Succede anche nelle migliori famiglie

Premessa.
Ogni tanto capita che i nani assistano a dei fenomeni che non accadono troppo spesso.
Si tratta di un evento raro che coincide a volte con le eclissi solari o con i passaggi della Cometa di Halley. Domenica, però, non era prevista nessuna eclissi e nemmeno la Cometa s’è affacciata.
I nani, però, hanno assistito comunque a un esempio di donna affetta da bipolarismo, una dimostrazione pratica di cosa sia la doppia personalità.
Il Fatto.
La giornata di domenica è stata particolarmente intensa. Giusto un eufemismo per dire che le bolgie infernali, a confronto, sono paragonabili a una passeggiata sulla spiaggia al tramonto.
A causa di un tempo di cacca e di una voglia di mondanità ai minimi termini, siamo rimasti in casa. Tutto il giorno. Noi 4. Cioè, due adulti (o quasi) e due nani.
Ovviamente i nani hanno avuto la meglio.
Ho passato la giornata a mettere a posto un sacco di cose. Ho ritrovato una borsa che pensavo di aver perso, ma non mi spiegavo come potesse essere accaduto di aver perso l’involucro senza perderne il contenuto. Ho pensato, magari mi si sarà rotta la tracolla, la borsa sarà caduta e mi saranno rimasti appiccicati portafoglio&co. alla maglietta o sotto al braccio. Ipotesi strana, ma non c’erano altre spiegazioni alla misteriosa sparizione.
Alla fine era sotto un numero indefinito di giubbini invernali di diversi proprietari (sempre della famiglia, ovvio)  appoggiati, uno sopra l’altro – quindi con un loro senso logico/temporale – nell’armadio che usiamo come cappottiera.
In ogni caso, dicevo, mi sono stupita di quante cose possiamo lasciare in giro.
Anche un paio di occhiali da sole de IlMaritoIdeale sono saltati fuori con grande sorpresa di entrambi; la grande sorpresa era legata soprattutto al fatto che erano nel mobile del bagno dietro ad almeno 10 flaconi di crema idratante. Come ci siano finiti lì, è un mistero.
Durante questo picco di voglia di dare una casa a tutti gli oggetti in attesa di alloggio ho anche cucinato perchè First voleva la pasta al forno e le polpette. IlMaritoIdeale voleva le fragole col limone. Per Second la sbobba di verdure – saporitisssssima.
Gli inquilini ed io abbiamo mangiato. Second ha, nell’ordine, schifato, sputato, spruzzato e tentato di vomitare; il tutto per segnalarmi:
a) che la sbobba faceva schifo;
b) che avrei dovuto subito mettermi tette al vento e farla mangiare.

