Di febbri estive

Una botta di vita si paga. Cara.
Questa la riflessione del giorno.

L’altra domenica, ritaglio un po’ di tempo per noi e andiamo al mare.
Evvai.
Da qui si susseguono:
Ritardi di consegne di progetti. Cause non identificate.
Raffreddore e febbre per la sottoscritta. Che ammalarsi a luglio è già una botta di culo.
Raffreddore e febbre per Second. E qua neanche il dizionario della sfiga contempla il caso.
L’esaurimento nervoso mi citofona da ieri. Finora non ho aperto. Resisterò? E soprattutto, quanto?
Si accettano scommesse.
Ora, io di default, non sono una che si lamenta. Quasi mai.
Ma qua, la goccia farà traboccare il vaso.

Ho delle scadenze importanti in questi giorni. Dovrei essere lucida e poter lavorare.
Invece in testa ho il vuoto cosmico. La particella d’acqua Lete, da sola, equivale a un rave, rispetto alla desolazione che ho in testa.
Io con la febbre mi posso anche sopportare. Sono andata a lavoro comunque, tranne un giorno – si, stavo quasi crepando.
Ma la nana, è una cosa insoffribile.
Alterniamo lo stare in braccio con lo spalmarci sul letto a tetta sciolta; camminiamo per ore prese per mano. Anche se lei è nel girello.
Dice mamma dalle 3000 alle 3500 volte al giorno. Lo dice anche indicando il bagno. È deprimente!
Non mangia nulla che non sia la tetta. La mia tetta. Io, in compenso, sparisco come un ectoplasma.
Stanotte ha deciso che, tra le due e le tre, era l’ora giusta per giocare con le calamite sul frigo.
Ecchevvelodicoaffare? Chi è che alle due di notte non gioca alle calamite?
Basta così o continuo?
Sono capace di inibirvi l’ovulazione a vita. A me la Cerazette mi fa un baffo!
A questo punto volevo solo avvisarvi di non lasciare uno Zanichelli a portata di bimbo.
Alla voce “nevrosi” c’è una mia foto. Non è un bel vedere. Bollino rosso.


Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: My life

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. rocciajubba
    rocciajubba 2 Agosto, 2010, 10:23

    passerà passerà passerà…
    te lo ripeto per ripeterlo a me: da quando io e DaddyBear ci ritagliamo più spazi per noi Belvetta ci fa vedere i sorci verdi di notte. non ha la febbre è vero…ma io ho perennemente sonno lo stesso…

    Reply this comment
  2. bismama 2.0
    bismama 2.0 2 Agosto, 2010, 09:39

    @Marlene: io non ci sono abituata. First non ha mai fatto così…o forse si e la memoria non anticoncezionale l’ha rimosso?

    @simplymamma: eh si….

    Reply this comment
  3. simplymamma
    simplymamma 1 Agosto, 2010, 17:20

    dai…pensa che passa!!!

    Reply this comment
  4. Marlene
    Marlene 1 Agosto, 2010, 16:06

    Ricordo bene la mia quando faceva così…che ti dobbiamo dì bis, è un altro di quei bei momenti che ci relaga la maternità, piega e metti in tasca, passerà pure questa!

    Reply this comment
  5. bismama 2.0
    bismama 2.0 1 Agosto, 2010, 10:21

    Fortunatamente stanotte è andata meglio! sveglia alle 5.30 (anche prima per la verità) per la febbre…Arrrgh quando passerà?

    Reply this comment
  6. bismama 2.0
    bismama 2.0 31 Luglio, 2010, 20:50

    Grazie ragazze! Ho lasciato la nana alla zia e sono fuggita a fare la spesa con IlMaritoIdeale! Un po’ va meglio ma il mal di testa e’ ingestibile! Voglio un buono per 8 ore di sonno filateeeeee

    Reply this comment
  7. PAMEN
    PAMEN 31 Luglio, 2010, 19:01

    Le calamite alle 2 di notte anche no, però, eh!!
    E provare a rimetterla nel suo lettino con un bel carillon?
    Da qualche parte devi dire di no, altrimenti come fai a sopravvivere??
    Un abbraccio solidale da un’altra latteria alla spina!

    Reply this comment
  8. Navigo a Vista
    Navigo a Vista 31 Luglio, 2010, 17:19

    No, Bis!!!! Dai. Inspira, espira, inspira, espira. Non serve a nulla lo so. Ma sfogati qui sfogati sfogati. Passerà anche questa e tu sei una roccia!!! Io credo in te. Tanto. Ce la puoi fare.

    Reply this comment
  9. Mamma Cattiva
    Mamma Cattiva 31 Luglio, 2010, 16:51

    Direi che anche tu fai parte del club “pretendotroppodamemedesima”. Sei caduta dal cavallo e quindi ci devi rimontare. Un we ha scatenato delle sfighe (suvvia, sarebbe successo cmq)? Allora come contromossa ci vuole un altro we al mare, così ti fai gli anticorpi ai virus che vivono lontani dal troppo lavoro, troppa depression.
    Ti dico questo mentre me ne vado in vacanza e solo ieri enunciavo che non potevo partire per improrogabili scadenze lavorative…
    È dura da riconoscere ma chiunque sopravvive anche senza di noi.
    Ciao Bis!

    Reply this comment

... oppure con Wordpress