativi/cosa-uccide-la-creativita-dei-nostri-figli/
    http://www.uesciva.com/bambini-2-0/bambini-2-0-this-is-the-question-sapevatelo/

    Reply this comment

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*