Par condicio

L’autunno è arrivato.
Non me ne sono accorta dal clima visto che qua si va ancora in giro in infradito e maniche corte. Piumini e pullover (che mi mancano tanto) sono ancora lontanissimi.
Oltre al calendario, che ha avvisato che siamo in autunno, hanno citofonato alla porta di casa, dei germi grandi quanto mammut.
La nana aveva la tosse da fine agosto.
I primi di settembre abbiamo fatto l’antibiotico. Ma non è passata.
Io, mamma iper-non-apprensiva, pensavo che fosse un atibiotico col rinculo. Uno di quelli che fa effetto a posteriori. Non prendetemi per deficiente. Pensavo: “Beh passerà!!!”.
Dai primi di settembre ad oggi, secondo voi, la tosse è passata?
[Tutti in coro] “Nooooo”
E infatti. Non è passata. Io ci speravo, davvero, ma non ha funzionato.
Anzi, lunedi sera, Second aveva anche qualche linea di febbre. Così ho pensato bene che potesse essere ora di chiamare la pediatra. La DottoressaLatte&Miele è venuta a vederla la sera stessa. Alle 21.30.
Siete svenuti? Vi devo ripigliare coi sali?

Va beh, l’ha visitata e sapendo che mi allarmo solo con notizie belle cariche di tensione, ha sentenziato che la tosse che non passa neanche con l’antibiotico potesse nascondere un focolaio di broncopolmonite.
Olè!
Mi ha intimato di tenere la nana sotto controllo questi giorni che lei sarà fuori ad un convegno e ha spedito IlMaritoIdeale in farmacia a prendere l’antibiotico e i farmaci per i puff con la ricetta “urgente”.
Il giorno dopo, è rivenuta a visitarla e l’ha trovata migliorata. Mi ha confessato, però, che voleva allarmarmi di proposito. Infingarda!
Siamo confinate in casa fino a data da destinarsi.
Dopo due giorni di antibiotico, però, la tosse va meglio e anche la nana sta bene.
Stavolta, magari, prima che finisca il ciclo di antibiotico, un controllino dalla pedi glielo faccio fare….che dite?
Ovviamente, non finisce qui. La sfiga è con noi!
Ieri, First va a scuola e intorno alle 10, lo vedo tornare a casa con IlMaritoIdeale.
Il nano aveva mal di pancia. Dopo tutte le prove della maestra per testare se il mal di pancia fosse vero o una scusa (tutto sua mamma) ha chiamato il papà e ce l’ha spedito a casa con posta prioritaria.
Quando è arrivato ho chiesto cosa avesse e lui:
“Mamma avevo male alla pancia. Ho detto alla maestra che dovevo fare la cacca. Sono andato in bagno e ho fatto la cacca. Mi sono pulito e mi ero scordato di lavarmi le mani. Così son tornato indietro e me le sono lavate. Poi sono tornato in classe e ho detto alla maestra che non avevo controllato se le mutandine fossero pulite e sono ritornato in bagno. Le ho controllate ed erano un pochino pulite. Poi le ho detto che volevo venire a casa.”
“Nano ma hai fatto qualcosa in classe oggi?”
“Eh no mamma. Sono stato sempre in bagno: fai la cacca, pulisciti, lavati le mani, controlla le mutandine… dovevo fare cento cose… eh!!!”

Eccerto. È un genio! Ho paura che crescendo brevetti un sistema per bigiare senza che nessuno se ne accorga, anzi, suscitando la pietas altrui.




Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: My life

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. wwm
    wwm 1 Ottobre, 2010, 21:40

    beh anche io ti invidio la pediatra che viene in casa!!!
    eh…stai attenta, questo alle superiori diventerà il mago delle bigiate! ahahaha!

    Reply this comment
  2. bismama 2.0
    bismama 2.0 1 Ottobre, 2010, 16:06

    @Micaela: cerca bene e la troverai anche tu. Fidati. La mia è il risultato di lunghissime ricerche sul territorio 😉

    Reply this comment
  3. rocciajubba
    rocciajubba 1 Ottobre, 2010, 11:35

    Primo: voglio la tua ped.
    Secondo: ma quanto è simpatico tuo figlio?!!

    Reply this comment
  4. Micaela
    Micaela 1 Ottobre, 2010, 09:07

    Ecco… adesso ti odio!

    Reply this comment
  5. bismama 2.0
    bismama 2.0 30 Settembre, 2010, 15:50

    @Micaela: pensa che non glielo chiedo io di venire, viene lei “per scrupolo”! E’ fantastica ed è della mutua :DDDDDD

    Reply this comment
  6. elavantin
    elavantin 30 Settembre, 2010, 14:16

    La pediatra a domicilio? Perla rarissima (e che ridere le mutandine un pochino pulite… posso immaginare!!!)

    Reply this comment
  7. mammalellella
    mammalellella 30 Settembre, 2010, 14:14

    un vero genio del male 😉

    Reply this comment
  8. Micaela
    Micaela 30 Settembre, 2010, 14:09

    no, dico, lo voglio pure io un pediatra che ritorna ben 2 volte a casa per visitare le belve!!!!!

    Reply this comment
  9. Murasaki
    Murasaki 30 Settembre, 2010, 13:43

    Vedo che ha già preso la ehm ehm buona strada il piccolo First!!

    🙂

    Reply this comment
  10. Plotina
    Plotina 30 Settembre, 2010, 12:33

    AH AH AH! troppo simpatico!! voglio vedere cosa combinerà da grande!!! troppo forte!

    Reply this comment
  11. pollywantsacracker
    pollywantsacracker 30 Settembre, 2010, 12:11

    nooo, anche tu mamma non ansiosa come me: la pediatra si chiama solo se sono almeno in due a star male!

    Reply this comment
  12. bismama 2.0
    bismama 2.0 30 Settembre, 2010, 12:07

    Carino si…ma anche diabolico…!!

    Reply this comment
  13. Diana (Apple pie, love for details)
    Diana (Apple pie, love for details) 30 Settembre, 2010, 11:51

    All’inizio era pronta a lasciare un commento serio, poi sono arrivata alla fine… e… ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah… troppo carino First!
    Bacino a Second e a te che sei confinata in casa!

    Reply this comment

... oppure con Wordpress