A merenda, visto che la nana a pranzo aveva mangiato solo latte appena munto, le ho proposto uno yoghurt. Sputato.
Una pera. Vomitata.
Un fruttolo. Bocca serrata e pianto.
Stavo per entrare in un mood di crescente – a velocità estremamente alta – incazzatura.
IlMaritoIdeale suggerisce di metterla allo sfreno nel girello, poi bagnetto e poi tentato ingrasso.
E così sia.
I miei nervi si distendono per un paio d’ore; l’incazzatura sta per allontanarsi.
Vedendo Second giocare e ridere nel girello mi sento quasi una mamma (semi)realizzata. Anche se sotto suggerimento, l’ho tranquillizzata. Bene.
Mi rilasso un pò sul divano finendo di leggere Una Mamma da URL di extramamma.
Dopo passo al secondo punto del piano de IlMaritoIdeale.
Prendo la nana. Riempio la vaschetta. La preparo. La immergo nell’acqua – della quale ho controllato la temperatura col termometro a forma di tartaruga. (Mia mamma per questo mi cosidera una deficiente. Dice che l’acqua del bagnetto si testa con l’incavo del gomito. A me NunMeNePòFregàDeMeno e continuo col termometro!). Ovviamente, Second, l’alacre nana secondogenita, urla, si dimena e piange.
Più lei urla, più i miei nervi si incastrano in un kamasutra di livello avanzato.
Tortura del bagnetto finita.
Il piano originale de IlMaritoIdeale, prevedeva che lo sfrenarsi col girello in aggiunta al rilassamento del bagnetto, mettesse Second in una condizione di particolare predisposizione ad accogliere la cena col sorriso.
Il suo livello di rilassamento è talmente sotto il livello del mare che sfiora il magma al centro della terra.
È iperattiva, ipercinetica, incontrollabile.
Preparo comunque la cena per lei. Stelline con omogenizzato di prosciutto e formaggino. Ve la raccomando. Appena vede il cucchiaino comincia a scuotere la testa in segno di protesta. Per me è NO, come dice Rudy Zerbi a Italia’s Got Talent.
Piano piano, mi sto leggermente incazzando.
Riesco a farle assaggiare un cucchiaino di pastina. Poi mi spinge il piatto con la mano e ne rovescia il contenuto per terra.
Devo dirvi a che grado di incazzatura sono, o lo deducete da soli?
Respiro, talmente a fondo che l’aria sembra perforare il diaframma e girovagare nell’intestino.
Proviamo con la robiola. Uno spruzzo in stile idrante è la conseguenza.
IlMaritoIdeale, in un momento in cui si sente saggio come Confucio, propone di provare con la frutta.
Sono quasi il clone dell’incredibile Hulk, per la rabbia, ma continuo a gonfiare l’intestino, e prendo un omo Hipp alla mela e banana. Non lo vuole. Alchè decido di provare con un PORCA TROIA!! che mi esce dalla bocca a volume 10. Second mi guarda, strabuzza gli occhi e comincia a piangere.
Io esco dalla cucina e dico a IlMaritoIdeale di prenderla in braccio. Lui mi guarda sconvolto ma non proferisce parola. Mi sussurra solo che forse ho esagerato.
E sticazzi?
Ok, ho esagerato. Va bene, però non mi sento in colpa.
Sono umana, avrò anche io un limite alla pazienza. Già, in tempi in cui non ero mamma, il limite sarebbe stato raggiunto a pranzo. Tutte le ore in più in cui ho retto, sono omaggio, cazzo!!
Questo forse però è un problema.
Cioè, mica ho ulrato alla bimba, ho urlato a me stessa perché non riesco a trovare un modo di farle ingerire qualsiasi cosa che non sia latte.
Lei camperebbe di latte materno e qualche crackers o plasmon, e la pediatra la appoggia dicendomi che devo seguire quello che vuole lei perché cresce bene, e i bimbi sanno autoregolarsi.
E ancora una volta sticazzi?
Io non sono una mamma apprensiva, però la nana ha quasi un anno e non può mica non mangiare nulla, o meglio se fossi convinta che questo è quel che vuole starei pure tranquilla.
Lei non può spiegarmelo ancora se vuole mangiare o no. E cucinare ogni giorno per nutrire il secchio della spazzatura è alquanto frustrante, vi giuro.
Non è che non mangia perché cucino di merda. Ne sono certa, non mangia neanche se a cucinare sono le nonne.
È che lei non vuole le sue cose da mangiare, vuole cose che si masticano…ma non ha i denti per farlo, la furbona. Neanche uno.
Ogni giorno cucino a pranzo. Lei rifiuta e io butto. Stessa cosa a cena. A merenda no, se non mangia lo yoghurt, me lo mangio io.
Tutto perché non so se ha fame (di cose che non siano latte) e allora provo ad offrirle diverse alternative per capire cosa (e se!) vuole.
Con First non ho avuto di questi problemi, se gli lasciavo il piatto davanti se lo magnava pure! La scimmia invece è tutta schizzinosa ed esigente.
Su Donna&Mamma un esperto pediatra, forse in combutta con la mia pedi (mitica), parla dello svezzamento, dicendo che bisogna avere pazienza e che lo svezzamento – quanto a capire cosa vuole il bimbo – è una fase che dura mesi, non settimane. Second ha 11 mesi. Stiamo per entrare nei Guinnes World Records!!!
Sarà perchè è abituata al mio latte che prende il sapore dei cibi che mangio?
Sarà perchè vuol sempre stare appiccicata a me come la cozza allo scoglio?
Sarà perchè ti amo?
Sarà perchè io mi sto rincoglionendo?
Posto che non voglio che mangi per forza, per me può anche campare di latte fino alla maggiore età, e difatti non l’ho mai forzata, cosa devo fare?

I need help please!!!
Urgono consigli rassicuranti e non.
Gracias.


Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: My life

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. Vale
    Vale 31 Agosto, 2011, 12:27

    Ciao,
    io ti suggerisco una cosa semplicissima: lascia che mangi le vostre cose, magari premasticagliele tu (visto che non ha i denti).
    Il mio pupo di 10 mesi non conosce nessun omo. Il grande 5 anni ha scelto la sua alimentazione ad 1 anno esatto!

