Regali di natale per bambini: mini guida (a posteriori)

Natale 2010: è andato. Chiuso.
Scartato e mangiato come se non ci fosse un domani.
Cioè, ho scartato come se il giorno di Natale fosse l’Apocalisse. Per il lato culinario, invece, ho un attimo sbagliato coordinate.
Cenone della vigilia a casa di NonnaM.
Il succo è che c’era un casino che la metà bastava.
Io e IlMaritoIdeale, ubriachi di rumore, abbiamo deciso di infrattarci in un tavolino il più lontano possibile dal piano cottura e dai parenti mangioni. Per ovattare ancora di più il rumore, abbiamo deciso pure di ubriacarci di vino rosso. Ci stava tutto.
Il problema, però, è che stando lontani dal tavolo dove si mangiava seriamente, da noi arrivavano solo gli avanzi degli avanzi e a fine serata avevamo, nell’ordine, una sbronza colossale e una fame condominiale.
Non riuscivo neanche ad allacciare il pannolino alla nana. Tanto per dire. Però ridevo, ah se ridevo!!
Tornati a casa, ci siamo imbottiti di latte, pane e nutella. Mi si era anche materializzato accanto il cuoco della Nazionale che mi tagliava il pane.

Questo il lato negativo e, soprattutto, quello che mi fa decidere, ogni anno, che il prossimo Natale, diserteremo il cenone dedicandoci a una cena intima. Poi, puntualmente, in quanto regina dell’incoerenza, ripeterò l’esperienza. Ma è bello sognare.
Veniamo al clou. L’apertura dei regali.
Ok.
Il pavimento era completamente rivestito di carta da regalo. Alla faccia dei propositi ecologisti e dell’effetto serra.
Quello che mi preme, però, è farvi una recensione (a mio modo) dei regali ricevuti dai nani. Capisco che avreste preferito che avessi pubblicato questo post qualche giorno fa. Ma insomma non siate schizzinosi, ecco.
In ogni caso dovete sapere, cosa realmente si nasconde dietro a un giocattolo che, in pubblicità, viene sponsorizzato come “il meglio per lo sviluppo psico-motorio” del vostro nano. Credeteci, così come credete nella vita su Marte.
In ordine sparso, qui di seguito, i giocattoli ricevuti dai nani, con relative impressioni a caldo.
Peluches di Titty  –  per Second.
Aperto alle ore 22.30. Fissato dalle 22.30 alle 22.32. Appreso alle 22.33 che si tratta di essere inanimato e inutile. Gettato nella cesta dei giocattoli alle 22.35.
Forse non le è piaciuto. Forse non ha ereditato la passione del fratello per i peluches.
Consiglio: Prima di regalare un peluches a un nano che non sa esprimere verbalmente le proprie preferenze, guardate la sua cesta dei giocattoli e, poi, quelli che, invece, regnano sul pavimento della cucina. Catalogate così, mentalmente, i must have e i fuorimoda.

Spiderman di pezza – per First.
Accolto con uno spropositato entusiasmo iniziale (era il primo regalo scartato), ora ciondola sulla maniglia della porta della camera di First. Nominato Guardiano della camera ad Honorem. 
Io che pensavo che avrebbe lavorato di fantasia per inscenare fantasmagoriche avventure. Illusa.

