Vacanze in Puglia: quella magia che non ti aspetti

vacanze-in-puglia

Agosto in Puglia è stato un incubo.
Agosto in Puglia è stato meraviglioso.
Punti di vista diversi.
Chi arriva, assapora in pochi giorni il frutto di mesi di lievitazione, e va via con il cuore pieno di bellezza. Chi resta si rifugia nell’entroterra, visita posti che altrimenti mai, pensa che presto arriverà settembre e le spiagge torneranno a essere posti in cui rilassarsi senza gomitate o tempeste di sabbia improvvise.
Una Puglia che accoglie, cura, coccola, avvolge, rasserena, calma, lenisce e distende come un balsamo per l’anima.
E quella passione che si respira nelle corti, nei vicoli, in ogni passo, perfino nei sospiri. Passione nella musica, nei movimenti, nella seduzione, nei sapori, nei colori forti, nelle attenzioni, nei rapporti, nella difesa della terra, nel lodarla, nel lasciare il segno, nel tentare di rapire chi, per la prima volta, le si presenta davanti.

Non si tratta più solo di turismo. La storia diventa ben più lunga.

C’è chi arriva per la prima volta, si sconvolge per poi imparare ad amare i ritmi lenti e l’apparente assenza di impegno e caos per poi ritrovarsi completamente spaesato al rientro. E giura amore eterno al tacco e a tutto quello che ha da offrire.
C’è chi ci ritorna trattandola come un’amante estiva con la quale divertirsi, della quale rimpiangere i bei momenti ma con cui non sarà mai possibile costruire nulla di più.
C’è chi la sogna da così tanto che comincia a dubitare che quei paesaggi meravigliosi che si vedono in foto esistano sul serio.
C’è chi ci vive da sempre e dopo aver girato il mondo alla ricerca di quel popolo, di quei difetti, mai altrove ha trovato lo stesso calore, la stessa passione e le stesse persone.

E chi viene in Puglia va via con quella passione tatuata nel cuore, con la cultura dell’accoglienza che gli ha infettato la personalità, con il retrogusto del sapore delle risate sempre in bocca e con una prospettiva tutta nuova con cui guardare ciò che gli ruota intorno.
La Puglia ti lascia addosso emozioni salmastre, ricordi dai contorni netti e voglia di diventare un esploratore, di conoscerne ogni centimetro per poi, esausto, ricominciare.
La Puglia ti lascia negli occhi il blu che si declina in tutte le sfumature, il verde che impedisce l’unione di cielo e terra, nelle orecchie il rumore dei tamburelli, delle cicale, del silenzio, delle risate, delle due del pomeriggio, nel naso i profumi di pomodoro, di basilico, di finocchietto selvatico, di mare, di pittule e vino. Nel cuore la sensazione di pace.

E chi è stato in Puglia davvero, lo riconosci da come ne parla.
Per me la Puglia è ovunque e ovunque vada c’è un po’ di Puglia perché sono io a portarmela nel cuore.
Ma non potrei vivere ovunque, potrei vivere solo qui, nella mia Puglia.

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: Viaggi
Tags: PUGLIA, VIAGGI

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. Anonimo
    Anonimo 7 luglio, 2016, 10:51

    Ciao Serena, ho letto con cura il post. Io tra un mese circa sarò a Torre dell’Orso, vicino Otranto. Che dire le immagini non lasciano scampo a dubbi. Soggiornerò presso il Corte del Salento. Tu che sei stata in Puglia, hai qualche altra meta da consigliarmi. Tieni conto che starò una settimana. Grazie di cuore

    Reply this comment
    • Serena
      Serena Author 8 luglio, 2016, 10:16

      Più che essere stata in Puglia, io in Puglia ci vivo 🙂
      Devi vedere Otranto, Gallipoli, Lecce e il suo centro storico e poi i Laghi Alimini, la Baia dei Turchi, Punta Prosciutto e l’Isola dei Conigli 🙂
      Ma c’è anche molto molto altro 🙂

      Reply this comment

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*