    Reply this comment
  2. silvia
    silvia 21 Maggio, 2010, 17:49

    ho 52 anni e due figli…a tre mesi li ho svezzati tutti e due perchè di latte non se ne poteva proprio più. il più grande, che non dormiva di notte ma di giorno, al primo biberon con brodo di verdura, pastina 00000000, parmigiano, olio sasso ha iniziato a regolare i ritmi sonno-veglia (finalmente!). quando NON mangiavano il pediatra mi diceva: si deve preoccupare se non mangiano e non bevono per una settimana, ma proprio niente di niente! mia nipote se mangia un pezzettino di carne dice che è già sazia…. stanno tutti bene, sono cresciuti sani e nessuno di loro ha mai avuto alcuna malattia… mio figlio minore ha frequentato il nido senza mai mancare un giorno… un po’ di tosse? via andare… un po’ di moccio al naso? soffiamolo e partiamo… Auguri

    Reply this comment
  3. bismama 2.0
    bismama 2.0 21 Maggio, 2010, 10:09

    @Missminnie: Beh al contrario da quanto appare da questo post io non sono molto bambinocentrica, anzi. Il problema è che io non focalizzo l’attenzione su cosa mangia e cosa no (anche se devo per problemi allergie, e qui essere bambinocentrici centra ben poco) io mi preoccupo SE mangia o SE NON mangia che è il caso più frequente. Poi da qui a dire che questo sia il mio unico pensiero…ce ne passa. anzi, sono abbastanza easy, forse troppo alcune volte…il blog nasce anche per questo…non esisto solo come mamma, sono anche quello ma molto altro!! Per il nido…io ho dei pensieri a sè, che non centrano col mammismo a tutti i costi, anzi….solo che ho le miei idee, giuste o sbagliate che siano.
    Per il resto, grazie, in ogni caso, accetto ogni commento che mi fa pensare e crescere.

    Reply this comment
  4. missminnie
    missminnie 21 Maggio, 2010, 07:08

    io tutti quei libri non li ho mai letti..mi annoiavano a morte, leggevo libri per me, molto meglio. ho allevato tre figlie, sono andate al nido, senza grandi paranoie su che mangia o che non mangia…forse bisognerebbe essere meno bambini-centrici. Auguri a voi, comunque.

    Reply this comment
  5. *-cipi-*
    *-cipi-* 19 Maggio, 2010, 16:55

    oh, bene, mi sembra andata bene

    Reply this comment
  6. bismama 2.0
    bismama 2.0 19 Maggio, 2010, 16:33

    @Astromama: purtroppo ho provato con il pomodoro ma le sono uscite delle bollicine, quindi per un mese è out.

    @cipi: Non male. Ha mangiato 5 o 6 cucchiaini, che rispetto al solito sono abbastanza. Però non l’ho forzata, come al solito. Si è comunque stupita del sapore più deciso!

    Reply this comment
  7. *-cipi-*
    *-cipi-* 19 Maggio, 2010, 15:30

    allora? com’è andata la prova di pappa-da-grandi?

    Reply this comment
  8. Astromama
    Astromama 19 Maggio, 2010, 14:44

    Hey Bismama! 😉
    Io quando vado in panico chiamo in aiuto la matematica. Un bambino di 11 mesi ha solo circa 30 giorni meno di un bambino di 12 mesi. 30 giorni su 365. Farà veramente tutta ‘sta differenza se tua figlia mangia la pastasciutta adesso, o tra esattamente 30 giorni? È come l’introduzione delle pappine, a 6 mesi sì, a 5 e mezzo no… ma perché? Io penso che tutta ‘sta differenza non la faccia. È ancora allattata al seno, direi che la protezione anti-allergia che puoi darle, gliela stai dando. Sai già cosa le piace: che pastasciutta sia! mia figlia a 11 mesi aveva solo i 4 incisivi centrali, e t’assicuro che con quelli NON mastichi i fusilli 😉 Andavamo in giro con le cofane di pasta al pomodoro nella borsa, ché lei mangiava solo quello, e ne mangiava porzioni pazzesche. Le gengive sono perfettamente in grado di masticare una pastasciutta. E pure se ingoia un fusillo intero, che sarà mai.
    Vai tranquillissima, dalle da mangiare quello che mangiate voi, a tavola con voi. Pensa che tragedia se volesse solo pappine…

    (e sono d’accordo con il commento sopra, se i consigli del pediatra non si applicano alla nostra situazione, basta cambiare pediatra :p)

    Evviva la pastasciutta!

    Reply this comment
  9. Anonymous
    Anonymous 19 Maggio, 2010, 13:13

    L’anonimo delle 12.31 è la mamma del rospo ex inappetente attualmente porcellino, giusto per amor di precisione 😉

    Rompipalle mi piace, mi stimola.
    Lagnosa mi appalla, non saresti giammai finita tra i miei preferiti.

    Besos, chica!

    Alessandra

    Reply this comment
  10. bismama 2.0
    bismama 2.0 19 Maggio, 2010, 12:41

    @Soribel: beh, leggiti gli altri miei post. Questo è uno dei pochi scazzosi, gli altri non sono di mamma lamentosa…fidati, alla fine non è così male essere mamme, ci sono i risvolti positivi.

    @Apple: grazie, oggi, comunque, ci provo. Vediamo.