Cicciobello Bua –  per Second.
Io odio, aborro proprio, i regali di genere ed emulativi. Pentoline, passeggini (nonostante IlMaritoIdeale ne abbia comprato uno superaccessoriato alla nana e abbia rischiato, per questo, il divorzio), minicucine e bambolotti, quando entro in un toys store sono proprio fuori dal mio campo visivo. Li ignoro.
Soprattutto ora che in casa ho due nani di sesso diverso, prediligo i giocattoli unisex in modo che se li possano scambiare e crescano con il concetto di diversificazione sessuale ridotto ai minimi termini.
A quanto pare, le nonne, non la pensano così. NonnaL. ha pensato bene di istruire la nana alla mammitudine già dalla tenera età di diciotto mesi. Meglio agire per tempo, metti che, quando sarà il momento, non saprà come si mette un termometro nell’orecchio a un neonato? Non sia mai. Sacrilegio!
Il problema, però, non è tanto il giocattolo che va contro i miei principi educativi, quanto il fatto che è un rompipalle megagalattico.
Da due anni a questa parte, è il primo Natale che riesco a fare i cenoni fuori di casa, perchè vivadio, quest’anno, durante le festività, casa nostra non sembrava un lazzaretto.
Invece di avere un nano vero che si ammala, c’ho il surrogato. Olè!
Un bambolotto grande quanto uno scarafaggio gigante che si ammala con la velocità con cui un viados cambia cliente. Ha le guance in fiamme e piange come un dannato nel limbo.
Per fargli passare la febbre devi provare prima con l’antibiotico, poi le vitamine, poi il latte e miele e se proprio non funziona niente, allora si va di iniezione.
Ora, vi state chiedendo come diavolo si fa l’iniezione a un bambolotto, ve lo spiego io.
I geni che hanno inventato questo coso, lo hanno fornito di un foro nel deretano dove mettere la siringa.
Una roba psicologicamente deviante. Lo so!
Comunque, se pensate che una volta guarito, il gioco sia finito qui, vi sbagliate. Dopo 5 minuti, nuova febbre, nuova corsa.
Fatto sta che, l’intento di NonnaL. è stato un attimino mal interpretato dai nani. La bambola è diventata di proprietà di First che ci gioca con tutta la nonchalance del mondo. Viva la parità!
Second, invece, evidentemente non è nata corredata di istinto materno. Viva la diversità!

Buzz Lightyear interattivoBuzz Lightyear a corda.- per First.
Ve l’avevo detto che il nano è entrato nel loop di Toy Story 3? Ve l’avevo detto solo diciotto volte? Ah ok!
All’inizio non volevo assecondargli il trip ma poi so che lo avrei deluso moltissimo. O meglio: Babbo Natale lo avrebbe deluso tantissimo. Così io e IlMaritoIdeale, abbiamo deciso di assecondare una sola delle dieci (!) richieste riguardanti ToyStory (il Buzz a corda è arrivato da parte de LaMajor). In effetti, abbiamo fatto bene.
Dopo l’entusiasmo iniziale, Buzz, è andato a congiungersi con Titty. Avremo presto un giocattolo mutante.
L’entusiasmo per CiccioBello bua, rimane registrato ancora agli apici.

Puzzle di Hellokitty – per Second.
Amo i giochi che coinvolgono la manualità e che, contemporaneamente, non sporcano. Cosa c’è meglio di un puzzle?
La nana, al momento gradisce guardare il puzzle, già fatto, ovviamente. Ma soprattutto, adora passeggiarci sopra.
È strana, me ne rendo conto.
Unico inconveniente dei puzzle è che finché i nani  non saranno programmati per farlo bendati e con una mano legata dietro la schiena, difficilmente non richiederanno la nostra presenza. E qui, siamo fregati.

5 Libri illustrati. – per Second e First.
In realtà li ha scelti la nana all’Iper. Li ha impugnati senza volerli lasciare andare.
Quando li ha lasciati ho approfittato per incartarli e metterli sotto l’albero.
A proposito, tre sono illustrati da Chiara Nocentini. Evidentemente il suo stile colpisce anche i più piccoli! Piacciono comunque anche a First. Il quarto, invece, è un classico: Biancaneve. Che io considero spudoratamente una storia unisex. No, perché, avete da dire qualcosa in proposito?
Il quinto è parlante, elettronico, e racconta favolette e filastrocche.

Aquadoodle – per Second e First.
Devo ammetterlo. Non potevate darmi consiglio migliore e devo ringraziarvi per questo.
Innanzitutto il gioco è piaciuto moltissimo a entrambi.
Poi, cosa importantissima, riesco a coniugare la voglia di crescere una piccola seguace di Picasso – la nana adora disegnare, con la mia esigenza di preservare muri e divani dal tratto artistico di Second. Che non è veramente poco.
Ora la missione è trovare gli accessori e un altro pennarello in modo da evitare guerre dei Roses quando se lo litigano in due.

