Riscaldare la casa in inverno: 5 consigli per risparmiare

Appena arriva l’inverno ci si trova a dover decidere se tagliare i consumi per ridurre le spese del riscaldamento, sempre più alte, o assicurare il calore a chi è in casa, soprattutto ai più piccoli. Infatti se da una parte si farebbe ogni cosa pur di risparmiare, dall’altra non si può fare a meno di garantire la vivibilità domestica a chi ci abita, e in particolar modo ai nostri bambini. Non sempre però è necessario dover scendere a compromessi pur di risparmiare, a volte basta solo avere i giusti accorgimenti in casa per riuscire a mantenere tutti gli abitanti al caldo e abbassare le bollette allo stesso tempo. Vediamo quindi qualche consiglio per riuscire a stare sempre al caldo tagliando anche i costi.

Prevenire è meglio che curare: controlla le bollette!

Se a fronte dei soliti consumi le bollette cominciano a salire in maniera spropositata, forse è arrivato il momento di passare al mercato libero, cambiando operatore e cercando una tariffa più conveniente per le proprie necessità. Qualora ad esempio la casa fosse costantemente abitata anche di giorno, allora si potrebbe valutare una tariffa per il gas a prezzo fisso come propone anche Accendi Luce e Gas, che non fa differenza tra orari mattutini, pomeridiani o serali e permette quindi di tenere accesi i termosifoni il pomeriggio senza spese aggiuntive. In questo modo, sarà possibile risparmiare senza preoccuparsi di far giocare i bambini al freddo.

Usa valvole termostatiche

Un ottimo espediente per risparmiare, mantenendo una temperatura perfetta in tutte le stanze di casa, è quello di installare su ogni calorifero una valvola termostatica. Questi dispositivi infatti regolano il flusso dell’acqua calda in funzione della temperatura e lo bloccano quando l’ambiente è abbastanza caldo. Questo sistema evita quindi che la caldaia riscaldi inutilmente una grande quantità di acqua, sprecando gas e facendo sborsare dei soldi inutili.

Fai attenzione agli spifferi

Oltre a regolare la giusta temperatura in casa, bisogna anche evitare che il caldo esca a causa delle fessure delle finestre e che venga rimpiazzato dal vento freddo che entra attraverso gli spifferi. La soluzione migliore, qualora le finestre fossero fatiscenti, sarebbe quella di cambiarle con degli infissi a taglio termico. Ma in molti altri casi può bastare coibentarle adeguatamente con guarnizioni e para-spifferi, e montare delle tende pesanti da chiudere durante le ore di buio.

Non coprire mai i termosifoni

I termosifoni trasferiscono all’ambiente il calore dell’acqua calda che circola dentro di loro grazie al contatto con l’aria circostante. Mettere i panni bagnati ad asciugare sopra non fa circolare l’aria calda e, sebbene risolva il problema della biancheria, può essere rischioso per la salute anche perché lascia la stanza all’addiaccio, aumentando anche il tasso di umidità ambientale. Quindi, se si vuole che i caloriferi funzionino, non bisogna coprirli in nessuna maniera.

Arieggia in maniera intelligente

Non si può certo sigillare la casa per tutto l’inverno, perché, oltre al calore, è fondamentale per vivere bene anche un corretto e costante ricambio d’aria. È quindi necessario arieggiare ogni giorno gli ambienti anche se, per risparmiare, è necessario farlo nella maniera giusta, senza lasciare ad esempio le finestre spalancate per ore quando l’aria è gelida ma, piuttosto, aprendo per pochi minuti nel corso delle ore più calde. In alcuni casi poi, soprattutto se la giornata è ventosa, si può essere davvero molto veloci.

Riuscire a risparmiare sulle bollette mantenendo sempre la casa al caldo non è impossibile, basta solo avere qualche attenzione in più e adattare le proprie abitudini.



Vuoi rimanere aggiornata sulle novità del blog? Iscriviti alla Newsletter. Se ti va seguimi anche su Facebook e Twitter. Per divertirti con me ogni giorno e curiosare un po’ nella mia vita passa a trovarmi su Instagram.

Categories: Casa

Commenta con Facebook...

commenti

... oppure con Wordpress