    @Anonimo (delle 12.31): il fatto che non mi consideri lamentosa è un complimento per me. Passare per quel che non sono mi scoccia non poco e io son tutto fuorchè lamentosa. Al massimo rompipalle LOL

    Reply this comment
  11. Anonymous
    Anonymous 19 Maggio, 2010, 12:31

    Guarda Bis che se ti classificassi nel genere “mamme lagnose” credimi, con l’appallamento che mi porto dietro, col piffero che leggevo il tuo blog (perdona l’uso pietoso della consecutio)!

    Quindi tranquilla tranquillissima, e per citare il titolo del tuo post “succede anche nelle migliori famiglie”. Ecco. Appunto.

    Reply this comment
  12. Anonymous
    Anonymous 19 Maggio, 2010, 11:16

    Ti capisco!! Mia figlia ha cominciato a mangiare tutto e di gusto dai due anni in poi, al compimento dell’anno si nutriva ancora quasi esclusivamente di latte di mamma, e tra uno e due anni ha vissuto di pasta in bianco, formaggio parmigiano e poco altro!
    Io nel frattempo mi rodevo il fegato nonostante Gonzales, ma quando io mi sono arresa (e rilassata, per la serie fai quello che vuoi se vuoi mangiare mangi se no ti arrangi) lei ha deciso che voleva assolutamente assaggiare tutto quello che mangiamo noi, (con il sale e dal mio piatto proprio come dici tu!) e le è piaciuto!

    Reply this comment
  13. Apple
    Apple 19 Maggio, 2010, 11:07

    Ciao Bismamma,
    forse arrivo tardi ma lo posto lo stesso… 😉
    Per esperienza con i miei puffi ti dico che “basta un poco di sale e la pappa va giù”, amano i cibi saporiti, non devono esser salati come i nostri perché per loro sarebbe troppo, ma prova con una minima dose di sale…quella concessa a noi quando vogliamo fare la dieta anticellulite, per intenderci… ;)Lo so che il pediatra dice di no, ma son scuole di pensiero, io ho cercato il pediatra che dicesse di si! 😉
    In bocca al lupo… 😀

    Reply this comment
  14. Soribel
    Soribel 19 Maggio, 2010, 10:38

    ohhh mamma!!!!!che paura che mi fai venire:-(
    anche io ho pochissima pazienza e mi arrabbio con mio nipote (di 4 anni preciso) come se fossi una bambina!!!renditi conto..
    finchè lui non mi viene a chiedere scusa per me è guerra!!!
    credi che entrerò in competizione con i miei futuri figli (quando li avrò)..?? spero tanto di no..
    calma e pazienza!!^_^
    sei spassosissima!!!
    baciii

    Reply this comment
  15. bismama 2.0
    bismama 2.0 19 Maggio, 2010, 10:26

    @Anonimo/Ale e rospo: GRAZIE…GRAZIE di avermi ricordato come sono in realtà. La lucidità me l’hanno data in bustine appena uscita dalla sala parto e finora ha funzionato. Mi scoccia apparire una mamma lamentosa perchè non lo sono, anzi affronto di petto (ora più che mai che ho una quarta MAI avuta in vita mia!!) ogni situazione senza piagnocolare, ma domenica lo sbrocco mi aspettava a braccia aperte e credo che la situazione cibo sia stata solo la goccia.
    Comunque Un grazie per avermi fatto vedere la situazione da un’altra prospettiva :D.

    Reply this comment
  16. bismama 2.0
    bismama 2.0 19 Maggio, 2010, 10:19

    Innanzitutto grazie mille a tutte per essere accorse in mio aiuto!!!
    Volevo rispondere un pò a tutte.
    Dunque, non ho ancora letto Piermarini ma ho letto Gonzales – Il mio bambino non mi mangia ed è grazie a lui che sono arrivata quasi senza esaurimento nervoso ad avere una nana di 11 mesi che detta legge a tavola, forse con FIRST, il mio autocontrollo avrebbe vacillato. Ma ero veramente un’altra persona.
    Per gli omo, il non li ho mai comprati, solo che sabato, quando ho fatto la spesa, vicina allo sbrocco mentale, ho provato a comprarli per provare un’alternativa, anche se devo dire che l’unica cosa che Second mangia volentieri è proprio la frutta fresca. Per quanto riguarda gli altri cibi, noi mangiamo spesso il pomodoro e causa rischio allergie, al momento non le do la pasta col pomodoro. Con gli yoghurt c’ho provato e sembra che le piacessero quelli magri, ora non più! Arrrgh! Ho provato una volta con le polpettine, e sembrava gradire, la seconda volta ha detto no…..
    Comunque ho deciso: oggi Second mangerà come noi, con il sale e dal mio piatto, in modo che veda che mangiamo le stesse cose! Fanculo alla maggioranza!! ahahaha
    Ovviamente, dopo che vi siete prese la briga di farmi le pilippiche di consigli, non posso non farvi sapere come andrà!!!

