Sudore e batticuori

Sono una persona strana. Abitudinaria, per certi versi. Una che ama la routine e che pensa che la ciclicità di alcune azioni possa essere rassicurante. Poi, però, sono sempre alla ricerca di quella scintilla che crei scompiglio nella normalità accendendo un fuoco di emozioni.

Questo mi capita anche nel lavoro. Alla scoperta della novità ma mi raggomitolo nelle rassicurazioni della quotidianità.
Quando mi fanno una proposta di lavoro diversa dal solito ho delle reazioni a catena che mi trascinano in un limbo emozionale. Quello che più che accenderti un fuoco di emozioni ti infuoca il colon. Per dire.
Eccitazione, panico, accettazione, incoscienza, ancora panico, terrore, sessioni infinite di come farò.
Non imparo mai e ogni volta è sempre la stessa storia. Il mio colon non ne può più e sta pensando di scappare di casa. Mi viene pure la nausea e il mal di testa. Manco dovessi partorire.
Prima di prendere una decisione mi crogiolo nel dubbio e mi divido tra la coscienza del fatto che non accettare significherebbe lasciare andare un’occasione che potrebbe prendere (al volo) qualcun altro e la consapevolezza che ogni tanto, alla mia salute psico fisica farebbe bene se imparassi a dire di no.Poi puntualmente accetto, arriva il momento di fare quel lavoro o di svolgere quell’incarico e lo faccio cavalcando tsunami di entusiasmo e felicità.
La scorsa settimana ho avuto una di quelle proposte di lavoro lusinghiere e che mi fanno sentire come una che sbatte contro un pero e viene travolta dai frutti che cascano. Un po’ stordita.
Questa volta non ho detto di no. Ho faticato tanto, improvvisato, fatto ricerche, scritto tanto e fatto qualcosa che è molto diverso dal blogging. Quando ho concluso il mio incarico ho ricevuto dei complimenti.
Oggi sono stanca ma felice. Ed è un tipo di felicità che come una spugna lava via ogni dubbio e ogni paura.
Le parole a volte costano sudore ma regalano batticuori.



Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter.

Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter.
Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: Pensieri e parole
Tags: ME

Commenta con Facebook...

commenti

Commenti

  1. Anonymous
    Anonymous 7 Marzo, 2013, 12:27

    No sono curiosissima adesso, non ci dici niente davvero?

    Reply this comment
    • Claudia
      Claudia 7 Marzo, 2013, 18:42

      ma no, figurati, ci dice solo quanto è stata brava, si piglia un po di complimenti aggratiss e via

      Reply this comment
  2. Paola
    Paola 6 Marzo, 2013, 11:37

    ma alla fine di cosa si tratta? cioè, brava per il modo di approciarsi alle cose, ma così in generale…. di cosa stiamo parlando? oltre alla blogger cosa fai?

    Reply this comment
    • Bismama
      Bismama 6 Marzo, 2013, 11:40

      Si tratta sempre di un lavoro nato grazie al blog ma che mi ha portato un’esperienza molto diversa dal blogging. Magari, più in là, ne leggerete qualcosa 🙂

      Reply this comment
  3. darling
    darling 6 Marzo, 2013, 10:29

    Ciao! ho appeno scovato il tuo blog, molto bello davvero 🙂
    anche io sono molto abitudinaria in certe cose, ma quanto sono belle però le sfide nel lavoro, quando poi alla fine vedi che c’è l’hai fatta!
    poi quella sensazione di agitazione, fermento, che diventa eccitazione quando ti rendi conto che sei brava!
    continua così!
    darling

    Reply this comment
  4. Cento per cento Mamma
    Cento per cento Mamma 5 Marzo, 2013, 23:24

    Ti meriti tutto quello che ti sta arrivando. E capisco perfettamente cosa intendi con la felicità che lava via ogni dubbio: è una sensazione che ho imparato a conoscere da quando faccio questo mestiere. Ed è ciò per cui vale la pena continuare a lottare 🙂

    Reply this comment
  5. mammapiky
    mammapiky 5 Marzo, 2013, 18:15

    Senza paura e senza sudore certi obiettivi non si raggiungono.

    Reply this comment
  6. Vanessa LcM!
    Vanessa LcM! 5 Marzo, 2013, 11:34

    Serena, complimenti per tutto. Per come scrivi, per come ti approcci alla vita. Ma soprattutto per come affronti te stessa davanti alle nuove sfide. Perché a volte noi siamo il nostro stesso limite. Invece tu no. Tu sei un carro armato e come te conosco solo un’altra persona.la nostra amica in comune Sara.
    Grande Serena e poi che dire… sei salentina ed abbiamo detto tutto 😀

    Reply this comment
  7. Federica MammaMoglieDonna
    Federica MammaMoglieDonna 5 Marzo, 2013, 10:48

    ma bravaaaaa!!!
    son contenta per te!

    Reply this comment
  8. La solita
    La solita 5 Marzo, 2013, 10:26

    Lo so che le parole non sono sufficienti e che “fare e superare gli ostacoli” è decisamente il miglior antidoto al colon irritabile, ma un brava, qualsiasi cosa tu abbia fatto, non te lo leva nessuno :D! Brava!!!

    Reply this comment
  9. Moky
    Moky 5 Marzo, 2013, 10:22

    Auguroni allora…ne vedremo i frutti spero…

    Reply this comment
  10. Letizia
    Letizia 5 Marzo, 2013, 10:18

    Vuol dire che ci metti il cuore e tutta te stessa in ogni cosa che fai, hai detto niente! Va meglio il colon? 😀

    Reply this comment
  11. El_Gae
    El_Gae 5 Marzo, 2013, 10:05

    In bocca al lupo 😉

    Reply this comment

... oppure con Wordpress