Volare con Ryanair e (soprattutto) con una valigia di 10kg

Questo NON è un post sponzorizzato da Ryanair. Anzi.
Momento outing: nonostante abbia viaggiato decine di volte in aereo, non lo avevo mai fatto con Ryanair.
Quando hanno confermato le date di #BattleRoyale e degli #SDBAwards ho cercato un volo. Alitalia e Airone – compagnie con cui viaggio di solito – scartate al primo click. Avrei dovuto presentare busta paga e garante per poter avere i biglietti.

d990d41c3cab11e38a1922000a1fb0ef_8

Pessimismo e fastidio. Shock e delusione. Alitalia mi ha rimbalzata. A me, fedelissima tesserata Millemiglia. Argh!

Mi tocca Ryanair. Quella compagnia per cui – dopo aver fatto i biglietti – ho scoperto che i neonati sono accessori da borsetta, al pari di un bagaglio a mano, e la borsa va infilata in valigia.
E soprattutto, il bagaglio non deve superare i 10 kg. Se avete un neonato di 6 kg, dovete sacrificare le mutande e calibrare bene le dimensioni del trolley.
Ecco proprio in merito al trolley, per recuperare peso ho scelto una sacca; niente ruote e più maglie. Brutta storia.
Poi me ne sono pentita, ma questa è un’altra storia.
Il fatto è che la storia dei 10kg mi ha fatta entrare in crisi. 10 kg, compreso il netbook, la mia borsa contenente almeno tre pochette, l’agenda, un quaderno per gli appunti,  un portapenne, una pochette per il trucco e millemila altre cose; in più i vestiti. Dovevo stare via tre giorni. Tre giorni in cui erano previsti tre pranzi, due cene, (almeno) tre aperitivi, un blogtour. Il pensiero di potermi portare dietro un solo paio di scarpe mi ha destabilizzata. Parecchio.

Per non parlare delle dimensioni nane che la sacca deve avere.
Panico.
Innanzitutto ho iperventilato. Mi sono maledetta enne volte per aver scelto Ryanair. Ho fatto infinite liste. Me ne andavo in giro ammirando le evidentissime capacità organizzative delle altre donne che riescono a utilizzare borse piccole. Mi è capitato di sbirciarci dentro per capire come cazzo avrei potuto fare a infilare il mio mondo in quel microcosmo griffato.
Ho fatto millemila prove, infiniti outfits, li ho pesati, incastrati in valigia, mi ci sono seduta sopra. Ho pensato di salire sull’aereo vestita a cipolla e di farmi una sauna terapica, ma alla fine gli abiti non sarebbero più stati utilizzabili. Un buco nell’acqua.
Ho avuto una crisi profonda quanto una pozzanghera e ne sono uscita macchiata di fango in ogni dove.
Così con infinita pazienza e precisione certosina ce l’ho fatta. Alla fine la mia valigia pesava 9.700 gr. Mi son tenuta 300 gr di riserva in caso di bilance sfasate e cose simili.
Siccome ho condiviso l’angoscia del bagaglio a mano di Ryanair con chiunque mi capitasse a tiro nei giorni precedenti il volo, e siccome ho raccolto solidarietà inscatolata in formato famiglia, ho deciso di riportarvi qui la lista delle cose che ho messo in valigia per un week end. Magari vi torna utile per gestire la crisi di panico quando cliccherete su conferma prenotazione.

I vestiti: due paia di Jeans, un paio di pantaloni damascati, un paio di leggins. E i pantaloni sono ok.
Le maglie: una maglia a manica corta, una camicia a manica corta, tre maglie a manica lunga.
Il pigiama, la biancheria intima, una cinta, il netbook, il minibeautycase con i formati piccoli per bagnoschiuma e simili.
La borsa: una pochette con caricabatterie vari e cavetti, due pen drive, e varie SD. Una pochette con il make up. Una pochette con penne, evidenziatori e matite. Una pochette con il mini kit di pronto soccorso. Un blocco per gli appunti. Gli occhiali da sole e l’agenda. E sicuramente qualcos’altro.

Come infilare la borsa nella sacca ve lo risparmio. E mica posso dirvi tutto io.

 

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: My life, Viaggi

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. Marty
    Marty 4 novembre, 2013, 10:03

    curioso come tu abbia inserito il netbook tra i vestiti 😀 alla fine ce l’hai fatta, ed eri vestita molto bene! ma non funzionava nascondere la borsa sotto la giacca?

    Reply this comment
  2. firmatocarla
    firmatocarla 4 novembre, 2013, 10:04

    Wonderful! Io ancora non mi capacito, ma chi riesca a infilare tutto lì dentro merita l’oscar. Io semplicemente non volo.

    Reply this comment
    • bismama
      bismama 5 novembre, 2013, 18:41

      L’aereo è il mio mezzo di trasporto preferito. Lo preferisco anche al treno, ma è anche che io abito in terronia e farmi tipo 12 ore di treno per andare a Milano è fuori discussione. Fino a Roma ci arrivo in treno, oltre no. Mai!