    Reply this comment
  17. Anonymous
    Anonymous 19 Maggio, 2010, 10:15

    Bismama cara, ti ricordo come ebbi a conoscerti: lo scorso inverno, sul forum di alf (bimbi nati nel 2008), scrivevo coi nervi a fior di pelle che il mio rospo, allora 14/15mesenne (a oggi ha un anno e mezzo suonato, un giovinotto ormai) praticamente NON mangiava. Cioè, lui campava d’aria, il concetto di pasto proprio non lo riguardava, aveva altri interessi e tutti di natura ludica, il signorino.
    Gli bastava nutrirsi di latte (non il mio, gli ho tolto la tetta intorno ai 7/8 mesi) e frutta e yogurt. Di pappine, sbobbe, cibi semi solidi, secondi e tutti questi begli alimenti ricchi di proprietà nutrutive e da me con immenso amore cucinati non solo non ne voleva neanche sentire l’odore, ma adottava lo stesso dispotico atteggiamento della tua Second: sputazzate di cibo nell’occhio della sottorscritta, e piatti prepotentemente scaraventati in aria.

    Bene.

    Tu stessa, sì, proprio te medesima, la simpaticissima bismama che da lì ho iniziato a seguire, mi rispondesti di non preoccuparmi, che il loro stomachino ha quella capienza, e che già assunti latte e frutta si riempiva a sufficienza, che evidentemente stava bene così e che quando avesse avuto fame avrebbe mangiato… ora, perchè mai questo non dovrebbe valere anche per la bella scimmietta Second, ma solo per il mio only child Rospy???

    Volevo solo rispolverare la lucidità della tua ella fu risposta e paragonarla allo stress di questo momento. Adesso sei troppo presa dall’odioso atteggiamento di rifiuto del cibo da parte della bimba e vedi tutto nero, manchi dell’oggettiva tranquillità che tu stessa mi infondesti mesi addietro quando posi la medesima angusta questione su quel forum di mamme.
    Vedrai che mangerà. Adesso sono io a dirlo a te. Quando lo dicevano a me, non ci credevo, e reagivo esattamente come te. I porca troia si sprecavano, e i pianti, frutto di atavica frustrazione, pure.
    Poi un giorno, così all’improvviso, l’impunito ha iniziato a mangiare. Dopo mesi e mesi di inspiegabile inappetenza durante i quali maledicevo tutti coloro che mi dicevano: “tranquilla, mangerà”, pediatra compreso. Perchè io, disperata, ululavo per tutta risposta: “Sì, ma QUANDO???”.
    Il miracolo è avvenuto da circa un mese.
    Così, da sè.
    Senza preavviso.

    Tieni duro, accadrà anche a Second.
    E ti dirò una banalità che di certo avrai sentito già cento volte: se sta bene, è vivace, allegra, in forma comunque, non hai nulla di che preoccuparti.

    Ho vinto la coppa del luogo comune 2010? Grazie grazie 🙂

    Ciao bella!

    Ale & Rospo

    Reply this comment
  18. MammaTuttoFare
    MammaTuttoFare 19 Maggio, 2010, 09:39

    Già leggendo le prime righe del tuo post “in casa per tutto il giorno tutti e 4” mi aveva fatto scattare la tachicardia che mi prende in simili situazioni…..per il resto poi, ad ognuno la sua croce. Non ho consigli per Second da darti diversi da quelli già scritti, quindi ti mando una bella pacca sulle spalle, pat pat! pazienza cara!
    quanti “rompic…ni” e “vaffan….o” hai masticato fra i denti fino a sera? eh eh eh!
    il cambio degli armadi è sempre una scoperta perchè non si sa mai cosa può uscire!!!

    Reply this comment
  19. Alem
    Alem 19 Maggio, 2010, 09:19

    io vorrei davvero aiutarti ma la mia nana ha sempre mangiato tutto (pure lei anche il piatto!) e si è autosvezzata a 4 mesi e mezzo 🙁
    A dieci mesi e 8 denti mangiava già primo e secondo separati.
    Io comprendo e giustifico il tuo PORCA TROIA, ci sta tutto!

