Inizi e part time mammeschi!

Donne che nuotano a farfalla in un mare di lacrime, urla incontrollate e incontrollabili, mamme attaccate alle gambe dei loro figli, pacche consolatorie e valanghe di fazzoletti di carta.
Non è un funerale di stato. È il primo giorno di scuola e siamo all’ingresso della materna (o del nido).
Addirittura, alcune delle più temerarie, lottano contro le maestre o – fingendosi socievoli e predisposte a nuove conoscenze – fingono di chiacchierare con le altre mamme e nel frattempo preparano torri di appostamento con ombrellone, binocolo ad alto raggio d’azione e cesta con i viveri. Delle perfette Rambo girl.
Ho assistito a queste scene apocalittiche ogni anno in cui sono stata una mamma alla materna.
Fortuna che ci sono quelle rodate che al secondo nano o al secondo anno, aspettano di fiondarsi al bar per una colazione in stile HappyHour!
Poi, ok lo ammetto: ho pianto anche io il primo giorno delle elementari di First (lo scorso anno eh).
Più per una questione legata alla presa di coscienza di avere un nano che cresce (meraviglia delle meraviglie!) che per il distacco.
Alla materna, però, non si può. Le lacrime non sono ammesse! Il distacco è un bene, un dovere morale verso noi stesse (e un po’ anche nei confronti dei bimbi urlanti) e un diritto materno che dovrebbe comparire nella costituzione.

Le crisi isteriche, i sensi di colpa, sono semplicemente tempo speso male. Tempo perso e rubato ad attività di gran lunga più gratificanti come lo shopping (distruttivo per il portafogli) o la palestra (costruttiva per il corpo). Se, invece, siete anche ambiziose, è il momento di prendere le redini della vostra vita e buttarvi in un qualche progetto (possibilmente non extraconiugale).

L’inizio della materna è l’assegnazione di un part-time al nostro lavoro di mamme. Quindi fatevi un favore, respirate e prendetela con filosofia.
No women, no cry!

P.s. stamattina primo giorno di scuola per First: tuttapposto grazie!
Giovedì, Second, comincia la materna e… vi dirò!
Come avete preso il primo giorno?



Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: My life

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. Sara
    Sara 15 Settembre, 2011, 21:00

    Anche io ho pianto…
    ma perchè non l’anno preso.
    O meglio,perchè qualche giorno prima dell’inizio dell’asilo ci hanno detto che in realtà era in lista d’attesa e nemmeno si sono scusati per non avercelo detto …

    Reply this comment
  2. cinzia
    cinzia 13 Settembre, 2011, 10:46

    la mia ex dirigente, prima di entrare in ufficio, si camuffava con occhiali e giornale coi buchi per andare a spiare sua figlia al liceo tutte le mattine!
    per poi sminuire quando noi mamme ci prendiamo un giorno di ferie per il primo giorno di scuola o inserimento all’asilo, ecc…

    Reply this comment
  3. bismama 2.0
    bismama 2.0 13 Settembre, 2011, 09:54

    @Nadia: sai che mia mamma mi accompagnò fino al primo anno delle medie? alle superiori si tenne fuori. Oddio, io non so se ce la farò! Però senz’altro è la soluzione meno imbarazzante per loro e più fastidiosa per noi! Mah

    @waiting: qua, molte, prendono un ora o due di permesso i primi due o tre giorni di scuola. Folle per alcuni versi. I Know!

    @Valentina: in bocca al lupo

    @Roberta: dai che ce la fai!! È il cambiamento e la presa di coscienza che sta crescendo.

    @Eva: ahahaha analisi interessante!!!!

    @Rossella: Beh meglio!

    @Maria Michela: Due settimane di inserimento? Ma che devono insegnarli a cucinarsi la merenda da solo? O_o

    Reply this comment
  4. Maria Michela
    Maria Michela 12 Settembre, 2011, 23:54

    Io devo ancora aspettare un mese, per poi fare un inserimento di due, dico due, settimane. Il mio pupo ha un anno e andrà al nido.
    Sinceramente il part time da mamma me l’ha concesso mio marito, che si occupa di lui al mattino, e quindi non vedo l’ora che vada all’asilo solo perché ormai mi rattrista vederlo solo e in adorazione di qualsiasi pupo passi per strada o di se stesso allo specchio.

    Reply this comment
  5. Rossella - Casa Lellella
    Rossella - Casa Lellella 12 Settembre, 2011, 23:34

    tutto a posto, grazie!