Biancheria varia (dalle calze al body, dallo slip alla maglietta intima, dal pantalone alla felpa) – per First e per Second.
Molto graditi dalle mamme. Catalogati come smacco personale dai nani.
Se volete finire nella blacklist di un nano, regalategli un capo di abbigliamento per Natale. Vi sarete guadagnati il suo odio vita natural durante.

Questo è quanto. Ora, fate vobis le scelte per la Befana, per il prossimo Natale o per compleanni e barnitzba! A voi com’è andata coi regali dei nani?


Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: My life

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. Damepertre
    Damepertre 29 Dicembre, 2010, 12:01

    Solo una cosa su cicciobello bua che mia mamma ha regalato a Cri(su sua esplicita e martellante richiesta)dopo un quarto d’ora di pianto ho pensato di chiamare direttamente la pediatra…per fortuna poi ho trovato le istruzioni!!!!Che poi se ti perdi la siringa so cavoli amari!!!
    Per par condicio noi le abbiamo regalato Buzz Lightyear interattivo(per la gioia e il diletto del padre of course!)

    Baci

    Reply this comment
  2. bismama 2.0
    bismama 2.0 28 Dicembre, 2010, 16:40

    @seavessi: l’aquadoodle la trovi on line ovunque. Anche su ebay.
    @Rocciajubba: abbiamo una futura fashion victim ^_^

    Reply this comment
  3. rocciajubba
    rocciajubba 28 Dicembre, 2010, 16:12

    Ci ho appena scritto un post!
    Il regalo preferito di Belvetta è stato il portaspazzolino della Sevi seguito a ruota dal vestito+golfino di Peace&Love.
    Non scherzo eh!
    Io non penso che sia sbagliato regalare pentolini&co alle bambine…a patto di farlo anche coi maschi.
    Sarà che mio padre ha sempre cucinato e da quel che dice mia madre non gli si è staccato nulla di fondamentale…
    Invece i Cicciobello…li odiooooooo! Mamma che nervoso! Mi facevano schifo anche da piccola. Ho minacciato chiunque li abbia anche solo nominati per la nana.

    Reply this comment
  4. Seavessi
    Seavessi 28 Dicembre, 2010, 16:10

    tsè le mini pentoline, le finte posatine di plasticaccia rosa…
    L’Infanta l’ho beccata la vigilia di Natale che cercava di fregarsi il minipimer, se l’era già portato in cameretta.
    Bello sto aquadoodle, dove lo trovo?
    Un bacio grosso bis!!!

    Reply this comment
  5. bismama 2.0
    bismama 2.0 28 Dicembre, 2010, 12:08

    @ Mr Tambourine: si, e penso che andrà di moda parecchio! Almeno finchè la Pixar non ne inventerà un’altro altrettanto potente…

    @ Pamen: grazie

    Reply this comment
  6. PAMEN
    PAMEN 28 Dicembre, 2010, 11:52

    @Bis
    le poltroncine sono di Jysk (ci sono rosse e blu),
    ma le ha anche l’IKEA (bianche)

    Reply this comment
  7. Mr. Tambourine
    Mr. Tambourine 28 Dicembre, 2010, 11:41

    Ma ancora gira Buzz Lightyear?
    Cacchio, andava di moda quando ero piccolo io!

    Reply this comment
  8. bismama 2.0
    bismama 2.0 28 Dicembre, 2010, 11:22

    @Pamen: bellissime le poltroncine. Sai che pure io ero tentata di prendere una roba del genere? Dove le hai prese?

    @debbie: sai che anche la nana adora le calamite? Io gliele faccio appiccicare sulla grata del caminetto. Ma ora s’è un pò scocciata, forse…

    @Alem: oddio ma sei gentilissima. Ma basta solo che tu mi dica dove lo trovo on line…sennò me lo cerco su ebay va!