    Reply this comment
  20. Anna
    Anna 19 Maggio, 2010, 07:28

    Mi sa che domenica è stata una giornata No per tante mamme!Anche io presa dalle mille faccende domestica,dal brutto tempo e dal conseguente stare tutto il giorno in casa ero nerovosa e piu’ mi sentivo così e piu’ il Cucciolo era nervoso anche lui, noioso, piagnucoloso e voleva sempre stare attaccato alla tetta.
    Cmq anche il Cucciolo qualche giorno fa per ben 2 giorni di fila non ha voluto mangiare niente se non latte di mamma!Appena torno a casa dal lavoro (arrivo alle 12 circa) se vuole il seno non c’è alternativa perchè se glielo nego non mangia piu’ niente.Allora vado di latte e poi magari alle 14 pranza tutto contento e tranquillo!
    Lui mangia sempre prima di noi, poi quando è il nostro turno si siede in braccio e gli piace assaggiare quello che mangiamo noi.Se metto qualcosa in bocca necessariamente ci fa capire che la vuole anche lui.
    Tipo ieri sera ha voluto il pecorino romano!?però se una cosa non la vuole non ci sono speranze!credo molto nell’ autoregolazione dei piccoli e non mi preoccuperi piu’ di tanto!
    Purtroppo ci vuole tanta pazienza e se ti senti sull’ orlo dello sbroccamento, delega al maritoideale, almeno io faccio così nei casi in cui sento che sto per perdere la pazienza!Non c’è cosa piu’ frustrante che cucinare e buttare, da noi c’è il cane che si lecca i baffi con la sbobba del Cucciolo e devo dire che gli piacciono gli omogenizzati!!
    Mi sembri una mamma molto attenta e questo post lo dimostra perchè sai metterti sempre in discussione e quindi credo che riuscirai a seguire il tuo istinto e a decifrare i gusti, diciamoli un pò “particolari” di second!!

    Reply this comment
  21. Raine
    Raine 18 Maggio, 2010, 22:34

    Ciao!
    Allora, parlo della mia esperienza con la figlia di 12 mesi.
    Prima di tutto- sono d’accordissima con la tua mamma – bagnetto si testa con l’incavo del gomito. 🙂

    Poi qualche suggerimento/pensiero, che mi e’ venuto in mente, mentre leggevo questo post. Molto probabilmente sei gia’ consapevole di queste cose:
    *bisogna sempre rimanere calmi davanti i bambini, sopratutto quelli piccini. Se butta il cibo per terra- sorridi e raccogli, non dire le cattive parole o fare qualche punizione non utile. Tipo mia tata ha cominciato buttare il cibo per terra quanto aveva la pancia piena. All’inizio le abbiamo lasciato farlo dicendo sempre che non si puo’. Adesso tenta sempre di buttare, ma adesso serve solo dire di “no”, e lei si ferma e mette il cucchiaino con cibo in bocca.
    *mangiate tutti assieme. Ad un certo punto anche la mia faceva crisi di pappa. Con la pasta. L’Ha sempre mangiata, pero’ un giorno ha cominciato a piangere piangere e propio NON voleva mangiare la sua pasta. Perche’ -ho scoperto dopo – noi mangiavamo il riso, lei la pasta. E’ mica una scema. Dal prossimo pasto abbiamo cominciato mangiare tutti il stesso cibo. Io con lei usavo lo stesso piatto.
    *se vuole provare di mangiare da sola… lasciala! Dai un pezzo di patata lessa, carota etc oppure una frutta piu’ morbido (banana, mela cotta in forno) etc. Io, addiritura, ho dato anche la carota cruda, pulita- giusto per massaggiare i gengivi. Anche adesso lei mangia con le mani, quando non ci arrivo velocemente con il cucchiaio 🙂 E non mi vergogno – mangiare con le mani e’ un passo importante. Pero’ i miei suoceri non sono d’accordo e subito partono le frasi tipo: “non siamo mica africani”…etc (mah, lasciamo perdere il discorso dei suoceri 🙂 )
    *A dir la verita’ – io ho sempre dato la tetta DOPO il mangiato, come …. il dolce 🙂 Perche’ secondo me non aveva la voglia di mangiare se aveva la pancia piena (o quasi) di latte.
    *Fai le pappe con il tuo latte. Io ho provato…. Lei mangiava. Dopo un po’ ho cominciato fare le pappe (di avena, miglio etc) con dei Drink biologici con vari cereali (tipo: latte di riso/avena/miglio etc etc) Adesso faccio con latte di mucca.
    *Dare il cibo fatto a casa. Gia’ prima della nascita di mia figlia, ho deciso di fare tutte le pappe da sola. Niente roba UHT e omogenizzato. Una volta ho provato darglielo omogenizzato di vitello. Ma faceva schifo a me allora come faccio forzare la mia figlia quella schifezza??? Ho comprato un bel pezzo di carne, e l’ho trittata bene e preparato qualche pezzo come i finger food. Lei ciucciava e mangiava.
    *consiglio mangiare le cose bio. Almeno x i bimbi.

    Ecco i miei suggerimenti-. La mia tata ha fatto un anno settimana fa e mangia veramente di TUTTO. Sia yogurt naturale bianco (fatto a casa) con la frutta fresca, risotto ai funghi, latte intero o addiritura la gorgonzola—mangia tutto con gusto e lecca le dite!