    ^_*

    Reply this comment
  6. Waiting
    Waiting 12 Settembre, 2011, 20:08

    Bis ma tutte mamme che non lavorano hai trovato?
    Ti descrivo io quelle che lavoro…fingono o sono realmente serene…e lasciato il nano scappano che c’è il cartellino da marcare!!!
    Se vuoi sapere come sta andando a noi il ritorno a scuola passa sul blog che la mia nana piange e il papà è troppo compassionevole

    Reply this comment
  7. Eva
    Eva 12 Settembre, 2011, 18:01

    E poi continuiamo a chiederci come mai in Italia è pieno di figli bamboccioni. Con delle mamme che non li lasciano andare è il minimo.
    FateMI un favore: fate più happy hour come dice bismamma.

    Reply this comment
  8. Roberta (mammafotografa)
    Roberta (mammafotografa) 12 Settembre, 2011, 16:44

    Ah bis, se mi dici che ti prendi a colazione la mattina me lo prendo pure io, grazie! Io oggi primo giorno di elementari, sono devastata dentro e fuori, se non scrivevo un post uscivo pazza, se lui l’ha capito non lo so, risultato: adesso lui dorme sul lettone, io accanto a lui ma occhi sbarrati sul soffitto come dopo un esame all’universita’! Che devo fa’….. me devo ammazza’??

    Reply this comment
  9. Valentina
    Valentina 12 Settembre, 2011, 16:35

    Martedì prossimo primissimo giorno di nido… son proprio curiosa!!!

    Reply this comment
  10. Anonymous
    Anonymous 12 Settembre, 2011, 16:13

    io la mia stamattina l’ho accompagnata al liceo! ero emozionata!
    naturalmente più di una volta mi ha detto “mamma vattene”
    figlia INGRATA!!!!!

    nadia

    Reply this comment
  11. bismama 2.0
    bismama 2.0 12 Settembre, 2011, 15:59

    Ovviamente il post è ironico e a volte la lacrimuccia di commozione o l’occhio lucido manga ci sta. Il problema è che esistono dei limiti che il buonsenso e il bon ton non dovrebbe far oltrepassare. E poi, insomma, se non ci mostriamo tranquille noi i nani penseranno che li stiamo lasciando in una specie di campo di concentramento. O no?

    Reply this comment
  12. Elegraf
    Elegraf 12 Settembre, 2011, 15:01

    Mah io sono contentissima che abbia iniziato, ma sono anche un po’ scontenta perché era talmente bravo il mio ometto con me che questa mattinata mi è sembrata tanto silenziosa

    Reply this comment
  13. Anna Scalera
    Anna Scalera 12 Settembre, 2011, 14:48

    Io primo giorno di asilo una settimana fa e ho pianto ma perche’ la mia piccola treenne e’ cresciuta! Mi faceva effetto pensare che da quel giorno in poi e per tanti anni, la mattinata la passera’ con qualche altro e non con me! Ma poi pensando che intanto a casa ho il secondo nanetto di un anno e al casino che combinano ogni giorno mi sono detta che era ora che si allontanasse un po! 😉 sono felice e serena e lei va volentieri(almeno per ora) speriamo continui cosi’ perche’ ho visto bambini urlanti aggrappati alle gambe delle mamme e la scena mi ha messo una certa ansia! Baci

    Reply this comment
  14. Murasaki
    Murasaki 12 Settembre, 2011, 14:01

    Quest’anno i primi giorni di scuola dei pupi me li sono persi entrambi!!

    Sorellina è tornata al nido il 31 agosto e BUH ha iniziato oggi l’ultimo anno si materna… era molto emozionato e ieri ha preparato un collage per la maestra Nuvoletta!!
    Tutto benissimo insomma

    Reply this comment
  15. mafalda1980
    mafalda1980 12 Settembre, 2011, 13:04

    Io ieri ho passato il primo pomeriggio sola a casa con mio marito dopo undici mesi.
    Ben venga la scuola materna (tra due anni, so già che voleranno)!

    Reply this comment
  16. pollywantsacracker
    pollywantsacracker 12 Settembre, 2011, 12:17

    ma guarda, io quando si tratta delle mie figlie piango anche alla riunione con i genitori…non è che soffro se ci stacchiamo per mezza giornata…è che mi emozionano. Baci.

    Reply this comment
  17. Cristina
    Cristina 12 Settembre, 2011, 12:09

    Adoro le “colazioni happy hour”!!
    Oggi primo giorno di terza elementare. Un abbraccio e via: lei con il sorriso saltellando, io con il sorriso pure (saltellando anche no…ma saltellavo nell’animo).. Non ho mai pianto..Non lo trovo giusto. Come possiamo pretendere che i nostri pargoli vadano a scuola felici se noi siamo tristi? Come possiamo pretendere che vadano tranquilli se noi siamo la fibrillazione ansiogena in persona? E loro percepiscono le nostre emozioni anche se piangiamo dietro l’angolo! Quindi mamme sorridete, è il più bel regalo che potete fare ai vostri figli nel loro primo emozionante giorno di nido, asilo, elementari etc..

