Zaino scolastico pesante? Arriva ZainoDigitale.it

Zaino scolastico pesante

Lo zaino scolastico pesante è il motivo per cui spesso l’entusiasmo dell’inizio di un nuovo anno scolastico lascia spazio alla preoccupazione dei genitori.
Già, perché lo zaino scolastico è sicuramente un imprescindibile compagno della vita scolastica di bambini e adolescenti, ma ahimè, il suo peso aumenta in maniera direttamente proporzionale al grado di istruzione e al tipo di scuola frequentata e  le conseguenze sulla salute dei bambini sono diverse oltre che importanti.

Le conseguenze dello zaino scolastico pesante sulla salute dei bambini

Lo zaino scolastico pesante e il suo uso scorretto causano mal di schiena e altri problemi di postura a migliaia di ragazzi ogni anno. Un esempio? In America il 64% delle visite mediche degli adolescenti è dovuto a dolori articolari.
Ciò accade perché spesso il peso dello zaino è superiore al 15% del peso del bambino. In questo caso il baricentro del corpo si sposta all’indietro rispetto agli arti e il bambino si spinge in avanti per controbilanciarlo, sforzando così spalle, anche e rachide.
Inoltre, anche quando lo zaino viene indossato è un momento piuttosto delicato: il bambino dovrebbe sollevarlo facendo forza su entrambe le ginocchia e dovrebbe sempre essere aiutato da un adulto.

A questo proposito, un articolo apparso sulla rivista di settore Medico Pediatra dà qualche suggerimento ai genitori su come equipaggiare al meglio i figli senza sovraccaricare lo zaino. In questa infografica redatta dall’Huffington Post, trovate il riassunto.

zaino-scolastico-pesante-conseguenze-salute-bambini

Un altro aiuto per risolvere il problema dello zaino scolastico pesante arriva da Zainodigitale.it, un nuovo servizio on line per accedere alle versioni digitali dei testi scolastici adottati.

Zainodigitale.it: un nuovo servizio per accedere ai testi scolastici digitali adottati con un solo clic

Zaino scolastico pesante arriva zaino digitale

Si chiama Zaino Digitale (www.zainodigitale.it) il nuovo progetto dell’Associazione Italiana Editori (AIE) che rivoluziona e semplifica per gli studenti e le famiglie, a partire da questo anno scolastico, l’accesso ai contenuti digitali integrativi dei testi scolastici o ai libri in formato digitale.

Zainodigitale.it è una piattaforma unica, uno Zaino Digitale appunto: grazie alla registrazione sul sito, con un’unica email e un’unica password, gli studenti  possono accedere da un unico punto alle diverse piattaforme degli editori aderenti all’iniziativa, che sono la quasi totalità.

Usando ID e password registrati su Zaino Digitale, lo studente potrà accedere al suo Cruscotto personale; scegliendo la scuola, la classe e la sezione di appartenenza, troverà la lista dei libri di testo adottati nella sua classe.  Da lì potrà accedere all’edizione digitale dei libri di testo e/o ai loro materiali digitali integrativi presenti sulle piattaforme di tutti gli editori aderenti: un unico punto di accesso con un clic da pc, tablet o smartphone.
In molte scuole non si può ancora utilizzare il tablet durante le ore di lezione ma può essere un ottimo aiuto per ridurre il peso dello zaino negli spostamenti pomeridiani quando si va al doposcuola o a studiare a casa di amici magari.

“L’innovazione è parte integrante del lavoro degli editori – ha sottolineato il presidente di AIE, Ricardo Franco Levi –.  Non ci limitiamo a creare i contenuti ma giorno dopo giorno lavoriamo su come renderli più accessibili.  Zaino Digitale nasce con questo unico obiettivo: costituire un servizio alle famiglie e agli studenti, una chiave d’ingresso semplice e immediata per i libri e i contenuti integrativi adottati dagli insegnanti nelle varie scuole e per tutti gli ordini, dalle primarie alle secondarie di primo e secondo grado”.

_________________________________________________________________________
Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: Scuola, Tech

Commenta con Facebook...

commenti

... oppure con Wordpress

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*