    Poi io ho fatto tutto secondo la mia parere, cioe’ – al base che ho letto dai vari posti. Il foglio della pediatra e’ ancora li, dove me l’ha lasciato. Schifezzzze, brrrrrr. Ho sempre aggiunto o cambiato qualcosa secondo i nostri gusti.

    Buon appetito! E raccontaci come sta andando!

    (PS: la mia tata ha fatto crisi totale con le pappe quando stavano arrivando i PRIMI denti. Poi, piano piano siamo ripartiti con lo yogurt.)

    Raine

    Reply this comment
  22. yummymummy
    yummymummy 18 Maggio, 2010, 22:20

    quanti porca troia hai detto???!!
    uno solo???!!
    allora amica, porta pazienza, tanti porcatria dovranno ancora passare sotto ai ponti…te l’ho già detto “è una fase, passerà”???!!!
    volevi essere rassicurata…a parte gli scherzi amica, aspetta l’anno e dalle solo ciò che desidera.
    bacetto
    yummymummy

    Reply this comment
  23. pamen
    pamen 18 Maggio, 2010, 22:16

    dimenticavo….dopo anni di insieme, donna e mamma e compagnia cantante mi sono resa conto che hanno solo un obiettivo: farti comprare più roba, e propinarti la scienza infusa dei pediatri che hanno da dire la loro su qualsiasi cazzo, anche sul colore più opportuno del passeggino. Hai presente le stronzate tipo: per far mangiare il tuo bambino, trasforma le polpette in un trenino decorato con 12 verdurine, e, già che ci sei compra questi 20 nuovissimi immancabili prodotti di plasmon & c. Nell’altro commento ti suggerivo di cuore UPPA unica rivista per mamme veramente autonoma in quanto non finanziata dagli sponsor che ci rincoglioniscono (e scritta da rari pediatri intelligenti il cui motto è “meno è meglio!”)

    Reply this comment
  24. pamen
    pamen 18 Maggio, 2010, 22:12

    stavo per consigliarti piermarini, ma piccolalory mi ha preceduto!! leggitelo e la tua vita cambierà!!
    (trovi delle anteprime anche sul sito http://www.uppa.it)
    provare per credere, la mia nana è poco più grande della tua e l’ho autosvezzata, anzi si è autosvezzata: ho iniziato a cucinare sano per tutti e fin da subito si è mangiata la roba nostra sminuzzata…
    felice come una pasqua lei, nessuna pappa buttata per noi…basta impazzire per seguire degli assurdi e astratti modelli di svezzamento imposti dai pediatri senza fondamento scientifico!
    se vuoi essere ancora più tranquilla leggiti “il mio bambino non mi mangia” di gonzales…
    facci sapere eh!!!

    Reply this comment
  25. Piccolalory
    Piccolalory 18 Maggio, 2010, 20:38

    Cara, leggi questo ASSOLUTAMENTE: Io mi svezzo da solo di Lucio Piermarini; ti si aprirà un mondo. Per un assaggio leggi qui: http://www.autosvezzamento.it/forum/index.php
    In sostanza: non farti problemi, nessuno ha mai insegnato a nessuno a mangiare: siedi Second con voi a tavola e lascia che si serva da sola! Voi siete allergici? Ok, vuol dire che i cibi “pericolosi” già non li mangiate. Lasciala toccare, annusare, assaggiare… al limite sminuzza ma davanti a lei, che veda che è roba dei vostri piatti… quella del sale è una cacchiata; basta non eccedere, a tutte le età… ma tu mangeresti roba insipida dopo aver assaggiato il latte di mamma pieno di sapori?

    Reply this comment
  26. bismama 2.0
    bismama 2.0 18 Maggio, 2010, 18:42

    @ fefe: grazie.

    @ cipi: si che c’hai preso!!! Io, come ho detto, sono tutto meno che apprensiva. Per il pomodoro, boh? il giorno dopo ha avuto qualche piccola bollicina sparsa qua e là. Non sapendo se potesse venire dall’assaggio azzardato, ho pensato di lasciare stare prima di far danni. Ogni vostro consiglio però è prezioso!! Grazie

    Reply this comment
  27. *-cipi-*
    *-cipi-* 18 Maggio, 2010, 18:31

    non vedo perchè non possa mangiar salato, e poi se di sale ne metti poco lo dovrebbe sentire lo stesso, visto che è abituata a mangiare “sciapo”.
    se poi il pomodoro gliel’hai già fatto assaggiare e non le ha dato reazioni, probabilmente lo può mangiare.
    dai, vedo una luce in fondo al tunnel 😀

    e se anche dopo mangiasse pochissimo non fartene una malattia: io fino ai 9 anni e mezzo mangiavo quasi niente e stavo bene, anche se ero magrissima. poi è nato il primo fratello ed ho iniziato mangiare per compensare la gelosia e sono diventata obesa… era meglio non mangiare (che poi mangiavo, pochissimo ma mangiavo e mi bastava, infatti sono del tipo che ingrasso anche con l’aria)

    comunque non ti vedo disperata, mi è sembrato più uno sbrocco da accumulo di stress. ci ho preso?

