Stimolare la curiosità nei bambini: un gioco da ragazzi

Stimolare la curiosità nei bambini è uno dei compiti più semplici per ogni genitore. Perché? Se avete almeno un figlio lo sapete: i bambini sono curiosi già per loro natura infatti è la curiosità che li invoglia a gattonare, camminare, raggiungere nuovi obiettivi da toccare, assaggiare o osservare e, per quelli più grandi, l’età dei perché ne è un esempio perfetto.

Come stimolare la curiosità nei bambini

Per fare in modo che questa voglia di scoprire non si spenga con la crescita, è importante stimolare la curiosità nei bambini, perché essere curiosi è la base dell’apprendimento, essere curiosi servirà, durante la loro carriera scolastica, a voler conoscere sempre più informazioni riguardo a un argomento specifico.

Cinque modi di stimolare la curiosità nei bambini

  1. Lettori si diventa: leggere è sicuramente l’azione che più di ogni altra può insegnare contemporaneamente a stimolare la curiosità e a dare le giuste risposte alle domande che ci poniamo. All’inizio cominciate leggendo voi dei libri per i vostri bambini, poi, pian piano, leggeranno da soli, ma insegnate loro a farlo e ad amare la lettura. Anche gli albi illustrati forniscono ottimi spunti e stimoli: spesso le immagini catturano l’attenzione dei bambini più delle parole e stimolare il loro spirito d’osservazione sarà d’aiuto anche per rafforzare la loro curiosità.
  2. Viaggiare: non si può viaggiare senza porsi domande, fare confronti tra la propria cultura e quella del paese che si sta visitando, ascoltare nuove lingue. Ma, anche senza andare troppo lontano, basta cambiare panorama: andare in campagna, al mare, allo zoo per avere nuovi spunti di riflessione.
  3. Al bando l’apprensione: non siate limitanti! È importante lasciarli fare le proprie esperienze. Ok, dovete proteggerli e stare attenti che non si facciano male ma non possono vivere sotto una campana di vetro o avvolti nella bambagia. Un esempio? Una caduta gli insegnerà che dovrà stare più attento se non vorrà farsi di nuovo male.
  4. Siate presenti: spesso l’età dei perché può essere snervante. Lo so, ci sono passata due volte. Ma la vostra presenza e disponibilità a rispondere a ogni loro domanda, è essenziale. Ogni domanda fatta da un bambino che sta imparando merita una risposta. Armatevi di pazienza e anche se a voi una domanda può sembrare stupida o scontata dovrete insegnargli proprio il contrario: non esistono domande stupide, esiste solo la voglia di sapere.
  5. Scegliere attentamente i loro giocattoli: quando ho cominciato a comprare i giocattoli per i miei figli lo facevo spesso appagando i miei desideri. Spesso i bambini erano contenti delle mie scelte, ma ciò che man mano ho imparato è che, prestando un po’ più di attenzione nella scelta dei giocattoli, avrebbero potuto, per esempio, imparare delle paroline in inglese, imparare i colori o altro. Quindi, spesso, dietro a un semplice giocattolo, si nasconde molto di più. Molto meglio scegliere quei giochi in cui i bambini devono ragionare e riflettere rispetto a quelli in cui sono solo degli utenti passivi.

CodaBruco di Fisher-Price: un gioco che aiuta a stimolare la curiosità nei bambini

CodaBruco di Fisher-Price è un esempio di giocattolo che aiuta a stimolare la curiosità nei bambini.
Coda Bruco è uno dei nuovi giocattoli Fisher-Price dedicati all’apprendimento dei bambini in età prescolare
: il CodaBruco insegna ai bambini a pensare in modo indipendente, stimola la curiosità, la sperimentazione, rafforza le capacità di risoluzione dei problemi in modo nuovo per i bimbi.

CodaBruco di Fisher-Price è composto da una testa motorizzata e 9 segmenti modulari, ciascuno dei quali implica un movimento o una azione al bruco: avanti, a destra, a sinistra, balla, sosta prima di ripartire.
Spostando e posizionando i segmenti modulari in sequenze differenti, i bambini possono decidere come il CodaBruco debba muoversi in un ambiente.

Quando inventano una sequenza creando un percorso da far seguire al CodaBruco, ad esempio per raggiungere dei bersagli posizionati in una stanza, i bambini imparano a programmare e a trovare soluzioni! È tutta una questione di decodifica e di divertimento!

 

Come stimolare la creatività nei bambini

Con luci, suoni ed occhi che lampeggiano, i bambini daranno effettivamente vita al Coda Bruco!
Pronti… attenti… si parte…
La tecnologia che aiuta a stimolare la curiosità nei bambini è sensazionale!Buzzoole

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Commenta con Facebook...

commenti

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*