Salite e discese

Trenta kilometri in 6 minuti. (Menomale che non c’erano autovelox nei paraggi).
Vestirsi cercando di mascherare i difetti ed esaltare i pregi: da fashionista quasitrentenne insomma.
Stendere il fondotinta cercando di coprire le Samsonite sotto gli occhi.
Partecipare a un dibattito con dieci (dieci!) persone sopra i 25 anni senza dire continuamente “Scendi da lì” “Non mangiare l’argilla espansa” “Non urlare” “Non provare a lanciarti dalla sedia. Non puoi volare come i MiniPony”.
Ritrovarti a sorridere durante una riunione per l’euforia di essere di nuovo in ballo.
Essere riportata bruscamente sulla terra, anzi, sul pianeta Mamma dal cellulare:
“Salve, è la scuola. Lei è la mamma di First?”
“Dipende!”
First non si sente bene. In infermeria dicono che pare abbia la febbre. Può venire a prenderlo?”
Perché è la legge del contrappasso. 
Ti stai quasi dimenticando della mammità per qualche ora al giorno rilanciandoti nel lavoro?
Stai riprendendo in mano la tua vita?
Pensi di poter scalare l’Everest con una gamba ingessata e una mano dietro la schiena dall’euforia?
Ti stiamo cercando!
Ti stiamo cercando per recapitarti un nano malato che ti riporti alla realtà. Bella, per carità…ma ho appena passato dieci giorni di reclusione per la febbre della nana junior. Ora, ricominciare oggi anche no. Grazie.
Viva i fermenti lattici e le babysitter. 




Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: My life

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. Anonymous
    Anonymous 11 Gennaio, 2011, 23:25

    Ah! Bel post, corraggioso più che altro. Scacco.

    Pier

    Reply this comment
  2. bismama 2.0
    bismama 2.0 11 Gennaio, 2011, 23:23

    @Anonimo: ma grazie. Gran bel complimento.
    @simplymamma: ne sono felice.
    @Diana: grazie, l’ammirazione mi serve ma di solidarietà prendo una razione doppia!!

    Reply this comment
  3. Diana (Apple pie, love for details)
    Diana (Apple pie, love for details) 11 Gennaio, 2011, 21:22

    Bis sei troppo forte!
    Hai tutta la mia ammirazione..e solidarietà!
    Io sto come te…ma sono fortunata, io ho te da leggere!
    ^_^

    Reply this comment
  4. simplymamma
    simplymamma 11 Gennaio, 2011, 17:33

    sei riuscita a farmi ridere. si perchè un minuto fa ero non ero per niente di buon umore. Viva le mamme e donne come te!

    Reply this comment
  5. Anonymous
    Anonymous 11 Gennaio, 2011, 17:05

    Coi minipony ho sfiorato la crisi da risata compulsiva.
    Mi hai fatto morire!
    Ti leggo da tanto, ogni tanto commento, ma sai cosa non ti ho mai detto? I tuoi post mi piacciono perchè sono irnonici ma alla base hanno argomenti seri, non parli mai del nulla.
    Grande Bis

    Reply this comment
  6. bismama 2.0
    bismama 2.0 11 Gennaio, 2011, 16:50

    @Ondaluna: ci ho pensato pure io!! Ahahaha
    @Lalaura: Pandorina non si può sentire….! :DDDD
    @Carolina: ma l’argilla espansa -pure le altre cose a dir la verità – le fa davvero!!! :DDD

    Reply this comment
  7. Carolina
    Carolina 11 Gennaio, 2011, 16:44

    Mi fai schiantare: …Partecipare a un dibattito con dieci (dieci!) persone sopra i 25 anni senza dire continuamente “Scendi da lì” “Non mangiare l’argilla espansa” “Non urlare” “Non provare a lanciarti dalla sedia. Non puoi volare come i MiniPony”…
    No, sei troppo forte!!! Non c’è niente da fare…
    😀

    Reply this comment
  8. Lalaura
    Lalaura 11 Gennaio, 2011, 16:22

    SO-LI-DA-RIE-TA
    un abbraccio…. qui la mia settemesenne urla a non finire e non si capisce perché. secondo me i fa pgare il fatto d’esser chiamata pandorina 😀

    Reply this comment
  9. Ondaluna
    Ondaluna 11 Gennaio, 2011, 16:14

    pensare che a leggere l’incipit (“30km in 6 minuti”) avevo pensato al tapisroulant… sto messa male!

    Reply this comment
  10. supermamma
    supermamma 11 Gennaio, 2011, 13:22

    la legge del contrappasso no sbaglia mai w w w la scuola e le baby sitter

    Reply this comment
  11. Twins(bi)mamma
    Twins(bi)mamma 11 Gennaio, 2011, 13:16

    lo penso sempre che i nostri momenti non significa per forza che il sia tempo sbagliato perchè dedicato solo a noi e non a loro…bravissima…certo che a volte tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare….comunque nel tuo caso viva la babysitter che ti ha salvato 🙂

    Reply this comment
  12. bismama 2.0
    bismama 2.0 11 Gennaio, 2011, 12:59

    Non puoi capire…..o puoi?

    Reply this comment
  13. rocciajubba
    rocciajubba 11 Gennaio, 2011, 12:57

    Viva!
    Nel senso di “vivia la babysitter” ma anche di “è bello sentirsi di nuovo VIVA vero?” e anche di “VIVA te!”.

    Reply this comment

... oppure con Wordpress