    Reply this comment
  28. fefe
    fefe 18 Maggio, 2010, 18:19

    …ti sono vicina…
    devo dire che Matteo mangia un pò tutto e anche con voglia…ma quando si impunta non ti dico che gli farei…altre che PORCA TROIAAAAAAA…

    Reply this comment
  29. bismama 2.0
    bismama 2.0 18 Maggio, 2010, 18:13

    @muccachicca: grazie. Si alla fine non mi preoccupo più di tanto, ma domenica ero arrivata! Se cresce così…bhe che sia!

    Reply this comment
  30. muccachicca
    muccachicca 18 Maggio, 2010, 18:09

    io non mi preoccuperei, o almeno non troppo.
    mia madre mi racconta che io l’ho fatta dannare per la questione cibo tanto ma tanto tanto.
    mi dice che ( già un po’ più grandina degli undici mesi di second ) quando la sera mi dava la carne a volte la mattina dopo mi trovava il boccone ancora in bocca perchè io non ne volevo sapere di ingoiare e meno che mai avevo paura di rimanere soffocata dal suddetto bocconcino!!!
    credo sia vera la storia che i bimbi si autoregolano, deve esserlo per forza altrimenti in molti morirebbero di stenti!

    cmq, anche io avrei reagito come hai fatto tu, magari con un “eccheccazzo” più vicino alle mie corde!

    cosa devi fare? tetta a oltranza…finchè c’è questa possibilità sfruttala. io pure ogni tanto, magrado il biscottino sia vorace e non mi da questo tipo di problemi ( ma stai pur certa che me ne sottopone degli altri ) se vuole la tetta gliela do al posto della pappa vera.

    Reply this comment
  31. bismama 2.0
    bismama 2.0 18 Maggio, 2010, 18:07

    @Cipi: grazie anche solo per essere arrivata alla fine di questo palloso post. Se le do il pane, i crackers o i biscotti mangia, ma lei vuole i sapori decisi e ancora non può mica mangiar salato!! Poi le pastine anche tipo maccheroncini le ho provate ma dopo il terzo/quarto cucchiaino, stop. Ho provato tetta prima, tetta dopo e tetta nel mentre….
    Poi io e IlMaritoIdeale siamo soggetti allergici quindi le cose più saporite lei, per precauzione, le potrà assaggiare solo dopo l’anno. Mi sa che ho ancora un altro mese di attesa….perchè ho provato a darle un pò di pasta al pomodoro e gradisce. oggi ha rifiutato zia le lenticche che la zucchina a pezzetti….
    Comunque grazie e CREPIIIIII quel cacchio di lupo….arrrrgh!!! 😉

    Reply this comment
  32. *-cipi-*
    *-cipi-* 18 Maggio, 2010, 18:00

    già provato con, nell’ordine:
    – dare prima il seno e poi un assaggino di pappa, per farle capire che la pappa non le toglierà la tetta-coccola di mamma? alcuni bimbi sono traumatizzati da questo cambiamento e dare il seno prima della pappa aiuta, a volte
    – darle cose da masticare? lo dici tu che vuole masticare, e se le dai el cose giuste può farlo anche con le gengive (il mio nano l’ha fatto per mesi, finchè non ha messo i denti): pastina apposita per i nani, che quasi si squaglia cuocendo, formaggi poco stagionati, formaggini un po’ consistenti, fiocchi di latte, carne tritata invece dell’omogeneizzato, prosciutto cotto tagliato a dadini piccini, …
    – apparecchiarle la tavola (o il piano del seggiolone) insieme a voi e mangiare insieme (più o meno)? alcuni bimbi vogliono semplicemente fare come i grandi
    – lasciarle infilare le mani nel cibo? sporcherà il mondo, ma i bimbi hanno anche bisogno di conoscere e sperimentare quello che devono mangiare
    – variare il menù con alimenti più simili a quelli che porti in tavola per i grandi? pastina se per te fai la pasta, carne macinata se per te fai fettina, …

    in ogni caso se sei nervosa meglio che glielo da il papà, da mangiare, che i bimbi sentono anche i nostri stati d’animo e reagiscono di conseguenza.

    e comunque il suo ostinato rifiuto di assaggiare qualsiasi cosa che non sia la tua tetta mi sembra una comunicazione abbastanza chiara dei suoi desideri alimentari.

    in bocca al lupo.

    Reply this comment

... oppure con Wordpress