    Reply this comment
  9. Mamma Papera
    Mamma Papera 28 Dicembre, 2010, 11:05

    wow quanti regali, certo che cicciobello bua piace a tutti, mia figlia di 14 anni ne va matta e lo vuole
    grazie per i consigli

    Reply this comment
  10. Mamma Papera
    Mamma Papera 28 Dicembre, 2010, 11:04

    wow quanti regali, certo che cicciobello bua piace a tutti, mia figlia di 14 anni ne va matta e lo vuole
    grazie per i consigli

    Reply this comment
  11. Alem
    Alem 28 Dicembre, 2010, 10:36

    Sono contenta che la piccola abbia apprezzato l’aquadoodle 🙂
    giuro che se riesco a trovarlo ti mando il superaccessorio con rotellina con stelline e cenerentola con principe che ci ballano sopra.
    Deve essere in una delle ceste! 😉
    (lo cerco davvero se lo vuoi)
    Anche qui siamo in pieno trip Toy Story e anche qui sono arrivati buzz e woody (di pezza), ora la nana va in giro e a scuola appiccicata a woody e lascia Buzz a controllare la mamma che non deve alzarsi dal divano. Ora mi guarda con sguardo inquietante dalla poltrona!

    Reply this comment
  12. Debbie
    Debbie 27 Dicembre, 2010, 23:03

    Mio figlio ha 13mesi e da poco ho scoperto la sua passione per le calamite. Così, gli ho preso delle costruzioni a calamita da Imaginarium, un negozio che personalmente adoro, ed una tenda-tana per la cameretta in cui rifugiarsi. Da parte dei miei genitori ho scelto io la fattoria-valigia dell’ikea, da parte di mio fratello ho sempre scelto io un librone pop-up e musicale; altri regali carini e vari ma…il fior fiore…dopo le sei macchine (grandi, su cui andare) ricevute a Novembre per il compleanno…il nonno lontano ha pensato di portargli…un trattore elettrico! dove me lo metto????????????aiuto!

    Reply this comment
  13. pinkmommy
    pinkmommy 27 Dicembre, 2010, 22:50

    Noi la settimana scorsa al compleanno di gnomo siamo stati sommersi di lego e a Natale ha vinto su tutto la bicicletta…è andata bene va 😉 certo pacchi e pacchetti che riempiono la stanzetta sono arrivati, ma spero li usi almeno fino al 2011! 🙂
    (cicciobello bua arrivò anche a mia nipote l’anno scorso, l’ho cordialmente detestato anche io fin dal primo istante!)

    Reply this comment
  14. PAMEN
    PAMEN 27 Dicembre, 2010, 21:52

    Ciao Bis.
    anche io fan dell’aquadoodle. Puoi usare anche delle spugnette, il pennarello bis mancante è la pecca del gioco.

    Mio figlio (nemmeno 6 anni) ha ricevuto DUE giochi di geografia avanzata (un Sapientino e un mega puzzle) con sopra scritto cose tipo “ideale dalla 5a elementare in poi”. Ma io dico: e leggere sulla scatola o farsi consigliare noooo?

    Una cosa che hanno adorato sono le poltroncine Jysk

    il grande must del nano grande è il gioco di ToyStory 3 per Wii: potendoci giocare solo 1 ora al giorno passa il resto del tempo a simulare scene di ferrovie che esplodono e inseguimenti a cavallo…

    per il resto w la semplicità: pennarelli, libri, didò…

    Reply this comment
  15. bismama 2.0
    bismama 2.0 27 Dicembre, 2010, 19:43

    @Paola: ma daiiii! Il poggia ginocchia! Muoio! Tu sei il mio mito. Sappilo!