    Reply this comment
  18. StelleGemelle
    StelleGemelle 12 Settembre, 2011, 12:02

    come primo giorno di nodo alla grande…poi si vedrà!!!!
    non vedo l’ora di fare
    ‘attività di gran lunga più gratificanti come lo shopping (distruttivo per il portafogli) o la palestra (costruttiva per il corpo). Se, invece, siete anche ambiziose, è il momento di prendere le redini della vostra vita e buttarvi in un qualche progetto (possibilmente non extraconiugale). ‘
    mamma che bello!!!!!

    Reply this comment
  19. valepi
    valepi 12 Settembre, 2011, 11:46

    ma che scherzi???
    qui le scuole iniziano il 16 e Princi non entrerà prima del 20 perchè le maestre avendo 30 (trenta!!!) treenni tutti nuovi, hanno pensato, per non impazzire di proporre degli ingressi scaglionati… forse ci sarà anche una lacrimuccia, forse, ma a dirla tutta… io non vedo l’ora!!!!
    … e anche a lei, secondo me, manca un po’ l’atmosfera del nido, con tutti i bimbi e i giochi… solo che ora è graaaande! va alla scuola dei grandi mica all’asilo nido!
    😀

    Reply this comment
  20. ali e radici
    ali e radici 12 Settembre, 2011, 10:55

    io a dire il vero un po’ commossa lo sono stata…che poi il distacco faccia bene ad entrambi sono pienamente d’accordo con voi, ma anche se dovesse uscire la lacrimuccia. perchè no!?
    a me non è andata malissimo l’anno passato, primo anno di nido, biscottino era felice del posto dove andava tutte le mattine, si buttava tra le braccia della maestra e a me non mi si filava di pezza. ora invece che ha cambiato nido piange, e io tutte le mattine lo bacio e me ne vado, con un po’ di magone perchè mi dispiace non vederlo sereno, ma niente di più ( premetto il nido dove lo portiamo è sano, è lui che era abituato ad un altro tipo di struttura ).

    Reply this comment
  21. Anonymous
    Anonymous 12 Settembre, 2011, 10:36

    ma quella di piangere per il distacco mi pare proprio una str…..a. mi permetto un suggerimento a quelle che affrontano sto momento con difficoltà: pensate a quanto vorreste (o avreste voluto) un momento di distacco ogni notte che il nano vi fa (o vi ha fatto) passare insonne.
    e poi andate alla colazione-happy-hour :)))

    happy mamma

    Reply this comment
  22. Mammachetesta
    Mammachetesta 12 Settembre, 2011, 10:35

    Secondo anno di nido e secondo anno di materna (questo) ALLA GRANDE.
    Primo anno di nido e primo di materna per un mese ogni mattina mi sono chiesta incazzatissima perchè mia figlia era l’unica a disperarsi come se la stessi lasciando in un campo di lavoro siberiano.
    Ma per fortuna ha smesso.
    E soprattutto io MAI e sottolineo MAI mi sono sentita triste o ansiosa. Onestamente nemmeno commossa.
    Lo so, sono una madre senza cuore, ecc… ma io quelle che piangono, si disperano e vorrebbero pure le lastre delle maestre non le riesco a capire.

    Reply this comment
  23. Anonymous
    Anonymous 12 Settembre, 2011, 10:29

    appena tornata dal
    First day
    in First elemeantare
    con First figlio!!
    Sono orgogliosa non ho pianto…
    ancora….
    ahahahahha

    però ammetto che dall’alto dei miei ancora 29annipersempre, inizio a sentirmi vecchia!!

    un bacio

    @melaconverme

    Reply this comment
  24. Insight
    Insight 12 Settembre, 2011, 10:28

    Probabilmente ero a lavorare o a dormire in caso di turno notturno ma scommetterei qualsiasi cosa che alla madre dei nostri 3 pargoli la lacrimuccia non è scappata.
    C’era sempre così tanto da fare che quelle ore di respiro erano ossigeno puro.

    Reply this comment
  25. Anonymous
    Anonymous 12 Settembre, 2011, 10:28

    2 anni fa primo giorno di nido: il nano si è guardato intorno, si è tuffato nella vasca delle palline e non mi ha piu filata neanche un minuto. era l’unico bambino che piangeva per uscire dal nido invece che per entrare. e io contenta della sua serenità e autonomia. fra poco inizia la scuola materna, altra avventura. fra qualche giorno vedrò 🙂
    mammacontenta

    Reply this comment

... oppure con Wordpress