      Reply this comment
  3. Hermione
    Hermione 4 novembre, 2013, 10:21

    Sei stata molto brava! Io ho avuto lo stesso problema qualche settimana fa. Ma alla fine mi sono arresa e ho prenotato anche un bagaglio in stiva…

    Reply this comment
  4. Anonimo
    Anonimo 4 novembre, 2013, 10:42

    Ma il neonato lo pesano al checkin con la sacca?

    Reply this comment
    • bismama
      bismama 5 novembre, 2013, 18:46

      Io non chiederei. Metti che ti dicono che devi infilarlo in valigia? Quelli là son capaci di tutto O_o

      Reply this comment
  5. FRANCESCA EQUAZIONI
    FRANCESCA EQUAZIONI 4 novembre, 2013, 13:15

    mi ha fatto sorridere il tuo racconto perchè esattamente due mesi fa mi ha preso lo stesso panico.
    ecco, forse non proprio lo stesso visto che anche io sono partita con un volo ryanair ma per un soggiorno un pò più lungo (forse addirittura definitivo!) e ho dovuto cercare di infilare in valigia tutta la mia vita e quella della mia famiglia 😀
    ma alla fine anche noi abbiamo superato la prova: io, due figli – per un totale di 30 kg divisi in 3 bagagli a mano – e altri 30 kg divisi in due zainoni da trekking imbarcati nella stiva, a pagamento ovviamente
    insomma… se pò fà!

    Reply this comment
  6. Marta
    Marta 4 novembre, 2013, 14:18

    io avrei lasciato a casa la busta con penne, evidenziatori, matite, blocco per appunti bagnoschiuma e kit del pronto soccorso (a meno che non si tratti di farmaci salvavita).
    Sono tutte cose che puoi trovare a destinazione. Va bene che sei fissata con la cancelleria, ma mica muori se per un paio di giorni non hai il tuo evidenziatore preferito.

    Reply this comment
    • bismama
      bismama 5 novembre, 2013, 18:47

      Il kit di pronto soccorso devo averlo sempre con me. Sono farmaci che prendo sempre e sempre alle stesse ore, più o meno. Quindi quella è la prima cosa che parte in valigia, poi il resto.
      La cancelleria… beh dove sarei andata avrei avuto bisogno di prendere appunti, evidenziare, scrivere… no, non ce la potevo fare senza. E poi pesavano tipo 100 gr.

      Reply this comment
  7. Trasparelena
    Trasparelena 4 novembre, 2013, 14:48

    ehm, non potevi portare meno jeans e più leggings? che i jeans pesano di bestia!
    oppure gonne e collant
    😉

    Reply this comment
  8. Sara Salvarani
    Sara Salvarani 4 novembre, 2013, 19:18

    Ti sei portata il kit di pronto soccorso?!?! Mica venivi nel centro dell’Africa Nera!!!! Sei pazza. Ti amo.

    Reply this comment
  9. marta
    marta 4 novembre, 2013, 22:20

    Volo con ryanair da anni,dall’aereoporto di Orio al serio ci sono un sacco di voli convenienti.Dopo la prima volta vedrai che ti verrà tutto automatico,e soprattutto imparerai a lasciare a terra cose inutili..e a vestirti a cipolla..Alitalia costa decisamente troppo ormai,ti credo che è in fallimento!Baci

    Reply this comment
    • bismama
      bismama 5 novembre, 2013, 18:51

      In effetti Alitalia costa, ma a volte ho trovato offerte convenienti, soprattutto prenotando con largo anticipo.

      Reply this comment
  10. Perla
    Perla 6 novembre, 2013, 08:18

    Ma alla fine non hai detto che scarpe ti sei portata dietro perché andassero bene con tutto

    Reply this comment
    • serena
      serena 6 novembre, 2013, 08:25

      Avevo un paio di tronchetti da cowgirl color miele con tacco 7 ma largo e (brutta parola) comodo

      Reply this comment
  11. Anonimo
    Anonimo 7 novembre, 2013, 12:01

    ahaha io ormai sono espertissima siamo stati una settimana a praga volando low cost (non ryanair ma un’altra con ancora + restizioni!!! incredibile ma vero), col tempo ballerino e in un trolley A MANO avevo abbigliamento e necessaire sia autunnale che primaverile x me + pupa 2enne! in cina 1 settimana x lavoro idem 1 trolley a mano! il trucco è portare via un po di tutto ma tutto abbinabile in + combinazioni. ps poi inspiegabilmente se andiamo via in auto anche solo x un weekend…….quasi non riesco a chiudere il bagagliaio da quanto la carico…..
    baci, sei fantastica !!! sally

    Reply this comment
    • Serena
      Serena Author 11 novembre, 2013, 14:10

      Infatti anche io mi stupisco quando viaggio senza limiti. Ho sempre mille mila “metti che” in valigia 😀

      Reply this comment

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*