    Reply this comment
  16. PaolaFrancy
    PaolaFrancy 27 Dicembre, 2010, 19:25

    Anche Francy e’ in fissa con Toy Story 3…ma il suo piu’ grande desiderio era quello di ricevere la macchina del mitico Ben Ten…e l’ ho assecondato…in fondo, era ora di dare spazio anche ai regali che piacciono solo a me, tipo il set del perfetto giardiniere…(infatti anche questa volta ho ficcato tra i regali un fantastico “appoggia-ginocchia” da usare quando si semina, si lavora nella terra, ecc. Figo, eh???)

    Ciao bis,
    Paola

    Reply this comment
  17. bismama 2.0
    bismama 2.0 27 Dicembre, 2010, 18:17

    @Linda: ehm un ringraziamento speciale come lo vedi??? LOL

    Reply this comment
  18. con il ♥ e le mani
    con il ♥ e le mani 27 Dicembre, 2010, 18:02

    no be’, vorrei solo dire che la prima a lanciare l’idea dell’aquadoodle sono stat IO! ho vinto qualche cosa?!?! ciao e auguri di buona fine e buon inizio d’anno. linda

    Reply this comment
  19. bismama 2.0
    bismama 2.0 27 Dicembre, 2010, 18:02

    @Claudia-cipi: si ma infatti era quello che dicevo. Odio i giocattoli di genere, però soprattutto odio l’affibiarli al genere che per stereotipo gli viene affiancato!
    Però scusa eh, il cicciobello bua proprio non lo reggo!

    Reply this comment
  20. Claudia-cipi
    Claudia-cipi 27 Dicembre, 2010, 17:58

    solo una cosa: il “genere” dei giocattoli siamo noi che lo facciamo.
    per dire, mio figlio ha le pentoline (ikea, che quelle rosa mi sembravano eccessive, e poi mi piaceva il realismo del metallo) ed il cicciobello bua (al quale ultimamente abbiamo dovuto togliere le pile perchè gli faceva troppa pena che piangesse). non vedo perchè un bambino non possa giocare a cucinare o ad accudire un neonato, come farebbe un bravo marito e papà.
    se poi il cicciobello lo preferisce First e Second lo snobba, tanto meglio, alla faccia della nonna che invece vorrebbe fare della bimba una tenera mammina e del maschietto un rude “uomo di mondo” 😀

    Reply this comment
  21. MamaMagò
    MamaMagò 27 Dicembre, 2010, 17:58

    I suoceri hanno pensato bene di regalare alla Cosicchia (15mesenne) l’odioso Cicciobello cammina e gattona. Risultato:una crisi di pianto incoercibile, chè il dannato coso la terrorizza. La sera son venuti a cena amici con nano 16 mesenne. Un’ecatombe: anche lui a piangere per l’infame bambolo.Ovviamente è già privo di batterie! Per il resto, approvazione massima per il libro che fa i versi degli animali….!

    Reply this comment
  22. Trasparelena
    Trasparelena 27 Dicembre, 2010, 17:52

    La mia è controcorrente. Tre paia di mutandine delle principesse l’hanno entusiasmata molto di più di una scatola gigante di Lego. 🙁

    Reply this comment
  23. bismama 2.0
    bismama 2.0 27 Dicembre, 2010, 17:36

    Le costruzioni e i libri piacciono molto anche a me. La nana preferisce i libri. Le costruzioni le lancia sul pavimento e poi ci cammina in mezzo sparpagliandole O_O

    Reply this comment
  24. monica
    monica 27 Dicembre, 2010, 17:26

    Anche io sarei contro i giocattoli di genere ma le pentoline per la mia piccola cuoca le ho comprate e lei ama Bibi – un bambolotto. Ama anche le sue macchinine e la sua ruspa. Diciamo che non mi pongo assolutamente il problema se un giocattolo è da “maschio o da femmina”. Però quando si carica le borsette è tutto un “proprio na fimmina” (sembra che l’espressione dialettale sia più efficace…).
    La gnoma non ha ricevuto molti regali ma i più graditi sono stati i libri. Mentre suo padre ama molto le costruzioni….

    Reply this comment

... oppure con Wordpress