Il bambino con la maglietta rossa

Il mal di schiena non mi ha fermata. Ma mi ha piegata a 90°.
Emmiparepuregiusto!
L’imperativo è: organizzarsi per la festa di First.
Cercare aiuto. Ce l’ho!
IlMaritoIdeale ha appeso palloncini, apparecchiato la tavola e fatto le ultime commissioni tipo rosticceria, pasticceria e ritiro gadget naneschi da distribuire alla restituzione della mandria di prole altrui ai rispettivi genitori e genitrici.
Trovare una spiegazione al mio status di angolo retto vivente che non terrorizzasse i bimbi.
Cose del tipo C’ho un mal di schiena che vorrei mi facessero di morfina in vena oppure PorcaTroia ho un dolore che la metà basta penso non potessero andare bene.
Qui L’idea. La genialata!
Mi sono candidata e poi autoeletta, in regime democratico, l’attrazione della festa.
Ogni festa ha l’animatore. Ogni animatore si traveste da personaggio dei cartonibarrafiabe. Ce l’ho!
Ho indossato un mantello di raso – rimembranza delle feste pullulanti di infanti ai tempi delle elementari di mia sorella – e sono diventata la strega che consegna la mela avvelenata a Biancaneve.
Fino alla fine sono stata seriamente combattuta tra la strega e il Gobbo di Notre dame.
Visto che il secondo sembrava avesse fattezze maschili, ho scelto la mela avvelenata!
Ogni festa ha il personaggio buono.
First c’aveva la festa con l’animatore antagonista. Quello dell’opposizione, insomma.
“Ello”, il pargolo, non s’è lamentato. Lui è alternativo nel profondo, come la mamma.
Unico neo, il fatto che i bimbi mi guardassero con circospezione ogni volta che provavo ad offrir loro un qualcosa da mangiare.
Ma alla fine hanno mangiato poco e, quindi, abbiamo economizzato ammortizzando la spesa dei gadget!
Non tutti i mali – di schiena – vengono per nuocere.
Fatto sta che la festa s’è svolta. Erano circa una quindicina di bimbi. Multietnici.
C’erano bimbi italiani, bimbi congolesi, bimbi nepalesi, bimbi settentrionali e bimbi terroni.
Eccheccevoletefà, complice l’estate e altre cose che non vi sto a spiegare, First ha amici di numerose etnie.
E io ne sono felice.
Detto questo – che potrebbe essere un dettaglio trascurabile rispetto a quello che vi sto per dire – a un certo punto della festa, tipo alla torta, IlMaritoIdeale nota un bimbo e mi dice:

“Ma quello con la maglietta rossa, c’era dall’inizio o s’è portato il cambio d’abito per l’happy hour?”
“Quale?”
“Quello…quello che corre. Quello che ora sta tirando il pallone”
“Seeeeeee….sul pallone ce ne sono 8 di nani….quale prendo? Faccio ambarabà ciccì e coccò
“Quello con la maglietta rossa!”
“E da dove è uscito….? No perchè a me non l’ha consegnato nessuno!”
“A me neanche.”
“E mò?”
Sgomento!
“Teniamolo qua, vediamo se qualcuno verrà a reclamarlo prima della fine della serata. Funziona così in aeroporto con gli oggetti smarriti no?”
“Ma questo non è smarrito. È anomalo. In alternativa?”
“Andiamo alla polizia.”
“Si, buona idea una denuncia.”
“Ma che denuncia, lo adottiamo!”
“Adottiamo chi?”
“Il bimbo con la maglietta rossa”
“Ma sei sicuro che nel Gin Tonic senza gin, il gin non ci fosse??”
“Ma dai…dove viviamo in 4 viviamo in 5”
“Ma che cazzo stai a dì?…..A parte che mi viene l’ansia solo a pensarci…..e poi non dire stronzate e pensa a come è potuto succedere che ci sia un bimbo in più senza che noi sappiamo nulla. Li hai contati?”
“No”
“Arrrgh….ma cazzo perchè non li hai contati!”
“Perchè tu li hai contati?”
“No”
“Bene”
Avevamo un bambino in più e una coppia di genitori in meno!!!
Non era il bimbo di nessuno dei vicini o dirimpettai. Nonostante ciò, mi sembrava un viso familiare, un viso visto da qualche parte. Ma dove?
La festa, comunque, prosegue.
Tra un nano che cade e si fa un buco sanguinante – come il Pò durante la stagione delle piogge -, uno che si improvvisa intollerante pur di non mangiare la torta e cinque o sei piangenti, First riconquista la sua amata fidanzata alla quale mostra tutta la casa ed elargisce baci. Lei, in tutta risposta, lo chiama “Ammore” e lo tiene per mano per tutta la festa.
Sono ufficialmente una “suocera”…. devo farmene una ragione!
Le candeline sono spente. La torta di Ben 10 è tagliata e i gadget sono consegnati.
Tutti i bimbi sono andati via. Tranne LUI!
Provo a parlargli e scopro che è il fratello di un nano che è andato via prima – ecco perchè mi sembrava familiare!!!
La madre è venuta, ha preso uno e lasciato l’altro. Stretegia che si chiama Gestione della prole a turni alterni. Preserva il sistema neurovegetativo della madre distruggendo il mio!
Alle 20.40, quando il sole era andato via e le zanzare azzannavano qualsiasi cosa di colore rosa che si muovesse, una presenza femminile si avvicina al cancello.
È lei. La stratega!
Lo prende, con nonchalance, mi spiega il trucco del “cambio campo” e se ne va tranquilla.
Io pure sono tranquilla. Sono sempre a novanta gradi ma almeno ho ancora solo due figli per la delusione de IlMaritoIdeale che invece avrebbe voluto un altro maschio per stabilire la supremazia della specie, in casa!
Anche no! Siamo due a due e palla a me.


Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: My life

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. rocciajubba
    rocciajubba 20 Giugno, 2010, 14:26

    L’idea della strega è eccezionale!
    Quella del “cambio campo” inquietante.
    Io l’avrei insultata per l’infarto (doppio visto il tentativo di adozione) che ha fatto venire.

    Reply this comment
  2. bismama 2.0
    bismama 2.0 19 Giugno, 2010, 09:53

    @MrsApple: si….penso che a tutto ci sia rimedio….o meglio, quasi! 🙂

    Reply this comment
  3. MrsApple
    MrsApple 18 Giugno, 2010, 19:01

    Ah ah… questo post scatena una risata dietro l’altra, ammiro il vostro modo di trovare una soluzione a tutto e con ironia… dalla strega all’adozione… raggelo un po’ per quella mamma e le sue teorie …Come vedi il mio avatar è intonato alla vostra festa!!!… fantastico anche il discorso sull’opposizione!!!

    Reply this comment
  4. bismama 2.0
    bismama 2.0 18 Giugno, 2010, 10:49

    @WWM: molto meglio thanks!

    @Giulia: si, non avevo scelta….ero davvero impressionante e nonostante morissi dal dolore, mi son dovuta inventare qualcosa per non impressionare tutti quei nani ululanti!

    Reply this comment
  5. Giulia
    Giulia 18 Giugno, 2010, 07:57

    Ma davvero ti sei vestita da strega piegata a novanta? Ma sei un genio! Fantasiosa tecnica di sopravvivenza!

    Reply this comment
  6. wwm
    wwm 18 Giugno, 2010, 01:22

    DIvertentissimo!!!!!
    e…AUGURI!!!!
    Come va la schiena strega? un abbraccio

    Reply this comment
  7. MenteQuotidiana
    MenteQuotidiana 17 Giugno, 2010, 19:57

    Sto ancora ridendo!
    La mamma stratega è spettacolare!!!

    :-)))

    Reply this comment
  8. bismama 2.0
    bismama 2.0 17 Giugno, 2010, 17:02

    @Nuvola: imapra l’arte e mettila da parte ahaha

    @polly: beh ma almeno tu avvis!!!

    @Alem: se IlMaritoIdeale nn fosse pazzo non sarebbe sposato con me…

    @mammalellella: meglio grazie. E pensare che non ho neanche 30 anni…arrgh

    @MoonaFlowers: in effetti l’idea era quella di avere l’animatrice….vera! Solo che poi per una questioe di date, non ne ho trovate libere.

    @Navigo_A_Vista: il gatto? Macheseimatta?….per me i gatti si potrebbero estinguere. Io li vedo solo come Ammazzatopi…..ahahah scherzo. Però sono allergica quindi non li posso accarezzare e mi dispiace

    @akari: no dai, alla fine ci siamo fatti una risata!

    Reply this comment
  9. akari
    akari 17 Giugno, 2010, 15:05

    AHAHHAAHAH!!!
    L’idea della gestione della prole a turni alterni veramente pessima non per l’idea in se ma per non avervelo comunicato ed essersi presentata così tardi. Ecco direi scorretta.
    Invece fare la “strega” geniale!!!

    Reply this comment
  10. Anna
    Anna 17 Giugno, 2010, 14:30
  11. Navigo_A_Vista
    Navigo_A_Vista 17 Giugno, 2010, 14:07

    ahahahah, ti porto il gatto. Te lo lascio, prima lo depilo, magari si confonde meglio 🙂

    Potete adottarlo, mangia poco, sporca nel posto che gli indichi e si fa i fatti suoi.

    Graffia solo me (come dimostrazione di supremo ammmmmmore), per cui dovreste essere salvi.

    In pratica accontenti IlMaritoIdeale senza grandi sforzi?
    e quando vengo a ripigliarlo siamo 3 a 3!!

    Reply this comment
  12. MoonaFlowers
    MoonaFlowers 17 Giugno, 2010, 13:51

    Ahahaha XD non c’è male, devo dire!! Io non ho mai organizzato nessuna festa in casa ancora (beh, ovvio, non ho figli…!), però ho partecipato ad alcune (fatte per lavoro) come animatrice/educatrice e..che caos!! Però mi sono sempre piaciute ma è davvero un bel tran-tran contarli e cercare di capire chi va con chi e chi è di chi! 😉

    Reply this comment
  13. mammalellella
    mammalellella 17 Giugno, 2010, 13:21

    non ci credo! sono allibita…
    soprattutto se penso che si è presentata ben oltre l’ora di cena, diabolica altro che stratega!

    ps. come va la schiena?

    Reply this comment
  14. Alem
    Alem 17 Giugno, 2010, 13:12

    La madre stratega è un genio!!!!
    E tuo marito che voleva adottarlo, un vero pazzo!!!!
    Buona giornata, “strega”!

    Reply this comment
  15. pollywantsacracker
    pollywantsacracker 17 Giugno, 2010, 13:11

    spiegami sta cosa dei figli alterni, và! perchè io in genere cerco di liberarmi di tutt’e tre contemporaneamente, del tipo che invitano la piccola cachina a una festa e ci presentiamo in quattro (“non potevo mica lasciare a casa queste piccole, dolci gemelline”) e ci accaniamo in massa sul buffet.

    Reply this comment
  16. Nuvola
    Nuvola 17 Giugno, 2010, 13:06

    Sto ancora ridendo per la disponibilità all’adozione del bambino con la maglietta rossa!Non conoscevo il trucco del ‘cambio di campo’ ma meglio saperle certe cose, per il ‘non si sa mai’.

    Reply this comment

... oppure con Wordpress